Mixologist: la Sfida dei Cocktail arriva su DMAX

8 ottobre 2014

Non accenna ad affievolirsi l’amore passionale del piccolo schermo per i programmi che parlano di ristorazione. Delle cucine infernali, di quelle da incubo, di format dove si gareggia in nome del piatto migliorie, la torta migliore, la grigliata migliore. giovedì 9 ottobre alle 22:50 su DMAX inizia Mixologist: la sfida dei cocktail Dopo la geniale scoperta dei tatuaggi del bel Rubio, già poster sui muri delle adolescenti, DMAX (dtt canale 52 | Sky 136-137, Tivùsat canale 28) ci riprova con due personaggi niente male, apparentemente meno muscolosi ma afferenti alla categoria più cool del momento: i barman. Ma che dico, i Mixologist(s). Ed è questo il titolo del programma, mentre il sottotitolo recita: la Sfida dei cocktail. Protagonisti i top bartender Leonardo Leuci (Jerry Thomas Project, Roma) e Flavio Angiolillo (Mag Cafe, Milano), considerati a buon merito nella rosa dei professionisti migliori a livello nazionale e internazionale. Li abbiamo raggiunti al telefono per una breve intervista che anticipi la messa in onda. Anche perché dopo, se succede quel che è successo col Rubio, chi li prende più.

Leonardo Leuci

Leonardo Leuci

Protagonista del nuovo programma di DMAX, congratulazioni. Com’è andata?
“Sono stato chiamato dalla produzione, abbiamo valutato e messo a punto alcuni aspetti del format e poi siamo partiti. È stata intanto un’esperienza nuova, ho capito alcune cose del mondo della televisione che non sapevo e ho compreso più a fondo anche alcuni aspetti di questo mestiere”.

Quali?
“Abbiamo girato tutta l’Italia, e da nord a sud la situazione è sempre la stessa: c’è un approccio al mondo del bartending poco professionale, soprattutto se ci paragoniamo con l’estero. Qui non esiste, per esempio, nessun istituto formativo che si possa chiamare tale. In verità la figura del barman è molto complessa e in termini di industria dell’accoglienza la più completa”.

In che senso la più completa?
“Rispetto allo chef per esempio, che svolge le sue creazioni nascosto in una cucina, il barman deve saper lavorare bene, conoscere le lingue, essere sempre curato e impeccabile, e deve saper stare al pubblico lasciando qualsiasi problema personale lontano dal bar”.

Cosa vuoi che arrivi al pubblico con questo programma?
“Spero che gli spettatori capiscano questo: fare il barman è un lavoro vero e proprio che necessita di tanta esperienza, tante capacità e professionalità, e che non si tratta in nessun caso di un mestiere di ripiego”.

Flavio Angiolillo

Flavio Angiolillo

Flavio, ti sei divertito a girare questo programma?
“Moltissimo. È stata una grande esperienza da molti punti di vista. Io sono di origini italo-francesi e nella vita ho girato spesso all’estero per lavoro. Grazie a questa trasmissione ho potuto conoscere alcune città italiane in modo approfondito, anche dal punto di vista professionale”.

Cosa c’è di diverso nel modo italiano di vivere la professione di bartender rispetto all’estero?
“In Italia la passione verso la miscelazione è la stessa che c’è negli altri paesi. Forse con un po’ di ritardo, ma già da qualche anno la conoscenza di quello che facciamo e di come va fatto si sta diffondendo e l’Italia offre molto da un punto di vista lavorativo. Milano a me ha dato tantissimo”.

Cosa ti aspetti succeda nella tua vita con il programma?
“Mi aspetto che anche solo per parlare, esprimere un’opinione, o magari insultare, venga più gente nei nostri locali. Ma soprattutto sarei felice se il pubblico capisse che bere Malibu e Coca fa male, è un bere chimico che non c’entra nulla con il bere di qualità, quello che ci sforziamo di fare nei nostri bar”.

Tra le città italiane in cui avete girato, in quale ti sei trovato meglio?
“Roma. È la città dove sono nato ma dove non ero ancora mai tornato, fino a quel giorno. Siamo stati al Lanificio, naturalmente al Jerry Thomas e in giro nella città, con un concorrente molto, molto speciale”.

Sì? E chi era?
Flavio ride – “Devi scoprirlo nel corso degli episodi”.

Mixologist

E gli episodi li scopriremo eccome, a partire da domani giovedì 9 ottobre alle 22:50 su DMAX, sorseggiando vodka o gin tonic in compagnia di Leonardo e Flavio.

Utilizzate un ottimo gin (o un’ottima vodka), versatene 2 once in un bicchiere pieno di ghiaccio e aggiungete una tonica che abbia ancora le bolle.

I commenti degli utenti