Le verdure della primavera

9 marzo 2014

Siamo abituati a vedere pomodori e fragole a dicembre e a mangiare finocchi e arance a luglio ma non è così che funzionano le cose in natura; tanti sono gli chef che preferiscono rispettare la stagionalità e offrire sempre prodotti freschi. Per seguire il buon esempio vediamo allora quali sono le verdure di stagione in primavera, ingredienti che fanno bene alla nostra salute, all’ambiente e (non meno importante) al nostro portafoglio.

asparagi

A marzo iniziano a vedersi i primi asparagi, l’ideale per risotti e frittate. In Italia si trovano diverse varietà che si contraddistinguono per il colore: bianco, verde o violetto. marzo segna l'inizio della stagione primaverile delle verdure, dagli asparagi all'aglio Qualunque tipo scegliate, sappiate che state facendo il pieno di fibre e sali minerali. Marzo segna anche l’inizio della stagione della lattuga, della rucola, della cicoria, dell’invidia, dei ravanelli e delle cipolline, per delle fresche insalate prima di una passeggiata al mare o in campagna. Camminando nei campi potrà capitarvi di scorgere dei bellissimi fiori gialli: è il tarassaco, una pianta dalle proprietà depurative i cui fiori vengono spesso utilizzati in cucina fritti, saltati in padella con l’aglio o a crudo. A proposito di aglio: sapevate che la sua stagione migliore è proprio la primavera e parte dell’estate (maggio-luglio)? In questi mesi possiamo trovarlo fresco ma si conserva durante l’anno secco, spesso intrecciato in collane che le nostre nonne appendevano in cucina.

carciofi

Ancora possiamo vedere sui banchi del mercato ortofrutticolo e dei supermercati prodotti tipicamente invernali come cavoli, cavolfiori, broccoli, porri, radicchio e spinaci che dovrebbero man mano scomparire per lasciare spazio ad altri colori e ad altri sapori. Il carciofo, ingrediente molto usato in Italia, in particolare per le ricette di Pasqua, che è di stagione da ottobre ad aprile. Maggio segna l’inizio del periodo di uno degli ingredienti più amati della cucina mediterranea: il pomodoro. Da maggio a settembre questo frutto rosso accompagnerà molti dei nostri pasti per poi diventare un’ottima conserva per l’inverno.

piselli

Nello stesso mese, fanno il loro ingresso nella nostra lista della spesa fagiolini, fave e piselli, tre ingredienti importanti della nostra tradizione culinaria: la primavera è anche il trionfo delle verdure verdi: fagiolini, fave e piselli, ma anche bietole, a seconda della varietà un tocco di verde che insieme al basilico (che però si inizia a raccogliere verso giugno) potrà rendere più colorati e sfiziosi i nostri piatti. In particolare i piselli sono facili da trovare anche surgelati o in barattoli ma il prodotto fresco è tutta un’altra cosa e passare le serate a sbucciarli ricorda un po’ l’infanzia. Ci sono poi ingredienti che si possono trovare in periodi diversi dell’anno anche in natura, merito della diversità di condizioni atmosferiche di cui gode naturalmente il nostro Paese e non di forzature umane: è il caso delle bietole, che a seconda delle varietà e delle regioni vengono seminate e raccolte in mesi diversi. Potremmo definirla una verdura evergreen.

I commenti degli utenti