5 Laboratori da non perdere al Salone del Gusto 2014

24 settembre 2014

Ormai manca davvero poco al Salone del Gusto e Terra Madre 2014, tutto è pronto a Torino per il più grande evento biennale dedicato al cibo, alla sua produzione e a tutto ciò che gli sta attorno. Dal 23 al 27 ottobre al Lingotto fiere ci sarà spazio per mercati, cibo di strada, laboratori, scuole di cucina, conferenze e le attività educative rivolte alle famiglie e ai più piccoli.

SALONE DEL GUSTO conferenze

I Laboratori del Gusto anche in questa decima edizione del Salone sono tantissimi. Molti sono esauriti, altri ancora liberi. Davvero interessanti sono quelli dedicati al mondo del vino, all’aspetto degustativo, ma soprattutto alla cultura e ai movimenti che stanno attorno alla viticoltura prima e all’enologia poi. Di seguito vi indichiamo 5 Laboratori da non perdere, non capita poi così spesso di poter degustare grandi vini da tutto il mondo, per di più raccontati dai produttori stessi e da grandi esperti. 

  1. SALONE DEL GUSTO  etnaIl fascino del vulcano (giovedì 23 ottobre alle 14:30). Ormai è noto, il territorio etneo ha caratteristiche geofisiche particolari, in cui la coltivazione della vite si colloca perfettamente. Frank Cornelissen, belga, e Marc De Grazia, americano, si sono trovati appunto sull’Etna a fare vino. Le loro idee sono molto chiare, l’intento è quello di valorizzare al massimo questo territorio, alla ricerca di tutte le sfumature dei diversi terreni e lasciando spazio all’azione della natura. In questo laboratorio si parlerà direttamente con i due produttori in merito al concetto di cru e dell’identità di un vino in rapporto al luogo di coltivazione e produzione. Il tutto, ovviamente accompagnato dall’assaggio di una selezione dei loro prodotti di punta.
  2. Il Priorat, storia di una metamorfosi (giovedì 23 ottobre alle 19:30). Avete mai sentito parlare del Priorat? Piccola enclave in terra catalana, particolarmente vocata alla produzione di vino e ormai consacrata stella del firmamento dell’enologia mondiale. Negli ultimi 40 anni questa zona ha subito una vera e propria metamorfosi verso l’altissima qualità, ve ne racconteranno la storia tre ospiti d’eccezione: Ricard Rofes del Celler Scala Dei, Dominik Huber di Terroir al Limit e Sara Pérez di Mas Martinet, moderati da Toni Bru, cuoco, degustatore ed esperto di questi vini. Curiosi di assaggiarli?
  3. SALONE DEL GUSTO joscoL’anfora delle meraviglie (giovedì 23 ottobre ore 17:00). Vini dai sapori ancestrali quelli in anfora, che dalla prima esperienza di Josko Gravner sono andati moltiplicandosi negli anni. Questa degustazione sarà un vero viaggio d’Italia, per capire questo nuovo movimento in ascesa quali sono le caratteristiche di questi vini vinificati e poi invecchiati in terracotta. Presenti produttori da tutto lo Stivale: Toscana, Abruzzo, Umbria, Sicilia, Trentino, Puglia e chi più ne ha più ne metta. Non mancheranno sorprese.
  4. La Spagna dei vini naturali (sabato 25 ottobre alle 12:00). Novità per i vini spagnoli, nuova sensibilità per la coltivazione e la produzione naturale, nuova energia. Il tutto condito da un sempre maggiore rispetto per l’annata e l’identità dei singoli vigneti. Con la guida di Joan Goméz Pallarès, giornalista e autore del libro Vinos Naturales en España, e attraverso l’assaggio, si scoprirà dove, come e perché è iniziata questa rivoluzione autentica e silenziosa.
  5. BirraBirra e uva in Italia: questo matrimonio s’ha da fare (domenica 26 ottobre ore 19:30). Di primo acchito la cosa potrebbe suscitare perplessità, ma in Italia stanno aumentando sempre più le birre che prevedono l’uso dell’uva, in diverse forme, nella ricetta. Il fenomeno è importante, è una vera e propria tendenza, come si usa l’uva nella birra? Quali sono le potenzialità di questo connubio? Quali i limiti? Se ne assaggeranno alcune e se ne parlerà con i curatori della Guida alle birre d’Italia 2015 di Slow Food Editore, Luca Giaccone ed Eugenio Signoroni.

Un ultimo consiglio? Non perdetevi la proiezione dell’ultimo lavoro di Jonathan Nossiter Resistenza Naturale, prevista venerdì 24 ottobre alle 20:30. Sarà presente il regista e i produttori del vino protagonisti del film; in ultimo, ma non per importanza, i loro vini in degustazione.

I commenti degli utenti