Identità Golose: il lunedì in diretta Twitter

10 febbraio 2014

Identità Golose 2014 ha ormai aperto i battenti: in una Milano dal clima primaverile, via Gattamelata è stata presa d’assalto dai gourmet, ma in realtà sono molti i curiosi e gli appassionati che si sono radunati nelle sale del congresso, mentre i cuochi si scambiavano opinioni e novità nei corridoi.

Cracco Crippa

Carlo cracco e enrico crippa

Durante la giornata di ieri, domenica 9 febbraio, numerosi sono stati gli interventi imperdibili: nella Sala Blu 2, dedicata a Identità di Sala, Giuseppe Palmieri, maître e sommelier dell’Osteria Francescana di Modena, ha parlato delle tematiche legate al lavoro di sala, un aspetto sempre più importante dell’alta ristorazione e non solo.

Costardi

christian e manuel costardi

In Sala Auditorium, per la prima volta sul palco grande, Christian e Manuel Costardi (ristorante Cristian e Manuel all’interno dell’Hotel Cinzia di Vercelli), bravi ed emozionati, hanno spiegato la filosofia della loro cucina e l’importanza di rimanere bambini.

Quique Dacosta

Quique Dacosta

Si contendono il titolo di miglior intervento della giornata Pino Cuttaia (La Madia di Licata) e Quique Dacosta (del ristorante omonimo a Dénia, in Spagna), le cui cucine giocano entrambe sul concetto di illusione, come dimostra l’ormai celebre Uovo di Seppia di Cuttaia, una seppia ripiena che prende in prestito le sembianze dell’uovo, un inganno dei sensi che è diventato il simbolo di questa edizione di Identità Golose.

uovo-di-seppia-2

Uovo di Seppia di Pino Cuttaia

La seconda e piovosa giornata è iniziata, quindi affidiamo la diretta al canale di Twitter #IGmi14. Seguitela con Agrodolce:

I commenti degli utenti