A Torino apre Vermouth Anselmo

5 dicembre 2013

Ha aperto il 30 ottobre scorso, in via Belfiore 14 a Torino, Vermouth Anselmo, un locale un po’ cocktail bar, un po’ ristorante e un po’ laboratorio artigianale, anche detto vermutteria, che si propone di riportare agli antichi fasti il consumo del vermouth rosso. Il vermouth è nato come prodotto industriale a Torino nel 1786 dall’idea di un liquorista, Giuseppe Antonio Benedetto Carpano. a torino nasce vermouth anselmo, cocktail bar e ristorante alla riscoperta del celebre vino liquorosoI primi vermouth erano rossi a causa della presenza dello zucchero caramellato e le loro ricette erano segrete; l’unico elemento che li accomunava era il vino di base: il Moscato d’Asti. Un tempo, soprattutto a Torino, il vermouth si beveva liscio, o al massimo con un po’ di selz per l’aperitivo; successivamente ha oltrepassato i confini torinesi, diventando ingrediente fondamentale di moltissimi cocktail internazionali e spodestando l’abitudine di berlo liscio. La finalità del nuovo locale torinese è proprio questa: la riscoperta del vermouth rosso di qualità e il piacere di degustarlo anche da solo.

Vermouth Anselmo

Il locale offre due servizi: l’aperitivo e il ristorante. Durante l’aperitivo si possono trovare cocktail di tutti i tipi, con una particolare attenzione (l’avrete capito) per quelli a base di vermouth; il tutto viene accompagnato da finger food, in una sorta di preludio alla cena. Cocktail della casa, a quanto pare perfetto per stuzzicare l’appetito, è il Vermouttino, a base di vermouth, soda e scorza di pompelmo, aroma distintivo del vino liquoroso targato Anselmo.

Parmigiana rivisitata

Parmigiana rivisitata

Il ristorante invece, per il momento aperto solo a cena, offre la cucina della chef Andrea Salerno, basata su prodotti di qualità, che spesso hanno a che fare con il territorio piemontese, ma con variazioni su piatti e prodotti a livello italiano e anche internazionale; il menu dinamico (il cambiamento è previsto ogni 15 giorni) propone sempre almeno uno o due piatti che annoverano il vermouth tra gli ingredienti. Il prezzo medio di una cena si aggira intorno ai 30 euro, bevande escluse. All’interno del locale è presente un laboratorio a vista dove si produce il vermouth e grazie al quale è possibile mostrare alla clientela come viene preparato; oggi è ancora in fase sperimentale, ma per il futuro sono previsti corsi e lezioni sullo speciale vino liquoroso torinese.

I commenti degli utenti