Dove mangiare vicino all’Acquario di Genova

2 dicembre 2013

Dove mangiare vicino all’Acquario di Genova? Visitare il capoluogo ligure vuol dire immergersi nella storia di una delle città più belle d’Italia, nelle sue chiese, palazzi, splendide opere d’arte e acquari. Anzi, l’Acquario: il secondo più grande d’Europa, nono del mondo, realizzato in parte dal nostro architetto più famoso: Renzo Piano (vedi la vasca dei cetacei). Certo, trascorrere ore a guardar pesci di ogni sorta potrebbe far nascere un po’ di appetito ed è per questo che abbiamo deciso di studiare per voi l’itinerario gastronomico perfetto proprio lì, vicino all’Acquario di Ponte Spinola.

focaccia

La tipica focaccia genovese

Per un’ottima colazione prima della vostra visita a squali e delfini, fermatevi al Douce Patisserie Cafè  in piazza Matteotti, dentro il Palazzo Ducale, tre chicchi e tre tazzine per la Guida bar d’Italia del Gambero Rosso. Prima della visita all'Acquario di Genova fermatevi per colazione al Douce Patisserie Cafè, in piazza Matteotti. Qui potrete assaggiare ottimi cornetti, speciali quelli con le mandorle, una pasticceria raffinata, un’ottima caffetteria e anche interessanti proposte salate. Dopo la colazione, con una bella passeggiata tra via San Lorenzo e Sottoripa, arriverete all’Acquario. Ricordate che per visitarlo con attenzione ci vogliono almeno 3 ore. E’ piuttosto probabile che trascorso questo tempo deciderete per un pranzo veloce, e in zona di posti ce ne sono diversi. Tra i nostri preferiti: la friggitoria Carega in Sottoripa. Non c’è insegna fuori ma capirete di essere arrivati vedendo una marea di gente accorrere per il pranzo e stamparsi con il naso sulla vetrina piena di fritture, panisse, torte di bietole, pesci in carpione, polpettone, e chi più ne ha più ne metta.

L'Antica Sciamada

Un altro luogo adatto ad un pranzo non troppo impegnativo è L’antica Sciamadda, in via San Giorgio. Qui troverete ogni sorta di prodotto da forno alla genovese: torta di bietole, torta di riso, torta di cipolle, torte di zucca, focaccia col formaggio, farinata, ripieni e via dicendo.

Sa’ Pesta, Genova

Sa’ Pesta, Genova

tutte le foto

Se pranzare velocemente non è la scelta adatta a voi, c’è Sa’ Pesta, storica e inossidabile trattoria dei vicoli in cui troverete la vera cucina del posto: trofie al pesto, pansoti al sugo di noci, farinate, torte salate. Aperto a pranzo e a cena solo su prenotazione. E se avete programmato la visita all’Acquario nel pomeriggio, nessun problema. Usciti dal lì, fermatevi ancora al Douce per ottimi drink o andate alle Cantine Matteotti per un bicchiere di vino, interessante enoteca di nuova apertura in Archivolto Baliano. something Per cenare le opzioni sono diverse e per diverse tasche. Se volete darvi alla cucina di pesce e non volete badare a spese vi consigliamo Da Rina, ristorante genovese classico, di ottima qualità. Qui troverete piatti della tradizione come lo stoccafisso accomodato, ma anche qualche variante come le tomaxelle di acciughe (nella cucina ligure tradizionale le tomaxelle sono degli involtini di carne). Molto interessanti anche i primi, come per esempio i tortelli di spigola con bocconcini di astice e carciofi, solo in stagione. Per una cena sempre a base di pesce ma con una spesa più contenuta vi consigliamo Da Franca, in vico Lepre. Anche qui piatti della tradizione, variazioni sul tema e pesce fresco. Per non superare i 30 euro a testa abbiamo la soluzione perfetta: il Mangiabuono in vico Vegetti, cucina classica. Qui potrete assaggiare specialità tipiche difficili da trovare altrove, come il fegato all’aggiadda, le trippe accomodate, le lattughine in brodo, la cima e i ravioli di borragine col tocco, il tipico sugo di carne genovese. Chissà se lì fuori c’è qualcuno che può arricchire questo elenco, noi abbiamo fiducia.

I commenti degli utenti