Cosa berremo a May.BRome: 2ª Parte

7 maggio 2014

Completiamo il nostro viaggio tra i birrifici e le birre presenti a May.BRome: nella prima parte ne abbiamo scoperti alcuni ed ecco gli altri nomi per essere davvero preparati per questo spumeggiante evento romano, che si terrà dal 9 all’11 maggio all’ippodromo di Capannelle di Roma tra buon cibo, buon bere, street art e musica.

  1. Teo MussoBaladin. Teo Musso e il suo birrificio porteranno a Roma tre delle loro Open, ovvero tre birre che appartengono al progetto open source nato nel 2008. Che cosa significa? Che la ricetta dei vari prodotti di questa selezione Baladin è stata messa di volta in volta online, fruibile a tutti, e che tutti possono contribuire inviando le proprie indicazioni. A May.BRome potrete assaggiare alla spina le Open White, Gold e Amber e, se avete qualche ricetta, provate a condividerla tra un sorso e l’altro.
  2. AurelioAurelio. Dalla provincia di Roma, per essere precisi da Ladispoli, arrivano le birre di Bruno e Valerio del birrificio Aurelio. Ci faranno assaggiare una chocolate stout, una belgian ale, una IPA o un’APA? Ancora non si sa: non vi resta che passare a May.BRome per scoprirlo.
  3. MaltovivoMaltovivo. Vengono dal Sud, dalla provincia di Benevento, i ragazzi del birrificio Maltovivo che producono birra artigianale dal 2004. Tra le più amate della loro produzione ci sono sicuramente Tschö! (chiara), Noscia (ambrata), Fahrenheit (rossa) e Black Lizard (scura), ma anche in questo caso c’è ancora un’aura di mistero su quale sarà la prescelta per la festa di maggio.
  4. opperbaccoOpperbacco. Dalla catena del Gran Sasso, in provincia di Teramo, arriveranno a May.BRome le birre di Opperbacco, birrificio gestito dalla coppia Luigi e Arianna, con il prezioso aiuto di Marco. Per l’occasione proporranno la 4punto7, la Bianca piperita (che, come suggerisce il nome, prevede l’utilizzo della menta ma anche del miele), la Deep Under, la 6SonIPA (creata insieme a Leonardo Di Vincenzo di Birra Del Borgo), L’Una Rossa, la Tripping Flowers (ispirata all’omonima rock band abruzzese) e la 10 e Lode. Sarà quest’ultimo il voto che darete a queste birre? Non vi resta che assaggiarle e poi decidere.
  5. MaiellaMaiella. Dall’Abruzzo, più precisamente da Casoli (CH) arriveranno invece le birre del birrificio Maiella, dal nome della montagna che sovrasta la casa in cui nascono questi prodotti artigianali. Come per Opperbacco anche in questo caso c’è dietro una storia di amore e di passione comune: è quella di Massimiliano e Sonia che hanno iniziato questa avventura per far assaggiare le proprie birre alla famiglia e poi, nel 2008, hanno deciso di trasformare il tutto in un vero e proprio lavoro.
  6. Chicche. Non è un nuovo birrificio ma una selezione di prodotti davvero unici, scelti per questa edizione da May.BRome: si tratta di birre speciali come la Ipè Celebrator del birrificio San Paolo di Torino, la Extra Brune di Maltus Faber di Genova e alcune proposte del birrificio belga Cantillon.
  7. BirradamareABI. A May.BRome troverete anche uno stand dell’Abi, l’Associazione Birra del Lazio, che accoglierà sotto lo stesso tetto il birrificio Turbacci di Mentana (RM) con la Imperial Quinn e la Weisse, il birrificio FreeLions di Tuscania (VT), il birrificio Itineris di Castellana (VT), due proposte della Birra del Borgo (ReAle Extra e Cortigiana), e il birrificio Birradamare di Fiumicino (RM) con La Zia Ale e Nera.

I commenti degli utenti