Obei Obei 2013, tradizioni milanesi che ritornano

19 novembre 2013

Gli Obei Obei sono una festa molto importante a Milano, una tradizione antica che si svolge ogni anno a inizio dicembre attorno alla festività di Sant’Ambrogio (7 dicembre), patrono della città. Per gli Obei Obei 2013 segnatevi queste date: 5, 6, 7, 8 e 9 dicembre. Per cinque giorni il Castello Sforzesco, uno dei simboli di Milano, accoglierà gli stand della festa tra luci natalizie, colori e profumi. dal 5 al 9 dicembre ritornano a Milano gli Obei Obei, fiera antica e molto amata che precede il natale Le prime testimonianze di questa manifestazione risalgono al 1288. L’evento divenne una festa popolare, così come la conosciamo oggi, a partire dal XVI secolo e per la precisione dal 1510 quando arrivò a Milano Giannetto Castiglione, primo gran maestro dell’ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, incaricato dal Papa Pio IV di riaccendere la fede e la devozione dei cittadini, che non avevano mai avuto grande simpatie per la Santa Sede. Castiglione si preparava a entrare in città proprio nel giorno di Sant’Ambrogio e la scorta aveva paura delle reazioni della popolazione. Ebbe quindi un’idea: arrivato a Milano, radunata una gran folla, Castiglione e i suoi uomini iniziarono a distribuire dolci e giocattoli ai bambini. Si dice che qualcuno di loro, nel vedere quei doni, esclamò “oh bej, oh bej” (in dialetto milanese oh belli, oh belli) e che da qui derivi il nome della festa.

Il Castello Sforzesco ornato da migliaia di lucine per le feste natalizie

Il Castello Sforzesco ornato da migliaia di lucine per le feste natalizie

Gli Obei Obei, fino a fine Ottocento, erano nel pieno centro di Milano, in piazza dei Mercanti, a pochi passi dal Duomo. Poi l’evento fu spostato attorno alla basilica di Sant’Ambrogio, mentre oggi la manifestazione si trova nella zona del Castello Sforzesco e cerca di dare sempre più spazio alle bontà del periodo invernale provenienti da tutte le regioni italiane: marroni di Cuneo, dolci siciliani, salumi umbri, cioccolatini piemontesi, formaggi sardi e toscani, frittelle di ogni genere e molto altro. Non mancano gli stand di caldarroste e del corroborante vin brulé, due generi di conforto necessari per affrontare le fredde giornate milanesi. Inoltre è possibile dare un’occhiata alle numerose bancarelle che vendono abbigliamento, decorazioni natalizie, artigianato etnico. Gli Obei Obei possono essere considerati il mercatino di Natale di Milano e, oltre che una tradizione per molti milanesi, sono diventati un’occasione perfetta per trovare i regali di Natale per amici e parenti.

Per poter partecipare come espositori bisogna inviare la propria richiesta, che verrà valutata in modo da garantire certi standard qualitativi e tematici alla manifestazione: l’anno scorso ci sono state più di 800 domande e “solo” 399 espositori.

Gli Obei Obei nel pieno dello svolgimento

Gli Obei Obei nel pieno dello svolgimento

Nello stesso periodo, a Milano, si svolgono altre due manifestazioni molto apprezzate. Legata agli Obei Obei, con il permesso dell’amministrazione comunale, da qualche anno in zona Porta Garibaldi si tiene l’Alter Bej che, come dice anche il nome, è il mercatino alternativo di Sant’Ambrogio. Qui potrete trovare pietanze originali, pentoloni fumanti di vin brulé, oggetti di prima e di seconda mano, creazioni artistiche uniche e intrattenimento, tra musica dal vivo e artisti di strada. Alla fiera di Milano-Rho dal 30 novembre all’8 dicembre vi aspetta l’Artigiano in Fiera, una grande esposizione con artigiani e produttori da ogni parte d’Italia e del mondo. La manifestazione è nata nel 1996 con l’obiettivo di far scoprire e riscoprire tradizioni e sapori e oggi è uno degli appuntamenti più attesi della città, in particolare per i numerosi stand gastronomici che profumano di ogni delizia i padiglioni dedicati alla fiera.

Fate un giro a Milano a inizio dicembre e non avrete più dubbi su quali regali comprare per il Natale 2013.

I commenti degli utenti