Taste Firenze: il programma di lunedì 10 marzo

6 marzo 2014

Firenze si accende di gusto e dopo aver parlato di quello che succederà per Taste alla Stazione Leopolda sabato 8 marzo e domenica 9, è il momento di dedicarsi al lunedì 10: per tradizione è la giornata più tranquilla, quindi un’ottima occasione per scoprire la diversità culturale e biologica dei cibi, parlando con calma con i produttori nella Fabbrica del Gusto che sarà abbellita con circa 600 frammenti di porcellana di Richard Ginori 1735. il lunedì è la giornata più tranquilla, l'ideale per scoprire con calma i prodotti dei 300 espositori di taste Il lunedì non ci saranno i dibattiti nella zona Alcatraz, ma non mancheranno le piccole sorprese delle 300 aziende per il pubblico. Servirà del tempo scoprire Il genio nella pentola: 9 espositori messi insieme per costruire un ricettario speciale firmato Taste, con i prodotti a fare da spunti creativi per nuove ricette. Un must tra gli assaggi sarà la Francesina della Casa di Caccia, un prêt-à-manger concepito dallo chef Luca Cai dopo il successo del lampredotto in zimino. Tra i dolci spiccherà la Torta Pistocchi nell’esotica versione Elisa, la torta Martarè di Villa Marta e il marrone piemontese di Agrimontana. Da non perdere anche l’Apicoltura Cazzola che proporrà il miele in una veste insolita: l’erba medica si affianca ad altre specialità di origine botanica, come il miele di lavanda, quello di erica o di girasole.

Fuori di Taste – lunedì 10 marzo

Fuori di Taste

  • A mezzogiorno il pranzo inizierà all’Ora d’Aria in via dei Georgofili: lo chef Marco Stabile presenterà cinque tipi diversi di tapas preparati con i nuovi Briks PetraViva (mattoncini di cereali e legumi), mentre la sera il ristorante cambierà veste con l’appuntamento Tartufi all’Aria: un menu di quattro portate a base di tartufi di stagione di Stefania Calugi.
  • Dalle 12 alle 22 Enrico Panero, chef del ristorante Da Vinci, interpreterà la selezione Schooner de Il Mare che Amo presso Eataly Firenze, in via de’ Martelli: un menu di nuovi sapori e nuove esperienze.
  • Alle 18.00 sarà il tea time: nella nuova boutique Ladurée in via della Vigna Nuova 48, si potrà degustare il nuovo macaron Marie-Antoinette, in omaggio alla celebre regina e al film di Sofia Coppola.
  • L’aperitivo più cool della serata sarà preparato dallo chef Angiolo Barni e Paolo Parisi con Lu Furnu e Il Pentolo, presso l’Opificio JM di Prato in piazza San Marco. Protagonisti i prodotti di Verrigni, Joselito e Sanfilippo.
  • Alle 20.30 tutti a cena dall’altra parte dell’Arno: il Tamerò in piazza Santo Spirito 11 diventa green con proposte vegetariane che partono dalla storia del pomodoro per arrivare ai grissini al finocchietto, il tutto accompagnato dalla birra artigianale Moa.
  • Sfida tra riso e pasta per la cena al Ristorante Il Palagio del Four Seasons in Borgo Pinti 99: il cacao di Domori si fonde con il riso-non-risotto di Acquerello e la pasta di Benedetto Cavalieri.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti