6 frullaterie da provare a Milano

9 giugno 2014

Passare i pomeriggi alla scrivania sembra improvvisamente essere diventato intollerabile: con la bella stagione diventiamo quasi tutti passeggiatori seriali, per le strade del centro o i sentieri del parco; la bella stagione è il momento perfetto per concedersi frullati e centrifugati freschi, specialmente in città e come rinunciare a una rinfrescante merenda all’aperto? Fare tutti i giorni il pieno di creme e gelati può sembrare eccessivo. Fortunatamente esiste un’alternativa gustosa e salutare: frullati e centrifugati sono solo in attesa di essere riscoperti e sono in grado di soddisfare tutti, dall’intollerante al lattosio al vegetariano convinto. A Milano inoltre non bisogna accontentarsi del classico mela-banana: sono diversi i locali che offrono bicchieroni ricolmi di vitamine, ingredienti naturali e un pizzico di piccante creatività. Ecco 6 indirizzi dove recarsi in città per rinfrescarsi quest’estate.

  1. VielIl più noto di tutti, in attività dal 1955, è Viel (corso Buenos Aires, 15): non sono pochi i milanesi che al solo scorgere l’insegna provano moti di nostalgia per i pomeriggi adolescenziali. In entrambe le sedi, arredate come se gli anni ’60 non fossero mai finiti, le proposte sono delle più classiche: frullati con latte o acqua e ghiaccio, banana e lampone, mela e mirtillo, o una qualsiasi combinazione a scelta dalla frutta fresca esposta bene in vista sul bancone. Aggiunte proteiche per chi, più che alla naturalità, guarda alla palestra.
  2. Fru.eatFruEat, chiosco al centro di piazzale Baracca, diventerà invece fonte di nostalgia per un’altra generazione: grazie alla posizione strategica, ai tavolini all’aperto e alle tonalità coloratissime di arredamento e prodotti, è la gelateria-frullateria preferita dai più giovani. Qui la frutta è in parte fresca e in parte congelata: largo a combinazioni locali-tropicali come mango e mela, frutti di bosco e datteri, papaya e miele. Da combinare con acqua, latte vaccino, di soia o di riso.
  3. Fruiteiro do brasilMa se amate la frutta tropicale, allora il locale giusto è Fruteiro do Brasil (via Tivoli, 2), a due passi da Brera e dal Parco Sempione. La frutta, per poter essere conservata al meglio, arriva in polpa congelata dal Sud America: il che vuol dire niente buccia o semini fra i denti e possibilità di assaggiare frutti particolari come l’acai, l’acerola, la goiaba, la graviola, combinati con zenzero o coriandolo. I sapori risultano comunque tutti molto delicati e si propone l’aggiunta di zucchero o latte condensato per rivitalizzarli.
  4. thatsvapore19Niente zucchero, o in generale niente che sia già presente nella frutta, da That’s Vapore (corso di Porta Vittoria, 5). Questo locale è noto soprattutto per la cucina, che in realtà è in attività tutto il giorno, offrendo un attimo di relax in un ambiente tanto naturale da essere interamente rivestito in legno. Mancano solo i rumori del bosco, sostituiti da musica leggera. I centrifugati, con frutta e verdura, promettono effetti salutari e sono gustosi, come lo Sweet & young, miscela di mango e mela generosamente ricoperta di cannella in polvere. Servizio a temperatura ambiente, per dissetare senza compromettere minimamente il gusto.
  5. VivaLa scelta si fa più ampia da Viva, mini-catena che in un paio d’anni ha già aperto tre punti vendita in città: il più suggestivo, con un’ampia vetrata sulla strada affollata, è quello di largo della Crocetta. Comunque i frullati si preparano al momento anche in via Cesare Correnti 20 e in piazzale di Porta Lodovica 6: consigliatissimo il Giglian, con banana, mirtilli, yogurt e un aromatico tocco di miele. Ma sarà difficile anche resistere alla spremuta arancia e bergamotto o allo yogurt da bere al sale rosa e cardamomo.
  6. La SusinaSe però cercate la vera natura e le combinazioni più azzardate, la scelta non può che cadere su La Susina (via Giuseppe Lagrange, 15), a pochi passi dal Naviglio Pavese. Avete mai provato il centrifugato alla barbabietola o quello all’avocado? Qui è possibile. Niente latte vaccino però: La Susina è strettamente vegana e i frullati si preparano solo con acqua, latte di riso o latte di soia. Alte le concentrazioni di frutta: ordinando un centrifugato di mele, carote e zenzero preparatevi al gusto piccante della spezia fresca e a togliervi dai denti i naturalissimi, inevitabili pezzettini di buccia.

E le vostre frullaterie preferite quali sono?

I commenti degli utenti