Il nuovo Bir&Fud a Roma: birra e Bowerman

2 aprile 2014

Orfani di Bir&Fud l’attesa è quasi finita: dal 7 aprile ritornerà sulla strada della birra di Roma, via Benedetta, la nuova versione dell’amato locale di Manuele Colonna, Fabio Spada e Leonardo Di Vincenzo. Per l’occasione anche il nome cambierà, diventando di fatto Bir&Fud duepuntozero. Durante la presentazione alla stampa del nuovo progetto, Di Vincenzo ha raccontato l’esigenza dei proprietari di cambiare i connotati al locale e di arricchirlo di nuovi contenuti. lunedì 7 aprile riapre al pubblico romano bir&fud: si aggiunge al gruppo la cucina di cristina bowermanAperto nel 2007, Bir&Fud è stato pioniere a Roma nel proporre birre artigianali di qualità abbinate a pizza e cibo di livello; dopo ormai 7 anni hanno voluto dare al locale una nuova linfa. A partire dal contenitore: gli architetti Silvia Guzzini e Andrea Desideri (B15A), si sono ispirati al mondo brassicolo e ai suoi strumenti per restaurare gli interni, pensando anche alla struttura urbana del rione e ai colori della vicina basilica di Santa Maria in Trastevere. I pannelli d’oro che ricoprono il soffitto sembrano proprio un fiume di birra. Fabio Spada ha invece sottolineato come tra gli obbiettivi di Bir&Fud ci sia quello di riportare cultura gastronomica in un quartiere che appare sempre più senza speranza a causa della movida. Ha evidenziato come la ristorazione debba sforzarsi di fare un lavoro di qualità anche e soprattutto in quartieri difficili. Senza volerne fare una missione in senso retorico, il progetto Bir&Fud duepuntozero sembra partire da ottime premesse, sia dal punto di vista gastronomico che di pensiero.

Il nuovo Bir&Fud a Roma: birra e Bowerman

Il nuovo Bir&Fud a Roma: birra e Bowerman

tutte le foto

Le birre artigianali alla spina saranno 36 e ogni mese sarà invitato un birraio a presentare il suo lavoro. Le 30 spine e le 6 pompe verranno raggruppate per tematiche invece che per stile: oltre alle resident, fisse, si partirà ad esempio con le birre tedesche della Franconia, una selezione di birre inglesi e belghe, birre sour, birre affinate in botte come la Old Antonia di Birra del Borgo e un gruppo di birre brassate con ingredienti locali. E poi la grande novità: la chef stellata Cristina Bowerman (Glass Hostaria), elaborerà piatti creativi a partire da alcune birre per esplorare ogni possibile abbinamento di sapori. Durante l’incontro con la stampa la Bowerman ha confessato quanto sia stimolante per lei questo nuovo banco di prova, perché raramente la cucina viene messa a servizio di una bevanda come si farà in questo nuovo progetto. Ci saranno anche altre pietanze sempre presenti in menu e i classici di Bir&Fud, come il tris di supplì romano. L’appuntamento col nuovo locale è dunque per lunedì 7 aprile, tenete pronti i boccali.

I commenti degli utenti