Gli chef di Taste of Christmas: Elia e Matteo Rizzo

20 novembre 2014

Padre e figlio, l’uno iniziatore, l’altro erede di una tradizione familiare che si esprime ad alto livello nella cucina del Il Desco, insegna elegante dalla storia solida e luminosa nel centro di Verona. padre e figlio sono tra gli chef che parteciperanno a taste of christmas a verona È forse l’affiatamento tra i due, Elia e Matteo Rizzo, il segreto di una tavola che interpreta la tradizione locale mantenendosi in equilibrio tra l’esperienza maturata nell’ultimo trentennio e l’ispirazione innovativa stimolata dallo scambio con il giovane Matteo, classe 1984. L’accoglienza impeccabile – quella della donna di famiglia, Anna – che introduce i commensali all’antica dimora patrizia del Quattrocento e una visione gastronomica che scommette sugli ingredienti del territorio per proporre una carta improntata alla leggerezza delle preparazioni – in menu anche creazioni vegetariane che non tradiscono l’ispirazione alla cucina della tradizione locale – è valsa ai due chef una stella Michelin e il riconoscimento all’unisono della critica di settore.

Il_Desco4

Prima di tornare alla cucina paterna, Matteo Rizzo ha maturato esperienze professionali in giro per il mondo, tra Londra, Roma, Los Angeles e Las Vegas, ma non nasconde di aver sfruttato la grande opportunità di crescere nell’ambiente della ristorazione, traendo la passione per la cucina dallo stesso entusiasmo (e talento da autodidatta) che anima il padre, cresciuto a sua volta nell’osteria di famiglia e oggi chef di prestigio internazionale, pur tenendosi a distanza dai riflettori mediatici. Ne è scaturito un approccio gastronomico fondato sul minimalismo e la (apparente) facilità esecutiva, che non rinuncia mai all’immaginazione, all’edonismo e alla creatività.

Il_Desco1

In occasione di Taste of Christmas, a Verona dal 28 al 30 novembre, il tandem Rizzo presenterà 3 piatti che raccontano questa cucina fatta di sapori autentici e riconoscibili: Millefoglie di baccalà mantecato e gambero rosso; Budino di pecorino, rapanelli caramellati e mandorle; Granita di caffè, cremoso di cioccolato, panna alla vaniglia e riso croccante. In aggiunta un quarto piatto dedicato all’universo della lirica per celebrare la stagione veronese di prossimo avvio: Ovetto al tartufo bianco.

I commenti degli utenti