Gli usi dello yogurt in cucina

8 settembre 2014

Lo yogurt si è ritagliato negli anni un posto stabile nel nostro frigorifero; la sua storia mostra come da alimento medicamentoso sia via via diventato un ingrediente indispensabile in cucina. Spesso è consumato a colazione oppure a merenda ma, allargando la visione che ne abbiamo anche grazie al confronto con altre cucine, scopriamo che lo yogurt può avere molteplici funzioni. Ecco gli usi più comuni in cucina.

  1. La salsa di yogurt e maioneseMaionese light: si può alleggerire la maionese preparata in casa mescolandola allo yogurt bianco non zuccherato in pari quantità di volume; si ottiene una salsa spalmabile, con un contenuto di grassi inferiore e caratterizzata da una piacevole acidità.
  2. dressing allo yogurtDressing da insalata: emulsionando 100 g di yogurt bianco con un cucchiaino di senape in grani, un pizzico di sale e un cucchiaio di olio, si ottiene un ottimo condimento per insalate e pinzimonio.
  3. Tzatziki: la saporita salsa tipica della cucina greca ha come ingrediente fondamentale lo yogurt greco compatto. Basterà aggiungere cetrioli, aglio, un pizzico di sale, olio di oliva e mescolare il tutto con una forchetta per ottenere la salsa fatta in casa.
  4. Cheesecake Cheesecake: il tipico dolce americano con una base croccante di biscotti e uno strato di crema di formaggio risulterà meno calorico e ugualmente gradevole sostituendo una parte di formaggio spalmabile con lo yogurt bianco.
  5. zuppa con lo yogurtZuppe: alcune minestre di verdura tipiche della cucina dell’est Europa hanno come ingrediente lo yogurt bianco, il bortsch ne è un esempio. L’aggiunta di un cucchiaio di yogurt compatto a fine preparazione dona una piacevole sensazione di freschezza e di acidità a un passato di verdura; eccellente anche su una vellutata di piselli e menta oppure su una crema fredda di zucchine e patate.
  6. Sostituto del burro: nella preparazione di dolci da forno, soprattutto nel ciambellone oppure nella torta morbida di frutta, lo yogurt sostituisce il burro o il latte senza inficiare la riuscita delle torte. Allo stesso tempo l’acidità e la presenza di fermenti lattici, in sinergia con il lievito in polvere, facilitano la lievitazione favorendo la crescita dell’impasto che risulta particolarmente morbido e spumoso.
  7. Preparazione del gelato: aggiungendo ¼ in peso di latte e altrettanto di panna allo yogurt cremoso, insieme a una piccola quantità di zucchero (o miele), è possibile preparare un gelato senza dover ricorrere alla pastorizzazione ma procedendo direttamente al passaggio in gelatiera. Si ottiene un gelato cremoso e lievemente acido, perfetto da accompagnare a frutta fresca e, in particolari modo, ai frutti di bosco.
  8. LabnehFormaggio fresco: lasciando scolare per una notte lo yogurt attraverso un telo di mussola a maglia molto stretta, si separa la parte di siero da quella più solida, ottenendo così una massa più densa ma pur sempre morbida. Questa sorta di formaggio, noto come labneh, è tipico del Medio Oriente e può essere lavorato a forma di palline e condito con erbe tritate o spezie prima di essere condito con un filo di olio di oliva. Il piatto è solitamente servito come antipasto oppure in accompagnamento a piatti di verdura.
  9. LassiLassi: la classica bevanda del subcontinente indiano prevede l’impiego di yogurt mescolato ad acqua frizzante, molto spesso in aggiunta a frutta fresca. È un’ottima bevanda come spuntino tra un pasto e l’altro se si usa frutta di stagione e si profuma con una spezia a piacere; nella versione più diffusa si usa il mango, un pizzico di polvere di cardamomo verde e pistacchi tritati grossolanamente.
  10. Marinate: prima di cuocere grossi pezzi di carne la cucina indiana insegna a insaporirli marinandoli nello yogurt e spezie. In questo modo si sfrutta l’acidità naturale dello yogurt per marinare la carne: questo non solo la rende più morbida in cottura ma facilita la veicolazione dei sapori, anche senza aggiunta alcuna di grassi.
  11. ghiaccioli allo yogurtGhiaccioli: frullando la frutta di stagione con yogurt bianco, e in caso di necessità aggiustando la dolcezza con un cucchiaino di zucchero o di miele, si ottiene un composto perfetto per i ghiaccioli. Occorre colarlo negli appositi stampi e lasciarli solidificare in freezer per ottenere una merenda sana e leggera.
  12. Frappè e smoothies: per alleggerire la componente grassa e calorica dei frullati, siano essi frappè o smoothies, basta sostituire il gelato o il latte con lo yogurt bianco aggiungendo, eventualmente, due cubetti di ghiaccio nel bicchiere del frullatore.
  13. Curry allo yogurtCurry: indispensabile per la preparazione dei curry, sia vegetariani sia a base di carne, lo yogurt contribuisce alla formazione di una salsa cremosa e saporita con cui accompagnare il riso bianco. Nel caso di piatti di carne è bene impiegarlo già nella marinata per aumentare la componente aromatica del piatto.
  14. Latticello: ingrediente indispensabile nei dolci di origine americana non è sempre facile da reperire. In casa si può preparare mescolando insieme una parte di yogurt intero e una di latte scremato con alcune gocce di succo di limone; si lascia risposare 15 minuti prima di utilizzare come da ricetta. L’aggiunta di questo ingrediente acido, oltre a favorire la lievitazione, contribuisce ad ammorbidire il glutine dell’impasto.
  15. AyranAyran: la tipica bevanda turca, estremamente dissetante e restitutrice di sali minerali, si può preparare facilmente in casa mescolando pari quantità di yogurt bianco con acqua frizzante e insaporendo il tutto con un generoso pizzico di sale; la formazione di una schiuma superficiale è del tutto normale e la bibita va sorbita in presenza di tale schiuma.
  16. Lievitazione: l’aggiunta di yogurt all’impasto per la pizza favorisce la lievitazione e ne riduce i tempi grazie alla presenza dei microrganismi naturalmente contenuti.
  17. come fare lo yogurtPreparazione yogurt: come un’araba fenice lo yogurt serve per produrre in casa altro yogurt, poiché risorge dalle sue ceneri dando luogo di volta in volta a un prodotto più saporito e di corpo più gradevole.

Questi sono alcuni spunti per utilizzare lo yogurt in cucina, oltre ai più semplici e intuitivi che lo vedono protagonista di coppe di frutta al posto di un dolce a fine pasto o di una merenda veloce. gli usi dello yogurt non si limitano alla cucina, ma spesso si estendono anche alla cosmetica e alla pulizia Nel caso in cui la data di scadenza fosse superata da 2 o 3 giorni, assaggiando preventivamente il prodotto, lo yogurt è consumabile senza alcun problema, se è stato conservato correttamente. Qualora invece la data di scadenza fosse stata superata da più tempo non gettate via il vasetto: potrete usarlo per preparare un impacco esfoliante per il viso aggiungendo un’albicocca schiacciata e un cucchiaio di crusca di avena; si massaggia su viso e collo e si lascia agire 15 minuti prima di sciacquare con acqua tiepida. Chi impiega l’henné come riflessante oppure per coprire i capelli bianchi, può aggiungere lo yogurt insieme a un cucchiaio di olio di mandorle e tè nero caldo alla polvere di henné: in questo modo i capelli riacquistano lucentezza e setosità. Lo yogurt si rivela utile anche per lucidare gli oggetti in ottone ossidati: in questo caso basta spalmarne uno strato omogeneo e lasciarlo agire per 10-15 minuti prima di sciacquare con acqua calda e asciugare con un panno morbido; l’acidità naturale dello yogurt aiuta a eliminare lo strato superficiale ossidato.

I commenti degli utenti