6 cose da sapere sull’Oktoberfest

22 settembre 2014

Amanti della birra, segnatevi queste date per il 2014: 20 settembre-5 ottobre. E segnatevi questa location: Monaco di Baviera, ossia dove ogni anno per 2 settimane si svolge l’Oktoberfest, la festa popolare più grande del mondo dedicata alla birra. Se avete deciso di partire e se volete iniziare a programmare il viaggio, abbiamo riassunto tutte le informazioni utili su questa festa.

  1. oktoberfestLocation e numeri. La location d’eccellenza dell’Oktoberfest è Theresienwiese (prato di Therese), a Monaco di Baviera. Qui ogni anno vengono allestiti decine di centinaia di stand, di grandezza diversa ma tutti molto capienti, dove si beve e si mangia. Molti degli stand sono sponsorizzati da una delle tante birre tedesche presenti e lo stand della Hofbräu è tra i più grandi e contiene oltre 7.000 posti a sedere. In totale nel corso delle 2 settimane si calcola un afflusso di oltre 6 milioni di persone, in special modo durante i fine settimana. Theresienwiese dista pochi chilometri dal centro di Monaco ed è raggiungibile sia a piedi che con i mezzi.
  2. Oktoberfest sfilataOrari e rituali. Il giorno dell’inaugurazione, alle 12, il sindaco di Monaco apre il primo barile di birra al grido di O’zapft is! e da quel momento in poi, praticamente a ritmo continuo, la folla inizia ad accalcarsi davanti ai tendoni e a chiedere cibo e birra in quantità. Alle 10 del primo giorno, inoltre, si tiene la sfilata di presentazione di tutti i mastri birrai e degli osti della festa che si snoda, per un’ora, sul percorso cittadino che parte da Josephspitalstraße e arriva a Theresienwiese. La prima domenica di festa è dedicata invece alla sfilata in abiti tradizionali che, dalle 10 di mattina per due ore, è il primo vero momento aggregativo e storico dell’intero evento. In generale l’Oktoberfest è aperta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 23.30 mentre il fine settimana dalle 9 alle 23.30; l’ultima birra può essere ordinata al massimo alle 22.30 tranne per gli stand Käfers Wiesnschänke e Weinzelt che chiudono più tardi ma non sono solitamente accessibili ai comuni mortali.
  3. Cibo tedescoI prezzi della birra e cosa mangiare. Un boccale di birra da 1 litro, in tutti gli stand e indipendentemente dal tipo di birra scelto, costa circa 10 euro; è possibile chiedere boccali più piccoli ma in proporzione il prezzo è più alto e, data la fatica per entrare nello stand e trovare un posto, dubitiamo vi venga voglia di fermarvi a una bionda piccola. I menu, standard, contemplano solo piatti bavaresi quindi bretzel, salsicce, wurstel, anatra e tante patate arrosto. I prezzi per mangiare non sono altissimi, siamo sui 22 euro per un piatto unico abbastanza abbondante, comprensivo di carne e contorno (birra a parte, ovviamente). Si ordina da mangiare e da bere solo se si ha un tavolo e si è seduti. Da provare assolutamente lo stinco, specie se si ha voglia di bere tanto; la birra da provare è la Augustiner, la più amata dagli abitanti di Monaco. È possibile mangiare fuori dagli stand spiluccando nei baracchini presenti in strada che propongono più o meno lo stesso cibo con l’aggiunta di patatine, hamburger e hot dog a prezzi più bassi; se si prenota per mangiare dentro gli stand si deve scegliere tra 3 fasce orarie, ovvero mattina, pomeriggio o sera. Opzione auspicabile per chi vuole mangiare, bere e godersi la festa senza stressarsi, è andare in centro a Monaco di Baviera e individuare uno dei tanti pub che, nel periodo dell’Oktoberfest, propongono menu appositi tutti a base di pietanze e birre bavaresi.
  4. Oktoberfest tendaLa netiquette da Oktoberfest. Siccome il numero di visitatori degli stand è altissimo, a tutte le ore della giornata, è necessario seguire delle vere e proprie regole per evitare problemi e anche, se si esagera, di essere richiamati all’ordine e cacciati. Prima di tutto è possibile prenotare il proprio posto a sedere all’interno dei tendoni ma nonostante questo non è cosa buona rimanere all’interno senza bere e senza mangiare. Se si decide di non prenotare, trovare posto nei fine settimana potrebbe essere impossibile, ma la netiquette da Oktoberfest prevede che, una volta all’interno, si individui il gruppo di persone che sta lasciando lo stand, si prenda posto occupando quante più sedute possibili per evitare che altri facciano lo stesso e si aspetti la cameriera per ordinare qualcosa, da mangiare e da bere o solo da bere; come regola generale, non è possibile restare nello stesso stand per più di 3 ore, la coda è sempre lunghissima, quindi se non si ha pazienza (e in alcuni casi anche un pochino di faccia tosta) si fatica a trovare anche solo quell’unico posto a sedere che garantisca anche a un gruppo di persone di poter bere, mangiare e ascoltare musica.
  5. cameriera all'oktoberfestDivieti. È buona regola non importunare le cameriere che servono ai tavoli e che sono disponibili e sorridenti ma si avvalgono di un vero e proprio servizio di sicurezza pronto a intervenire tempestivamente nel caso in cui qualcuno esageri; le stesse cameriere non sono indifferenti al fascino della mancia che, come per magia, renderà più veloce il servizio al vostro tavolo. Il servizio d’ordine interviene anche se si alza troppo il gomito e si rischia non solo di dar fastidio ai presenti ma anche di avere problemi di salute. Bere fuori dagli stand è assolutamente vietato così come portare via i boccali di birra vuoti, presentarsi dentro gli stand con gli zaini, fumare e comportarsi in maniera aggressiva. La polizia e il servizio d’ordine dell’ Oktoberfest sono assolutamente intransigenti e anche se non sembra tutte le zone della Theresienwiese (e in generale di Monaco) sono presidiate; in più molti di loro capiscono l’italiano quindi c’è sempre da fare attenzione a come ci si comporta per evitare di cacciarsi in guai grossi.
  6. oktoberfest codaPazienza. Ultimo elemento da non sottovalutare, se state pensando di andare a Monaco di Baviera per questa Oktoberfest, è la necessità di armarvi di tanta pazienza: mettersi in fila la mattina presto per entrare in uno stand è la soluzione migliore se non si ha una prenotazione. Nel fine settimana le code arrivano anche a durare 7-8 ore e non è raro restare fuori per mancanza di tempo.

I commenti degli utenti