Mangiare a Genova: tour gastronomico della città

14 novembre 2014

Genova è una città silenziosa, una città dalla forte identità, orgogliosa delle sue differenze e della sua multietnicità: a qualcuno piace, a qualcuno no, in molti non la capiscono. Spesso comprenderla risulta difficoltoso agli abitanti stessi, ma Genova è bella, è una città tosta che in silenzio, a fatica ma con grande dignità, si rialza da ogni disastro naturale e ricomincia da capo. genova è una città bella e tosta, spesso incompresa anche dagli stessi abitanti, che con fatica ogni volta si rialza dai disastri delle alluvioni Adesso le alluvioni cominciano a essere davvero troppe: dal 1970 se ne sono susseguite diverse, alcune molto distruttive e, nell’ultimo decennio, sono diventate sempre più frequenti, complice anche un cambiamento climatico che si avverte sempre più prepotentemente. Genova subisce: subisce l’acqua e subisce le scelte edilizie folli del secondo dopoguerra, che hanno visto distrutti anche interi quartieri del centro storico (la vicenda di via Madre di Dio insegna). Quasi ogni autunno si ricomincia da capo, in una città già depressa a causa del declino dell’industria e del porto, che fa non poca fatica a inserirsi nel comparto turistico, un settore che non ha mai visto Genova protagonista e che è difficile da capire per molti genovesi, per definizione non proprio avvezzi all’accoglienza. Ma in città le cose da fare, da vedere e da assaggiare non mancano e, con buona pace dei genovesi, i turisti stanno aumentando a vista d’occhio. Di seguito alcuni consigli per un tour gastronomico della città di Genova: caffetterie, ristoranti, trattorie e locali in cui mangiare ad ogni ora della giornata, per soddisfare tutte le voglie che possono emergere durante un giro in città.

Colazione

tagliafico

Senza dubbio la prima scelta va sul bar Mangini (piazza Corvetto, 3/r), un locale storico che offre lieviti davvero eccezionali e un’ottima pasticceria. Anche Marescotti (via di Fossatello) merita una visita: un luogo incantevole con atmosfere d’altri tempi dove sedersi con calma e assaggiare i prodotti della pasticceria Cavo, con alcune interessanti proposte salate. Un altro luogo per una colazione con la C maiuscola è Tagliafico (via Galata, 31/r): piccola pasticceria da urlo e lieviti davvero sopraffini; qui la colazione si consuma però esclusivamente al bancone.

Pranzo

il genovese

Per un pranzo tradizionale consigliamo una sosta da Il Genovese (via Galata, 35): cucina di territorio sincera e ben fatta, con una grande cura per i dettagli. Colpito dall’ultima alluvione (170 cm di acqua), il locale è stato rimesso in sesto in una settimana soltanto. Per una farinata buona, preparata come si deve, potete andare senza indugio da Sa Pesta (via dei Giustiniani, 16/r) dove troverete anche altri piatti della tradizione come le torte salate e il minestrone genovese.

Merenda e aperitivo

Focaccia

Se preferite specialità salate, provate la pizza e la focaccia di Le Fantasie di Giò (via San Luca). Per una focaccia notevole in centro c’è Antico Forno Patrone (via di Ravecca), una vera garanzia. Per una merenda dolce merita un assaggio il gelato di Profumo (vico Superiore del Ferro, 14): grandi materie prime e sapori estremamente delicati. Avete voglia di una granita? Provate quella della gelateria Il Siculo (via Trebisonda, 47): favolosa quella di mandorla, ottime tutte le altre proposte. Per un aperitivo di alta qualità recatevi da Les Rouges (piazza Campetto, 8/a), location insolita in cui si servono cocktail ben fatti, in onore dell’arte della mixology.

Cena

ceviche

Per una cena a base di pietanze marinare scegliete Archivolto Mongiardino (via Archivolto Mongiardino, 2/r): in pieno centro storico, una trattorie di pesce dall’ottimo rapporto qualità prezzo. Se avete voglia di cucina etnica, Nabil (vico Falamonica, 21/r) propone ormai da più di vent’anni una cucina giordana casalinga e ben fatta. L’Estremo Oriente è di casa da Wo Zen (via Maddaloni, 5/r). Per la cucina messicana provate Mamacita’s (via Fieschi, 78/r), mentre per provare piatti peruviani, una comunità molto popolosa a Genova, andate da Asi Es Mi Perù (via Chiabrera, 54) e ordinate il cebiche.

baldin

Avete voglia di una grande cena? Le Cicale In Città (via Giuseppe Macaggi, 53/r) è un ottimo ristorante in cui concedersi una cena di alto livello, così come Baldin a Sestri Ponente (piazza Enrico Tazzoli, 20/r): entrambi i locali offrono una bella interpretazione in chiave creativa dei prodotti (ma anche dei piatti) più tipici della gastronomia ligure, e non solo. Se quello di cui avete bisogno è una grandissima farinata il consiglio che vi diamo è quello di prendere un mezzo (auto, bus o treno) e di dirigervi con sicurezza in quel di Voltri, ultimo quartiere della città verso ponente, e andare da U Vexima (via Cerusa, 1/b). Notevole farinata anche quella di Franz & Co. (via Struppa, 81-83/r). In entrambi i locali la farinata è proposta in diverse sfiziose varianti, anche di stagione.

I commenti degli utenti