Top 3 dei panini di ‘Ino di Alessandro Frassica a Firenze

31 ottobre 2014

Una sciarpina con tema floreale al collo, una maglietta bianca con il colletto alzato e un bel maglione viola: Alessandro Frassica non è solo stile italiano allo stato puro, è anche il precursore del pranzo veloce con gusto e dei panini più prelibati di Firenze. alessandro gira il mondo in cerca di idee e torna in italia a valorizzare i prodotti eccellenti. come? con un panino Alessandro lavora fino ai quarant’anni per le più famose case di moda italiane: com’egli stesso racconta, “ho lavorato negli stracci!”. Nella mansione di Area Manager viaggia per il mondo, essendo un instancabile nomade amante della buona cucina. Viaggiare gli provoca una passione per il cibo e alla fine di ogni esperienza porta a casa un paio d’ingredienti e inizia a sperimentare, a condividere il buono con amici e familiari. Si cala nella mentalità del luogo e delle usanze, sviluppando sempre più una fervida curiosità per il mondo. A quarant’anni si prende un anno sabbatico e ricomincia a girare per l’Italia: da quel momento la sua vita inizia a roteare intorno alla gastronomia. Alessandro diventa giornalista freelance per la guida di Slow Food, sommelier, organizzatore di eventi, e intanto pensa: “A me cosa piace? Mi piacciono i prodotti, gli ingredienti e vorrei riuscire a trovare un luogo, un contenitore, dove i miei viaggi possano essere raccontati”. E così crea il panino per dar vita ai prodotti, lo strumento per veicolare le sue imprese, la maniera più antica e immediata per comunicare il cibo di qualità a chi non non va sempre al ristorante e non mangia a casa, ma vuole concedersi una pausa pranzo buona con degli ingredienti seri. Sicuramente un’idea da precursore, più di dieci anni fa.

alessandro frassica

Nel 2006 Alessandro apre ‘Ino Firenze nel centro tra Ponte Vecchio e gli Uffizi: “È tutto partito da pane e mortadella, pane e prosciutto. Ho iniziato a invitare amici chef per creare un panino d’autore (termine ormai inflazionato) con una loro ricetta. Lì c’è stato il passaggio, il panino è diventato un piatto con un elemento sapido, acido, un gioco di armonie. Nulla è cotto o trasformato, ogni panino è un’opera composta dai tasselli corretti che rendono ogni boccone indimenticabile”. ‘Ino accoglie un’audience trasversale, ma sono tutte persone che si recano apposta in quel locale piccolo e intimo per assaggiare prelibatezze. Da dove trae Alessandro tutta questa ispirazione per creare nuovi sapori? “L‘aereo mi regala idee: gli appunti più preziosi sono presi in viaggio sul mio taccuino, perché grazie all’altitudine e alla pressione atmosferica riesco a concretizzare questi miei sogni e metterli nero su bianco”. Nei panini di Alessandro Frassica s’intravedono influenze globali, il grande rispetto della materia prima e del cliente, l’accoglienza, ma anche l’innovazione, la creatività e la tendenza. Difficile scegliere i tre panini più espressivi di ‘Ino, ma ecco la nostra top 3:

  1. inoIl Solito. Il primo panino sul quale si è costruito un concetto e una ricetta equilibrata e armoniosa: un classico rivisitato, composto da prosciutto crudo toscano leggermente saporito, pecorino fresco dal sapore dolce, tapenade di pesto di olive nere, capperi e acciughe e pomodoro fresco che dona una componente acida al panino. Sapori mediterranei e determinati che non tradiscono mai e una leggerezza inaudita.
  2. Ale. Panino creato da Alessandro per un libro sulla cucina toscana, una ricetta della tradizione che riunisce la finocchiona, il pecorino fresco con un filo d’olio a crudo, un trito di erbe aromatiche (basilico, maggiorana e timo) e la mostarda di peperoni dolcemente piccante, una morbida compote che crea dipendenza.
  3. verdeIl Verde. Il panino perfetto per i vegetariani e i vegani ma non solo; l’opzione salutare per un pranzo veloce ma a regola d’arte, un connubio tra insalata, cime di rapa, crema di broccolo di S. Massenza, pomodorini semi-secchi, nocciole caramellate, semi di sesamo e spirulina, il vero segreto di questo panino: si tratta del primo superfood al mondo, uno degli alimenti più ricchi di nutrienti sulla terra, un disintossicante naturale, insomma: il nostro nuovo migliore amico.

I commenti degli utenti