4 ristoranti vietnamiti da provare a Milano

13 ottobre 2014

L’Asia è il continente più grande del mondo: quasi 45 milioni di chilometri di colline rigogliose, di giungla, di deserti caldi o freddi, di enormi metropoli e vette vertiginose. la cucina vietnamita è fatta di piatti profumati, ricchi di frutti della terra e del mare Quante cucine possono nascere in una terra simile? Ogni regione ha le sue specialità, e il Sud-est asiatico, che si allunga fra due mari con i suoi terreni fertili e i fiumi impetuosi, è una delle zone più ricche. Tanto che, dopo i ristoranti cinesi, indiani e thailandesi, nelle città italiane sono nati anche luoghi dove si propone la cucina vietnamita. Si servono piatti profumati e poco piccanti, con frutti del mare e della terra: tanto pesce e verdure, gamberi e riso, maiale e zenzero. Anche a Milano si può dimenticare l’odore dello smog, per farsi trascinare dagli aromi delicati del Vietnam. Vi consigliamo 4 ristoranti vietnamiti da provare.

  1. vietnamonamourIl ristorante più conosciuto in città è anche un’esplicita dichiarazione d’amore: Vietnamonamour, creazione di Christiane Blanchet, nelle due sedi di via Alessandro Pestalozza 7 e via Torquato Taramelli 67, propone il Vietnam non solo come cucina, ma anche come ambiente da sperimentare grazie all’arredamento in tema, ai film che vengono proiettati muti su un telo alla parete, ai racconti della stessa Christiane che si muove fra i tavoli per accogliere e consigliare i clienti. Fra i piatti da provare ci sono specialità fresche come gli involtini di gamberi e noodles e il caffè gourmande, importato dal ristorante stesso e preparato secondo il paziente metodo tradizionale, da accompagnare con una fetta di ricca torta al cioccolato.
  2. nem_ranTornando verso il centro città, la Città del Drago (viale Sabotino 14) ha invece un menu che spazia per tutto il lontano oriente: al Vietnam si affiancano la Thailandia, la Cina, il Giappone e qualche altra specialità. Abbagliati dalle sfavillanti decorazioni folkloristiche e dalle sedie rivestite in velluto rosso, potreste optare per zuppa pho di carne e onigiri di riso, o per gli involtini vietnamiti piccanti e gli spiedini di gamberi all’indonesiana.
  3. shambalaSe per assaporare i vostri involtini di granchio, menta e coriandolo, preferite un ambiente più vicino a quello naturale, Shambala è il ristorante per voi. In via Ripamonti 337 ci si siede sulle sedie o sui divanetti in legno in un dehors verde, in cui parquet, ciottoli, bambù e ninfee si confondono con l’arredamento tradizionale; se il tempo è avverso, è disponibile una sala con ampie vetrate e comode poltroncine. Si gustano specialità vietnamite, come la tartare e la zuppa di manzo, ma la cucina si avventura anche fra i più noti piatti thailandesi, come il pad thai in versione vegetariana.
  4. blue gingerChi invece si sente portato per le sperimentazioni moderne non dovrebbe mancare una visita al Blue Ginger di viale Carlo Troya 22, ristorantino fusion dai tavoli e dai piatti colorati. Il menu è in grado di accontentare i puristi e i progressisti del palato: fra le numerose specialità della casa a base di zenzero, tutte impostate su suggestioni asiatiche, si servono anche piatti tipicamente vietnamiti come i gamberoni grigliati e i calamari con l’anatra o il manzo. Per concludere la cena, dolcetti di riso o gelato all’italiana.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti