Menu di Natale vegetariano: le migliori proposte del web

21 dicembre 2013

Natale è l’occasione perfetta per reinventarsi, soprattutto in cucina. E se il detto “a Natale si è tutti più buoni” non è forse così lungimirante come tradizione vorrebbe, ci si può almeno provare con la gola. per essere ancora più buoni quest'anno provate un menu di natale diverso, a base di verdure e formaggi Perché, allora, non dedicare le imminenti feste alla sperimentazione di un menu vegetariano? Lo stereotipo che per decenni ha ingiustamente considerato la dieta veg come un regime alimentare di scarso gusto è stato fortunatamente scardinato dagli chef più quotati al mondo. E per il Natale non mancano di certo le proposte: ecco un menu completo per un cenone o un pranzo, creato a partire dalle più interessanti ricette presenti sul web. Per una scelta coerente delle portate, si è deciso di puntare su alcuni trait d’union cardine delle feste: i sapori tipici di autunno e inverno, le declinazioni del rosso e del verde così come tradizione impone e, non ultimo, dei piatti sufficientemente sostanziosi.

Antipasti

Gli antipasti sono la portata più complessa da realizzare in un menu natalizio, perché non si può approfittare di uno degli ingredienti principali della tradizione italiana: gli affettati. Si può aggirare il problema, però, ricorrendo all’antipasto all’americana: un appetizer veloce con cui accogliere gli invitati, da servire sotto forma di buffet in una stanza diversa da quella del pranzo vero e proprio, magari in piedi per favorire la socializzazione.

Tartine

Canapè al tartufo

Canapè al tartufo, pastinaca e parmigiano: semplice nella realizzazione ma ricca al palato, si tratta di una bruschetta dai sapori prettamente invernali. Su una sottile fetta di pane è adagiata una morbida crema alle radici di pastinaca, burro e pepe nero, coperta poi da leggere scaglie di parmigiano. Il tutto condito da un filo di olio al tartufo, che dona a un piatto senza troppi fronzoli quel sapore intenso e quel lusso che a Natale non è mai fuori luogo.

Brie e barbabietole

Formaggio di capra alla griglia

Formaggio di capra alla griglia con marinata di barbabietole: nonostante il nome rimandi a un primo o a una seconda portata, questo piatto ha l’aspetto classico di un tortino, perfetto come antipasto date le piccole dimensioni. Su una base di barbabietole marinate in olio, aceto, timo e zucchero, è adagiata una fetta di formaggio di capra – o di pecorino – lievemente scottata da entrambi i lati. Il piatto è completato dal verde della rucola e al palato si ha un piacevole mix tra il sapore intenso del formaggio e il dolce della barbabietola.

Primi Piatti

A Natale non si bada a calorie e linea, perciò per i primi piatti ci si può davvero sbizzarrire. Le portate dovrebbero essere prettamente invernali, sia nella scelta della cottura – quasi sempre al forno – che nei colori del rosso, del marrone e dell’arancione, ma anche nel ricorso a ingredienti di stagione come funghi e zucche.

Lasagna veg

Lasagna ai funghi: portata immancabile sulla tavola degli italiani, qui la lasagna è rivoluzionata dall’impiego di una crema ai funghi champignon, anche se i porcini forse si adattano di più alla tradizione tricolore. L’aspetto è più da sfoglia o da torta salata che da lasagna vera e propria, ma il suo ripieno morbido e filante non lascerà nessun commensale indifferente.

La zucca per una zuppa perfetta

Zuppa di zucca: realizzata nientemeno che dallo chef Gordon Ramsay, questa zuppa di zucca non solo si caratterizza per i colori accesi, ma anche per una vellutata dove rosmarino e parmigiano sono gli elementi cardine. Il piatto presenta un curioso dualismo: la delicatezza della zuppa contrapposta a un cuore di funghi trompette de la mort, pied de mouton e gallinacci. La nostra ricetta della vellutata di zucca invece profuma di noce moscata e aggiunge il verde dei pistacchi come guarnizione, se volete proporne un’altra versione.

Secondi Piatti

I secondi piatti giocano un ruolo importante in un menu natalizio vegetariano, perché devono sopperire all’assenza della carne, proposta nelle più diverse varietà in un classico cenone della Vigilia o durante il pranzo del 25. Spiccano ovviamente le verdure, ma non è detto che dalla tavola manchi un curioso arrosto veg.

Verdure grigliate

Verdure grigliate con vinaigrette al melograno: Martha Stewart propone per Natale questa originalissima ricetta, dove cavolfiori, patate, broccoli e carote assumono note di gusto insolite grazie a una vinaigrette agrodolce al melograno. E proprio a questo frutto sono associati molti significati della saggezza popolare delle feste, simbolo di fertilità e buon auspicio per l’anno nuovo in arrivo.

Arrosto veg

Arrosto vegetariano di Natale: pensato per chi sente la nostalgia della consistenza della carne, quest’arrosto veg si caratterizza per la sua abbondanza di ingredienti, dal sedano all’aglio, dalle uova al formaggio Cheddar, dal pan grattato ai funghi. Dai colori e dalle forme tipiche a quelle dell’arrosto classico, ne riproduce in parte la consistenza, grazie alle compattezza e alle fibre del sedano.

Dolci

L’universo vegetariano non presenta particolari limitazioni in fatto di dolci: la possibilità di ricorrere a latticini e uova non determina alcuna differenza con la tradizione dolciaria onnivora. Questo non vuol dire, però, che non si possa coniugare la tradizione con qualche innovazione propria della filosofia veg.

Tartufi al brandy: colorati e invitanti, questi tartufini si distinguono per la tipica decorazione festiva: il corpo rosso, la spruzzata di neve e il verde del pungitopo. La superficie al cacao nasconde un cuore di cioccolato e frutti di bosco, ma la vera sorpresa è la nota alcolica data dal brandy, l’elemento che unisce tutti gli altri ingredienti. Per una versione adatta anche ai più piccoli provate la nostra ricetta, arricchita con nocciole tritate.

Biscotti allo zenzero

Biscotti allo zenzero: molto diffusi – per non dire irrinunciabili – nella cultura anglosassone, i biscotti allo zenzero sposano perfettamente l’atmosfera natalizia con i ricordi dell’infanzia. Dalle fattezze di omini e pupazzi di neve, faranno la gioia sia dei più piccoli a tavola che degli adulti, i quali potranno accompagnare questi biscotti al caffè. Provate anche la nostra ricetta dei biscotti allo zenzero molto leggera e senza uova.

I commenti degli utenti