Nuove aperture: 50 Kalò di Ciro Salvo a Napoli

14 febbraio 2014

L’emozione è evidente, gliela si legge negli occhi. Ciro Salvo non è uno dalla lacrima facile, però vedere un sogno realizzato, nello specifico una pizzeria tutta tua, beh quello dà tanta emozione e non c’è aplomb che tenga. Soprattutto se il risultato è frutto di sacrifici e di una passione vera, gli ingredienti giusti per avviare a Napoli una pizzeria come 50 Kalò (piazza Sannazaro, 201/b). Il nome è un bel gioco di parole: 50 nella cabala significa pane, quindi l’impasto, e kalò in greco vuol dire bello e anche buono.

50 Kalò

L’interno di 50 Kalò

Alle spalle, un lungo lavoro di consulenza svolto dall’impeccabile Maurizio Cortese, a cui un suo compagno di scuola, Alessandro Guglielmini, ha affidato le chiavi di un ristorante storico da lui rilevato. Il sostegno di Maurizio ha dato quella marcia in più sulla scelta degli ingredienti, sulla stesura del menu e su tanti piccoli dettagli che faranno la differenza. Il locale è in stile moderno, basato tutto sui toni del grigio e del rosso.

50 Kalò

Margherita con pomodoro del piennolo dop

Venendo all’argomento saliente, diamo uno sguardo al menu: in apertura la proposta di due fritti, crocchè e frittatine di bucatini di Gragnano. L’appetito viene anche solo guardando l’elenco delle 25 pizze in carta, tra cui due fritte: pizze stagionali con prodotti selezionati e di notevole qualità, basti pensare all’olio Le Peracciole, prodotto da Alfonso Iaccarino. Cambia il luogo, ma non il risultato: le pizze di Ciro rappresentano il pizzaiolo, come afferma lui stesso, e tutto il suo bagaglio d’esperienza; sono leggere, dall’impasto notevolmente idratato, e il gusto resta quello di sempre. In menu fanno da contorno i dolci della pasticceria Mennella, i vini campani e le birre artigianali.

50 Kalò

L’impasto

Perché dovreste visitare questa pizzeria? Per il semplice fatto che Ciro Salvo è una garanzia, un pizzaiolo talmente innamorato del proprio lavoro che lo si percepisce subito, da come studia gli impasti e da come cerca gli ingredienti giusti per condire le sue pizze. Auguriamo lunga vita a 50 Kalò, un locale che renderà felice la popolazione napoletana, non più costretta a percorrere chilometri e chilometri per gustare l’ottima pizza di Ciro Salvo.

  • IMMAGINE
  • Dora Sorrentino

I commenti degli utenti