Brunch con bimbi a Roma: i luoghi consigliati

29 dicembre 2013

Volete organizzare un brunch con bambini a Roma? Niente paura! Coordinare il relax della domenica con l’energia sprigionata da figliolanze di età compresa tra i 3 e i 10 anni può essere complesso e faticoso: trovare un posto dove star seduti per più di 5 minuti di seguito, con l’area giochi strategicamente posizionata, un menù degno del nome, magari un wifi e l’aspettativa di una buona esperienza, richiede sforzi che manco durante le trattative della pace di Vienna. Dato che il nuovo anno è alle porte e siamo in vena di altri regali, una buona mappa di ottimi brunch amici dei bambini in visita con i genitori ve la forniamo noi. Se avete altri suggerimenti, lasciateli nei commenti, ve ne saremo grati.

  1. Rosti al Pigneto
    Rosti
     – Via Bartolomeo D’Alviano 65 (Pigneto), Roma. Quando si dice: ti piace vincere facile. Rosti propone il pranzo della nonna (20 euro bevande escluse), con un buffet di piatti tradizionali e la convivialità delle grandi tavolate di legno delle due sale. Per i bimbi, attività coordinate da operatori per l’infanzia, un menù dedicato e, specialmente nella bella stagione, il giardino in cui scorrazzare con qualche gioco e le piante dell’orticello da scoprire – basta convincerli a non lanciarsi nella caccia al tesoro.
  2. Stazione di posta – Largo Dino Frisullo (Testaccio) , Roma. Nuovo arrivo nell’arena romana, non solo nella parte goduriosamente gourmet della formula serale, ma deliziosamente familiare nel fine settimana: i piatti di Marco Martini – già executive chef dell’Open Colonna –  per grandi e piccoli (12/20/25 euro bevande escluse), un grande spazio verde antistante la sala con giochi per bambini e una bella sala con tanto di colori, giochi e assistenze cui affidare i giovani eredi e godersi gli ultimi sprazzi della domenica.
  3. Rec 23 – piazza dell’Emporio 1/2 Roma. Il posto che tutte le mamme e i papà bisognosi di una pausa pranzo lontano da pappine e schiamazzi conoscono: ogni sabato c’è il bimbi@brunch. Voi mangiate (a 16,50 euro bevande escluse), e due signorine più che professioniste, storiche dell’arte, fanno fare ai piccoli lavori di arte, disegni, collage e progetti su paesaggi di grandi pittori. Una certezza. I bambini fino al metro e venti di altezza – misurati al bancone – pagano solo 10 euro.
  4. Vivi Bistrot
    Vivi Bistro
    – via vitellia 102, Roma. Prendi una villa romana dal nome magico e dal profilo inequivocabile, un angolo riparato e un piccolo locale immerso nel verde: se proprio non ce la fate a stare seduti al tavolo – o non ce la fanno i vostri bimbi – potete munirvi di cestino del pic-nic e attrezzarvi uno spuntino nel prato. Se invece volete stravaccarvi sulle sedie dopo i bei piatti che propongono (brunch buffet/ordinazioni a 16 euro bevande escluse), ci sono lavagne e giochi con cui stancare i piccoli per qualche momento di relax.
  5. Bistrot Biologico La casa nel parco – Via del Casaletto 400. Una volta via del Casaletto richiamava alla memoria solamente le gesta di un certo ristorante, Da Cesare. Da qualche tempo, è meta del pellegrinaggio domenicale anche per una bellissima casa del ‘600, che ospita un bistrot dalla vocazione bio. Prodotti biologici, dolci fatti in casa e grande cura per l’accoglienza. Metteteci un bellissimo spazio verde e potreste anche godervi le prossime due ore nonostante i pargoli ululanti.
  6. Ketumbar – Via Galvani 24 Roma. Nel mezzo del quartiere ad alto tasso di movida e incastonato – letteralmente – nel Monte dei cocci, il Ketumbar è un bel locale che propone piatti ben cucinati adatti anche a vegetariani e vegani (brunch a 15 euro). La figliolanza è sollazzata con una sala giochi a disposizione, e controllata da una baby sitter attenta e gentile. Senza contare che i dolci sono ottimi.
  7. Met – Piazzale di Ponte Milvio 34. Mischiare la relativa facilità di parcheggio, un bellissimo giardino disponibile anche in inverno, un menù con spunti tra l’America e l’Italia (brunch a buffet a 20 euro) e la possibilità di usufruire dello spazio interamente adult-free. In sintesi, come passare una piacevolissima giornata e ricaricare le batterie a tutta la famiglia.
  8. Briciole e favole
    Briciole Favole & Co
    – Via di Selva Candida 377. Per i frugoletti, un Miniclub in piena regola, dove potersi stancare al ritmo dei giochi che si susseguono. Per gli adulti, la possibilità di staccare la testa. Forse non è il meglio su piazza per quanto riguarda l’offerta gastronomica, si difende con un menù a base di crocchette, insalate di pasta e pizza. Un compromesso.
  9. Maxxi – via Guido Reni 4A. Location notevole, quella del Ristorante Maxxi: davanti alle grandi finestre, il museo progettato da Zaha Hadid e nel mezzo, l’ampio spazio lasciato a disposizione della città, ricco di di installazioni e sempre frequentato da biciclette, bambini e relativi parenti. Il brunch è un buffet abbondante e particolarmente attento alla corretta alimentazione (18 euro), e una visita al museo è un motivo in più per provare. Consigliamo l’assaggio dei dolci.
  10. Lanificio
    Lanificio Cucina – via di Pietralata 159/a. Una vecchia fabbrica riportata in vita in un angolo di Roma in continuo fermento: il Lanificio è un polmone di vita che trasmette carica. La Cucina ha spazi e luci come pochi altri, un arredamento di quelli che fanno-tanto-New-York e un buffet di tutto rispetto (18 euro), anche se la confusione è compresa nel pacchetto. Tanti i bimbi che scorrazzano felici, non c’ un vero e proprio servizio di baby sitting, ma sicuramente i pargoli non saranno soli. E forse, neppure voi.

I commenti degli utenti