Roma: mangiare durante il Festival del Cinema

15 ottobre 2014

Fra pochi giorni prenderà il via la nona edizione del Festival Internazionale del Cinema di Roma, una kermesse che avrà il suo epicentro nell’Auditorium Parco della Musica (viale Pietro De Coubertin, 30) dal 16 al 25 ottobre. al festival del cinema di roma ci sarà un festival parallelo dedicato al cibo Il Cine Fest romano si è saputo ritagliare negli anni uno spazio di rilievo, inserendosi in un contesto di alto livello insieme ai maggiori festival europei del settore e crescendo di anno in anno come offerta e organizzazione. Il nostro focus è però legato all’offerta enogastronomica, un vero e proprio festival parallelo dedicato quest’anno alla storia del cibo romano e organizzato da Brand Events Italy (già organizzatori dei Taste Festival) con il nome di Roma Food Story. La città di Roma è una stella di prima grandezza con le sue tante sfaccettature legate al cibo popolare. La tradizione gastronomica romana negli anni è riuscita a conquistare anche i palati più esigenti. Il Festival del Cinema darà spazio alla tradizione in cucina dividendo l’area food in 2 sezioni: La Trattoria e i Cibi da Cinema.

  1. osteLa trattoria sarà una grande osteria aperta a pranzo e cena affacciata sulla piazza di ingresso del Festival, dove poter consumare un pasto comodamente seduti, approfittando delle pause tra le varie proiezioni previste. I nomi che si alterneranno ai fornelli sono una garanzia: l’apertura è affidata alla famiglia Pulicati dell’Oste della Bon’Ora di Grottaferrata, una cucina solida e tradizionale alle porte di Roma che per l’occasione sarà presente all’Auditorium nel primo weekend del Festival, dal 16 al 18 ottobre.
  2. Il primo turnover ai fornelli vedrà protagonisti il 19 e il 20 ottobre Roberto e Loretta Mancinelli, proprietari del ristorante che porta il loro nome in zona San Giovanni. La loro proposta racconta i classici della cucina romana, presentata con un menu completo da antipasto a dolce.
  3. flavioDal 21 al 23 ottobre sarà la volta del ristorante Flavio al Velavevodetto, direttamente dalla sua sede di Testaccio per proporre alcuni dei suoi piatti più amati.
  4. La chiusura dello spazio Trattoria, fino al 25 ottobre, sarà affidata a uno storico nome della cucina romanesca, Benito al Ghetto, indirizzo importante del centro storico romano e caratterizzato da uno stile che miscela attentamente piatti della tradizione con moderne tecniche di cottura.
  5. supplìLa proposta enogastronomica del Festival quest’anno strizza l’occhio anche allo street food: Cibi da Cinema svelerà il cibo da strada della Capitale dal 16 al 25 ottobre, con una zona interamente dedicata alla proposte più interessanti del panorama capitolino. Il Wine Bar gestito dall’enoteca Trimani sarà al centro dell’area Cibi da Cinema con una selezione di vini e birre di qualità. Romeo Chef & Baker di Cristina Bowerman offrirà una rivisitazione del concetto di street food con alcune proposte creative basate su materie prime di eccellenza. Non poteva mancare Supplìzio di Arcangelo Dandini, la recente apertura in centro a Roma dedicata al take away di alto livello il cui nome richiama uno dei cibi simbolo della romanità: il supplì. Per non farsi mancare nulla, la porchetta di Ariccia sarà presente con uno stand interamente dedicato a questa eccezionale preparazione tipica dei Castelli Romani.
  6. angelo e simonettaCinema e tradizione fanno pensare anche alla terra dei grandi film: Frizzo, locale situato nel quartiere Prati proporrà alla clientela una selezione di alcuni classici del cibo nord-americano. Infine non poteva mancare la pizza in una delle sue vesti più celebrate, la teglia romana: a sfornare bontà per il pubblico ci penserà Angelo Iezzi con il suo staff di Angelo e Simonetta. Angelo è il padre della pizza in teglia capitolina, l’uomo che ha creato uno standard vero e proprio e che da più di 25 anni nei suoi locali propone la massima qualità nello studio di impasti e condimenti. Per terminare in dolcezza ci sarà anche il cioccolato di SAID, storica cioccolateria di qualità del quartiere San Lorenzo. Anche per Frizzo, Angelo e Simonetta e SAID le date da ricordare sono sempre le stesse: dal 16 al 25 ottobre.

I commenti degli utenti