10 modi per cucinare le salsicce

30 aprile 2014

Come cucinare le salsicce? Del maiale, si sa, non si butta via nulla: dalle parti meno nobili, come muso e piedino, si ricavano saporiti piatti regionali, mentre quello che avanza dalla preparazione dei prosciutti, della pancetta e del carré, le salsicce sono un prodotto versatile in cucina e apprezzate nella maggior parte delle occasioni si insacca con spezie ed erbe e nel giro di qualche giorno diventa una gustosa salsiccia o un salame. Le salsicce in particolare sono un alimento amato da quasi tutti, perfetto per essere gustato, nelle sue numerosissime varianti locali, in un panino croccante con due foglie di insalata e una dose generosa di salse. Può capitare però di dover preparare un pasto da mangiare con forchetta e coltello, e di voler evitare la solita anonima padella: fortunatamente la salsiccia, come il maiale, è versatile e si presta a numerose interpretazioni. Ecco quindi 10 modi per preparare le salsicce, con qualche suggerimento di cottura a cui forse non avevate ancora pensato.

  1. salsicce alla braceAlla brace: non a caso la salsiccia è la regina del barbecue. Contrariamente alle abitudini più diffuse, non deve necessariamente essere preparata da un maschio: il confronto diretto con fuoco e carbonella è alla portata di chiunque sia animato da buona volontà. L’importante è mettere la salsiccia intera sulla griglia, facendo attenzione a non bucare il budello almeno per i primi minuti, così da far cuocere la carne nel suo stesso grasso, in un amalgama unico di profumi e sapori.
  2. Sotto la brace, o meglio, sotto la cenere: ne serve di caldissima e di solito la si trova come risultato di un fuoco acceso nel caminetto o di un barbecue. Bisogna avvolgere bene le salsicce nella carta forno o nella carta d’alluminio e lasciarle cuocere per circa 15 minuti. I cartocci si aprono direttamente nei piatti per non disperdere il sughetto di cottura.
  3. panino con salsicciaAlla piastra. È la tipica preparazione da panino, ma si può replicare facilmente per abbinarla a un contorno leggero. La salsiccia va tagliata a metà e privata del budello, per poi essere schiacciata bene sulla superficie calda della piastra. Anche in questo caso generalmente non occorrono grassi aggiuntivi.
  4. In padella, ubriaca. Bisogna bucare la salsiccia e farla cuocere con un paio di dita d’acqua, che si riempirà presto del grasso della carne e andrà eliminata. A questo punto si sfuma con il vino rosso, che dà colore e sapore. La stessa preparazione si può replicare al microonde, cuocendo la salsiccia a massima potenza per 5-7 minuti prima con l’acqua e poi con il vino, per poi farla colorire eventualmente con un passaggio al grill o in padella.
  5. Tornando alla padella e alla salsiccia privata del budello, si può preparare un saporitissimo ragù in bianco. Si spezzetta la salsiccia nella padella calda e si sfuma a piacimento con l’aceto balsamico: aggiungete la pasta, mantecate e gustate.
  6. salsiccia al fornoAl forno, in una pirofila con patate, cipolle o il contorno che desiderate. La salsiccia si può bucherellare prima o durante la cottura, per far fuoriuscire parte del grasso e insaporire così le verdure: è bene tenere presente che il contorno andrà comunque condito con olio, sale o altro prima dell’inizio della cottura.
  7. Bollita. Basta lasciare la salsiccia in acqua bollente per circa 30 minuti: farà tutto da sola.
  8. Al cartoccio. Dovrete ungere bene un foglio d’alluminio e disporvi le salsicce, le patate, gli aromi: chiudete tutto e lasciate cuocere a 200 °C per una trentina di minuti.
  9. lasagna alla salsicciaSe preferite un ricco piatto unico, o un primo sostanzioso, dovreste mettere della salsiccia ancora cruda fra le lasagne o gli strati di polenta, e poi a cuocere insieme in forno. A piacimento unite besciamella, funghi, formaggio e tutto ciò che vi stuzzica l’appetito.
  10. Gli spiedini di salsiccia si cuociono bene in forno, ma sono adatti anche alla padella, alla griglia o alla piastra. L’importante è tagliare le salsicce in pezzetti di dimensioni uguali, alternarli con qualche verdura per smorzare il grasso e ricordarsi di girare spesso gli spiedi.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti