Buona Puglia a Bari: come ti organizzo le eccellenze regionali

22 maggio 2014

Buona Puglia riparte dal meglio: l’associazione nata per mettere insieme le eccellenze regionali in tavola, dopo dieci anni di vita apre le porte a produttori di qualità e dimore di charme, triplicando in poco meno di un mese le adesioni: 70 a oggi e le iscrizioni non sono ancora chiuse. Nuovo corso dell’associazione e presentazione dei nuovi soci (selezionati in base a parametri di qualità e su invito esclusivo dell’associazione stessa) sono i temi del convegno fissato per lunedì 26 maggio presso la Camera di commercio di Bari.

Buona Puglia

È il primo passo di un percorso che punta a mettere insieme quel giacimento di cose buone che la Puglia sa esprimere, raccontandole attraverso un unico portale web, vetrina delle singole esperienze produttive ma anche delle iniziative condivise che saranno realizzate a partire dalla bella stagione. In calendario eventi gourmet, pacchetti vacanze e percorsi di gusto fra ristoranti e aziende produttrici.

Capocollo

capocollo di martina franca

Fra i progetti promossi da Buona Puglia anche quello di creare dei panieri, scrigni zeppi di olio, pane, vino, dolci, salumi, che troveranno spazio in porti e aeroporti, con l’intento di esportare fuori dai confini regionali il meglio dei prodotti pugliesi. Sono solo alcuni esempi delle iniziative che l’associazione si propone di realizzare anche grazie al contributo dei nuovi soci. Alla crisi la Puglia risponde così: “Together is better”.

I commenti degli utenti