Culinaria 2014: gli appuntamenti giorno per giorno

13 maggio 2014

La nona edizione di Culinaria è ormai alle porte: tra pochi giorni, dal 17 al 19 maggio, il mercato romano di Garbatella (in via Francesco Passino) si tingerà con i colori del tema Un fiore in cucina, declinati secondo la sensibilità femminile a cui la rassegna è completamente dedicata. Tantissime sono le attività pensate dall’organizzazione, per un programma che si articola su tre sale principali: il Teatro, l’Aula Didattica e la scuola Italian Chef Accademy, oltre al mercato dei produttori e allo street food. Come orientarsi allora? La bussola per Culinaria ve la diamo noi di Agrodolce, indicando in questo articolo gli showcooking a cui assisterete al Teatro.

Sabato 17 maggio

Loretta Fanella

Loretta Fanella

Apre le danze alle 11.00 la pluripremiata pasticciera Loretta Fanella che, dopo le esperienze con Cracco e da El Bulli con Ferran Adrià, sarà a Roma per presentarci “Arriva la primavera 2014”. Si proseguirà alle 12.00 con Sara Papa, volto di Alice TV nonché esperta panificatrice, che sul palco di Culinaria ci insegnerà come preparare non del comune pane ma dei profumati panini in fiore.

Chef Cristina Bowerman

cristina bowerman

Prima della pausa, alle 13.00, salirà sul palco una rockstar della cucina italiana al femminile, Cristina Bowerman, che stimolerà l’appetito con un omaggio al piatto primaverile della Capitale per antonomasia, la Vignarola Rivisata. Le danze riprenderanno alle 14.00 volando virtualmente a New York con la pasticciera Pamela Yung, quindi sarà la volta della bravissima Nadia Moscardi di Elodia che alle 15.15 racconterà l’Abruzzo fiorito attraverso due piatti. Sempre dall’Abruzzo arriva lo zafferano per La mela e lo zafferano, gelatina di ibiscus, dessert pensato Marion Lichtle, pasticciera stella de Il Pagliaccio di Roma. Il sabato si chiuderà con la pirotecnica di appuntamenti: alle 17.15 Marzia Buzzanca e il suo baccalà al latte con un bland di spezie preparato con Francesco Apreda e, a seguire, la neo-vincitrice de La Prova del Cuoco, spagnola di adozione romana, Alba Esteve Ruiz che da Marzapane porterà il Baccalà di Primavera.

Domenica 18 maggio

Letizia Grella

letizia grella

Non gettate la spugna dopo il primo giorno, perché domenica il programma del Teatro non è meno interessante: la colazione verrà servita alle 11.00 da Letizia Grella con la sua Peonia in pasta di zucchero, cui seguiranno alle 12.00 le Frittatine di papaveri, ortiche e primule preparate dalla chef Anna Ghisolfi di Alessandria. L’intervento successivo (ore 13.00) si sposterà ancora più a Nord, oltre confine, grazie alla partecipazione di Agata Felluga, partita da Strasburgo per presentarci il suo piatto: Il glicine e la memoria.

iside-de-cesare

iside de cesare

La ripartenza dopo pranzo, affidata alle 14.15 alla chef Maria Probst del ristorante fiorentino La Tenda Rossa, farà da preludio a una giovane e già affermatissima panificatrice, Roberta Pezzella, e al suo Pane al polline fresco, alle 15.15. A seguire gli interventi che dalla Parigi di Tatiana Levha (16.15), al sapore di asparagi e di anatra, ci porteranno alla Teramo di Emanuela Tommolini (17.15). In conclusione della giornata si torna di nuovo nel Lazio più autentico con l’agnello di Iside De Cesare dello stellato La Parolina, alle 18.15.

Lunedì 19 maggio

Aurora Mazzucchelli

Aurora Mazzucchelli

Il lunedì, giorno di chiusura della kermesse, inzierà alle 11.00 con la chef Aurora Mazzucchelli che ci racconterà della sua Emilia attraverso due piatti, uno salato a base di rane e uno dolce a base di cioccolato bianco e fiori. Alle 12.00 La slovena Ana Roš con Un giardino, un giardiniere, una chef anticiperà la sempre sorridente Rosanna Marziale, casertana doc, che per Culinaria ha pensato a un piatto chiamato Chicory (ore 13.00).

Valeria Piccini

Valeria Piccini

Imperdibile alle 14.15 l’intervento di Valeria Piccini, una grandissima signora della cucina italiana che ha segnato una parte della storia della ristorazione con il suo Da Caino. Dalla Toscana si tornerà allo Yam’Tcha di Adeline Grattard (ore 15.15), per poi tornare in Italia con il Vitello tonnato (urbano) di Marta Grassi alle 16.15. Gli ultimi fuochi d’artificio verranno sparati sul palco del Teatro prima da Antonia Klugman del Venissa (ore 17.15) e quindi da Francesca Castignani della pasticceria Belle Hélène di Viterbo che alle 18.15 concluderà in dolcezza con una crostata a base di pere, olio evo e finochietto.

Questi sono gli appuntamenti del Teatro: restate sintonizzati perché abbiamo ancora tanto da raccontarvi prima che la kermesse abbia inizio.

I commenti degli utenti