Siamo stati da Princi: la pizza di Franco Pepe arriva a Milano

27 febbraio 2014

Milano: Piazza XXV aprile, al centro della movida di corso Como e corso Garibaldi, negli ultimi sette anni è stata soffocata da un eterno cantiere. Le attività che si affacciavano sulla piazza si sono pian piano spente: alcune, come il teatro Smeraldo, hanno chiuso definitivamente. princi ritorna in una veste nuova e si avvale della collaborazione del noto pizzaiolo franco pepe Anche il punto vendita di Princi, al numero 5, ha risentito dei lavori sempre in corso, ma ora le ultime transenne sono state tolte e Princi, dopo nove mesi di chiusura per ristrutturazione, risorge dalle ceneri. In senso non solo figurato: la bakery più nota della città riapre mettendo al centro il forno a legna e le braci. Grazie alla collaborazione con Franco Pepe il nuovo punto vendita infatti sfornerà non solo brioche, panini e panettoni, ma anche vere pizze della tradizione napoletana: Ettore Princi, responsabile del forno e figlio del fondatore Rocco, ha lavorato con Pepe per riprodurre a Milano i sapori della provincia casertana. Delle braci sarà invece maestro Valentino Russo, giovane chef deciso a portare in Lombardia l’aroma dei carboni di mandorla.

franco pepe a tavola

franco pepe

Rocco Princi è stato categorico: “Non è un bistrot. E neanche un ristorante, che è un concetto troppo formale: è semplicemente Princi, un posto dove andare a qualunque ora per fare una pausa e sentirsi a proprio agio. Vogliamo trasmettere un’emozione di benessere: la gente deve uscire di qui sentendosi bene, per il cibo, per il servizio o per qualsiasi cosa gli sia piaciuta”. In effetti nel nuovo locale, che utilizza i toni sobri tipici di Princi e dispone di una luminosa veranda e di una grande quantità di tavolini, sedie, divanetti e sgabelli, trovare il proprio angolino confortevole non dovrebbe essere difficile.

princi interni

gli interni del nuovo locale

Si potrà andare da Princi a ogni ora del giorno e della notte: da domani 28 febbraio, data dell’inaugurazione, si comincerà la mattina dalle 7, proponendo la colazione con il caffè, la marmellata di mandarini e i succhi di frutta fatti in casa, e si proseguirà fino alle 2 di notte. A quell’ora verrà chiuso gran parte del locale, ma il bancone rimarrà accessibile fino alle 6 del mattino, esponendo brioche, panini e bibite analcoliche per i nottambuli di Milano.

pizza mementa

pizza mementa

Dall’ora di pranzo a mezzanotte la cucina proporrà un calzone e quattro delle pizze di Pepe, compresa una saporita variante vegana: la Mementa, con crema di cipolla di Alife, crema di ceci e cicoria selvatica. Valentino Russo presenterà invece piatti tradizionali (con un occhio di riguardo alla presentazione), come gli gnocchi di semola con fagioli, ceci e pancia di maiale, o la degustazione di pesce e crostacei a varie cotture.

giancarlo mancino

Giancarlo Mancino

Potrebbe però valere la pena di tenersi leggeri: il pane di Princi ben si adatta a una bruschetta croccante con pomodoro e basilico fresco, o ad accompagnare i taglieri di formaggi di Beppino Occelli e di salumi di cinta senese. Una soluzione particolarmente adatta se si decide si fermarsi qui per un aperitivo, tentati dalla carta dei cocktail studiata da Giancarlo Mancino, barman creatore e produttore dell’omonimo vermouth. In questi giorni fervono gli ultimi preparativi: si istruisce lo staff, si stabiliscono i particolari della presentazione e delle ricette. L’appuntamento è da venerdì 28 febbraio, a qualunque ora: Rocco Princi si prepara a dare una giusta accoglienza ai milanesi mattinieri e nottambuli, e anche a Eataly, che nel giro di qualche settimana aprirà sul lato opposto della piazza.

Ecco la gallery con tutte le altre foto di Princi.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti