Kentucky Fried Chicken: davvero ne abbiamo bisogno?

8 settembre 2014

Nelle prime ore del pomeriggio su alcuni siti web romani girava voce di un’apertura imminente del Kentucky Fried Chicken, fast food mai arrivato in Italia sino a ora e dedicato principalmente al pollo fritto. Non è la prima volta che succede: già da qualche anno, a scadenza regolare, qualcuno millanta lo sbarco del re del pollo, che puntualmente poi non avviene. Questa volta, il KFC sarebbe stato inaugurato oggi presso il punto vendita Roma Est, centro commerciale tra i più grandi della Capitale e su facebook molti fan della catena hanno espresso un incontenibile entusiasmo. Poi è arrivata la smentita, sempre dal social. La nostra redazione ha telefonato direttamente al centro commerciale: “Ci dispiace, ma non è vero niente, non siete i primi a chiamare, è tutto il giorno che ci chiedono di questo Kentucky. Però noi siamo contenti eh, ci hanno fatto davvero tanta pubblicità”,  è stata la risposta della gentile addetta alle comunicazioni. Il mistero si infittisce.

kfc-01

Di questi tempi fuga di notizie e smentite via web non sono certamente una novità, quello che però ci ha colpito è la reazione dei potenziali clienti di un KFC italiano. Tempo fa abbiamo scritto su come in Italia non sia molto apprezzato il pollo nella cucina fuori casa, e facevamo riferimento non di certo alle rosticcerie, patrimonio nazionale, piuttosto ai ristoranti, dalle trattorie all’alta cucina. Evidentemente il pollo declinato in un pasto veloce e gustoso è quanto di più appetibile per noi italiani e forse KFC avrebbe fatto meglio a pianificarla realmente questa apertura. Facciamo un sondaggio: vi piacerebbe un KFC in Italia?

AGGIORNAMENTO al 9/9/2014: l’ufficio stampa di Roma Est ci informa che non è stato ancora distribuito nessun comunicato ufficiale sull’apertura del colosso americano all’interno del centro commerciale. Nessuna smentita su un’eventuale trattativa in atto. Conferma che notizie certe saranno date nei prossimi giorni.

I commenti degli utenti