Teo Musso (ri)apre a Torino: arriva l’Open Baladin

22 gennaio 2014

Sempre in fermento (è proprio il caso di dirlo), a seguito delle recenti aperture di Milano e di Mondovì, Teo Musso torna a Torino per la seconda volta dopo il Petit Baladin: in piazzale Valdo Fusi apre Open Baladin Torino. La formula l’abbiamo già vista nell’Open Baladin Roma e nel locale di Cinzano: “Il mio obiettivo è quello di aprire nel cuore di Torino ad un pubblico più ampio possibile, e di riportare la città al ruolo di capitale della birra artigianale: primato che aveva già tra Otto e Novecente. Attualmente, la città con la più importante cultura birraria in Italia è Roma” In partnership con Birra del Borgo di Leonardo di Vincenzo, il locale sarà una vetrina della birra artigianale italiana: oltre alle birre di casa Baladin e di Birra del Borgo, saranno circa 40 le tipologie di birra alla spina, più un centinaio di referenze in bottiglia sempre artigianali provenienti da tutti i territori nazionali, con una piccola parte di ospitalità dedicata a 3/5 birre artigianali estere.

Open Baladin Torino

Open Baladin Torino sarà su due livelli: “il secondo piano, strutturato su una sorta di scatola di birra sospesa nell’aria, potrà ospitare fino a trenta coperti mentre, al primo piano i posti a sedere saranno circa cento, inoltre per l’estate e la bella stagione Open Baladin aumenterà il suo spazio grazie ad un originale dehors. La parte cucina è stata affidata alle capaci mani di Gabriele Bonci e sarà caratterizzata dallo street food di qualità. Non mancheranno i mitici hamburger che utilizzeranno pane prodotto nel carcere torinese delle Vallette (lo stesso Bonci ha seguito l’istruzione dei ragazzi che saranno impegnati nella produzione”.

Infine una notizia nella notizia: “A fine agosto – preannuncia Teo Musso – nel piazzale antistante Open Baladin Torino organizzerò una vera e propria festa, per celebrare i diciotto anni della nascita della birra artigianale in Italia, con 200 – 250 birre alla spina da tutti i birrifici Made in Italy”

Pronti a brindare? In alto i boccali!

I commenti degli utenti