Breve guida per italiani all’estero: Giappone

22 luglio 2014

Il Giappone è una tra le mete turistiche più amate e più scelte in assoluto, ma per un italiano e in generale per un occidentale non è certamente semplice sedersi a tavola per un pranzo o una cena tradizionale giapponese. Infatti, nonostante si mantengano tutte le buone regole imposte dal nostro galateo, si potrebbero fare alcune gaffe: i nipponici sono molto formali e prima di avventurarsi in un viaggio orientale è bene sapere cosa fare e cosa evitare. Vediamo dunque qualche nozione di galateo giapponese a tavola, così da non farci trovare impreparati.

  1. Oshibori_towelIn Giappone niente tovaglioli di carta: prima del pasto vi verrà distribuito un oshibori, un piccolo asciugamano inumidito che servirà per pulirsi e per profumarsi le mani, utile soprattutto per togliere via l’eventuale odore di pesce dovuto al consumo di sushi.
  2. Il padrone di casa serve da bere agli ospiti, i quali non dovranno mai svuotare il bicchiere ma riempirlo dopo ogni sorso.
  3. Se avrete bevuto a sufficienza dovrete capovolgere il bicchiere dopo averne bevuto il contenuto.
  4. SakèIl sakè per i nipponici è come il vino per noi italiani: è usanza che il padrone di casa lo versi nei bicchieri degli ospiti, i quali dovranno poi preoccuparsi di riempire il suo bicchiere.
  5. È buona educazione servire da bere agli altri ospiti seduti accanto.
  6. Prima di iniziare a bere un alcolico, fate un brindisi alzando leggermente il bicchiere verso il padrone di casa, esattamente come si fa in Italia.
  7. sakè brindisiAl momento del brindisi non dite cin cin, potreste essere fraintesi.
  8. I giapponesi mangiano sano e solitamente scelgono porzioni piccole; se avete molta fame è meglio non dirlo poiché è considerata una richiesta disdicevole: è possibile fare il bis, ma attenzione a non abbuffarvi.
  9. pasto giapponeseA differenza di quanto avviene in Italia, dove si porta a tavola una pietanza dopo l’altra, il pasto giapponese è presentato a tavola tutto assieme: potete servirvi dai vassoi posizionati al centro.
  10. Prestate attenzione a non infilare mai le bacchette nel cibo, poiché è un segno associato ai defunti.
  11. bacchetteÈ da maleducati utilizzare le proprie bacchette usate per toccare del cibo comune.
  12. Non utilizzate le bacchette con entrambe le mani: vanno strette semplicemente tra le dita di una mano.
  13. Prima di mangiare è uso dire itadakimasu, che somiglia al nostro buon appetito, anche se in realtà significa ricevo questo cibo (e ringrazio).
  14. Soffiarsi il nasoNon soffiatevi il naso a tavola perché i giapponesi lo considerano come un gesto da maleducati: meglio scusarsi e allontanarsi per un attimo, in caso di raffreddore.
  15. Il sushi può esser mangiato con le mani, oltre che con le bacchette.
  16. Zuppa giapponeseZuppe e paste in brodo vengono tipicamente consumate senza cucchiaio. In caso di dubbio guardate come procedono i vostri commensali.
  17. Non preoccupatevi se fate rumore sorbendo la zuppa: in questo modo i nipponici capiranno che gradite il piatto.
  18. Non riempite mai piatti, tazze e scodelle per le zuppe fino all’orlo perché è considerata cattiva educazione.
  19. condividere il sushiQualcuno vuole assaggiare il vostro buonissimo e bellissimo sushi? Non passateglielo da bacchetta a bacchetta perché è considerato un gesto porta sfortuna; meglio passare direttamente il piatto e lasciare che l’altro commensale si serva.
  20. soddisfazioneA fine pasto fate un sospiro: comunica al padrone di casa che avete gradito.
  21. La mancia in Giappone non si lascia, così almeno è in teoria. Il servizio è incluso nel prezzo e un cameriere guadagna a stipendio intero e non a percentuale sugli incassi o sul lavoro svolto. È così suggerito anche dall’ente turistico nazionale.

I commenti degli utenti