Come cucinare i friarielli: 10 ricette

21 novembre 2014

Pizza, babà, sfogliatelle, ragù e tanto altro ancora, targato made in sud: i napoletani sanno rendere speciale proprio tutto in cucina, anche un piatto povero come i friarielli. Precisiamo: non sono broccoli, come comunemente vengono chiamati, né friggitelli, come spesso sono definiti, ma nello specifico trattasi di un’infiorescenza delle cime di rapa, giusto per essere pignoli. si coltivano in tutta la campania ma appena varcato il confine non se ne trovano più Ma perché sono considerati un orgoglio napoletano? Il motivo è semplice: crescono qui, in terra campana, e non li trovi altrove. Pur essendo una semplice verdura (e lo sappiamo bene, tant’è vero che definiamo friariello una persona insulsa, senza spessore), Napoli ha saputo dargli un’identità ben precisa. Il Vomero, quartiere collinare, era noto un tempo come campo di friarielli; oggi si coltivano in tutta la regione, ma varcato il confine scompaiono, non se ne trovano più, quasi a voler rivendicare l’unicità partenopea. Come si preparano? Fritti. Da qui probabilmente l’origine del nome, dal napoletano frijere, che vuol dire appunto friggere. Si mettono in padella con aglio, olio e peperoncino, e si lasciano affogare, cioè appassire, e il gioco è fatto. Se si parla di friarielli, non si può non associare la salsiccia: la morte loro in assoluto sono proprio le salsicce di maiale. E allora, come cucinare i friarielli? Ecco 10 piatti tipici da assaggiare se vi trovate a Napoli o da riproporre comodamente a casa.

  1. marennaLa “marenna” salsiccia e friarielli: nelle vetrine delle rosticcerie troverete questi invitanti panini. La marenna classica, quella da gita fuori porta e che ti porti da casa nel sacco, è proprio questa, accartocciata in mille tovaglioli che avranno il compito di assorbire tutto l’olio sgorgante dal contenuto del panino; mal che vada il vostro zaino profumerà di marenna per un bel po’.
  2. di matteoLa pizza con salsiccia e friarielli, al forno: la prima variante nelle pizzerie napoletane, dopo la margherita, è stata proprio la pizza con salsiccia e friarielli. Tuttora è considerata ancora un classico e anche nei menu più gourmet non si può prescindere da essa. Ovunque vai, se non ti va una marinara, declina sulla salsiccia e friarielli e vai sul sicuro.
  3. Vomero pizza frittaIl ripieno fritto: anche la pizza fritta, notoriamente farcita con cicoli, ricotta, provola e pepe, ha la sua alternativa. Non è un ripieno propriamente leggero, ma ha indubbiamente il suo perché, provare per credere.
  4. Pizza rustica con i friarielliLa pizza rustica con salsiccia e friarielli: insieme alla pizza di scarole, è uno dei piatti più gettonati in famiglia, soprattutto in caso di festività come il Natale o i compleanni. La farcitura è racchiusa in due dischi di pasta per le pizze fatta in casa; magari potete stendere un disco di pasta, farcirlo e arrotolarlo. La forma non conta, l’importante è il sapore.
  5. crocchè con i friarielliCrocchè con i friarielli: in questo caso la salsiccia si può pure separare un po’ dai friarielli, non ne facciamo un dramma. Siamo ancora nel regno dello street food partenopeo e il crocchè di patate mischiato con i friarielli è un’esperienza sensoriale che lascia poco tempo a disposizione per sentire la mancanza della salsiccia. Poi c’è pure chi è ostinato, sbriciola la salsiccia e ce la mette lo stesso, ma non è necessaria. A Napoli vi suggeriamo di provare il crocchettone con i friarielli della pizzeria Da Attilio alla Pignasecca e quelli della pizzeria La figlia del Presidente e Il Presidente al centro storico.
  6. bruschettaBruschette di friarielli: vi capiterà spesso di trovare tra gli antipasti, nei ristoranti o, meglio ancora, nelle trattorie, delle bruschette calde con i friarielli. Essendo una verdura tipica del territorio, essi fungono da antipasto così come da contorno e insieme al pane, soprattutto se caldo, si sposano a meraviglia.
  7. Pasta con i friarielli: siamo passati per l’antipasto, poi al secondo e poi al contorno, a questo punto non ci resta che associare i friarielli anche alla pasta. Questa, diciamoci la verità, un po’ l’abbiamo copiata dai nostri amici pugliesi, padroni indiscussi delle orecchiette con le cime di rapa, però a volte anche noi ci buttiamo un po’ di pasta nei friarielli. Magari non sempre orecchiette, l’importante è che sia pasta corta.
  8. gateauGateau di patate con i friarielli: giusto per stravolgere un pochino la tradizione del gateau, a Napoli gattò, una gustosa rivisitazione è quella con i friarielli. Ovviamente si avvicina alla ricetta del sopracitato crocchè, magari sostituendo il burro con l’olio; i friarielli vanno prima cotti e successivamente aggiunti alle patate.
  9. Provola e friarielli: se proprio la salsiccia vi sta antipatica e questo matrimonio non s’ha da fare, la provola sostituisce degnamente la carne di maiale. Può andare bene sia nella marenna che semplicemente al piatto, magari passata un secondo sulla piastra.
  10. sfogliatella con friarielliSfogliatelle ricce con i friarielli: non vi preoccupate, non sto dando i numeri, non esiste la versione dolce dei friarielli. Però nei buffet potrebbe capitare di incappare nella versione salata delle sfogliatelle, ripiene proprio di friarielli. Uno sfizio che potrebbe andar bene anche come aperitivo.

I commenti degli utenti