Vini à Porter: Rosatello di Ruffino

12 dicembre 2013

Un pezzo di storia a 3 euro e novanta è roba che ti mette di buon umore. Il Rosatello di Ruffino è il vino del boom, dell’Italia degli anni ’60, della ricerca di una vie en rose della vita che fin lì era stata piuttosto tragica. I toscani ricorderanno che negli anni ’70 e ’80 la pubblicità di questo vino era alla radio prima del Gazzettino toscano delle 12.10, proprio come la Vecchia Romagna era lo sponsor di Tutto il calcio minuto per minuto. Ere geologiche fa. A quell’epoca si beveva o bianco o rosso. Punto.

Il Rosatello di Ruffino

Il Rosatello di Ruffino

Nasce allora e c’è ancora ed è sempre affascinante, l’idea che qualcosa che stai bevendo lo abbia bevuto prima di te tuo padre, e ancora prima tuo nonno. Il Rosatello di Ruffino e' il vino del boom e dell'Italia degli anni '60. è un vino piacevole, fresco, appena fruttato Ha il colore coccola del rosa macchiato da una punta di rame. Il naso ti fa il primo contropiede: ti aspetti un bouquet di rosa e lampone e invece la prima nota è salina, affilata. Qui viene fuori l’uva toscana – ma non è dato sapere né l’uvaggio, né la provenienza delle uve – che si presenta per la sua discreta acidità e un evidente risvolto tannico. Eh sì, in questo vino si sente il tannino e ha poco a che fare con i trendissimi rosati pugliesi da crudi di pesce. È più casalingo, da gita in campagna e con un volume alcolometrico di 11,5, ti mette in pace con l’alcol test. La bocca è piacevole, fresca, appena fruttata e se lo si dimentica in frigo non partono gli anatemi. Pure ghiacciato non è un’eresia. Dicevamo niente crudi in riva al mare? Pazienza, anche in casa con un peperone ripieno di carne bianca macinata e condita con formaggio e prezzemolo e passato al forno, ha un suo perché.

 

  • NomeRosatello
  • AziendaRuffino
  • TipologiaVino rosato da tavola
  • AcquistatoSuper Élite, Roma
  • Prezzo€ 3,90

I commenti degli utenti