Spreco di cibo: 5 mosse intelligenti per evitarlo

15 dicembre 2014

I numeri parlano chiaro: solo in Italia ogni anno si sprecano circa 13 miliardi di euro di alimenti, intorno ai 150 kg a persona. Certo, la crisi economica degli ultimi anni ha giocato un ruolo fondamentale nel risparmio e ha indotto molti italiani a ottimizzare gli acquisti e a programmarli in maniera più oculata. per evitare lo spreco di cibo basta qualche attenzione in più Misure importanti sono state adottate soprattutto riguardo le quantità ma resta comunque un dato paradossale che ancora ci deve far riflettere sul divario tra i Paesi avanzati e quelli in via di sviluppo. Secondo la Coldiretti con tali sprechi si potrebbe giungere infatti a sfamare circa 44 milioni di persone. Con il Natale alle porte, il periodo senza dubbio caratterizzato dai più tragici bilanci, cosa possiamo fare per ridurre al minimo i nostri sprechi ed evitare l’inutile dispersione di risorse tanto preziose? Vi suggeriamo 5 facili soluzioni.

  1. carrello della spesaLa lista della spesa. Molto spesso non si ha il tempo di appuntarsi ciò che realmente serve e la maggior parte delle volte si arriva al supermercato completamente smarriti: è la causa degli acquisti compulsivi che portano la maggiore percentuale di sprechi. Ritagliatevi 2 minuti al giorno per controllare i vostri frigoriferi e dispense. Se fatta a più lungo termine la lista della spesa vi aiuterà a programmare anche una sorta di dieta da seguire durante la settimana, in modo da ottenerne anche altri giovamenti. Consigliamo inoltre di non recarvi al supermercato affamati dopo il lavoro: si sa che la stanchezza e la fame non aiutano le scelte oculate.
  2. data di scadenzaLe date di scadenza. Oltre a controllare sempre molto bene le date di scadenza, al supermercato vi suggeriamo un modo di gestire il vostro frigorifero in modo che possiate monitorarle senza troppo impegno: cercate di effettuare una rotazione dei prodotti e di disporre sempre in prima fila gli alimenti più deperibili e con scadenza più prossima in modo da averli sempre sott’occhio e poterli consumare in tempo.
  3. polpette baccala orientaliGestione degli avanzi. Gli avanzi giornalieri quali pane, carne, pasta, verdure, latte e insalata possono essere riutilizzati per tantissime ricette. Cercate di ingegnarvi con frittate, polpette e ragù o di inventarne di nuove. In alternativa non costa nulla chiedere al coinquilino, vicino o condomino se ha bisogno o voglia di qualcosa.
  4. dispensaAttenzione alla dispensa. In dispensa le confezioni di pasta, legumi, farina e cereali chiuse male sono la maggiore causa dell’insorgenza di insetti come le tignole (farfalline della farina). Munitevi di contenitori di plastica o vetro che, oltre ad aiutarvi a mantenerla in ordine, vi eviteranno tanti sprechi. Se poi vi rifornirete in supermercati attrezzati per la vendita di prodotti sfusi, eviterete anche l’inutile spreco delle confezioni.
  5. freezerNon dimenticate il congelatore. Molti lo usano solo all’1% delle sue potenzialità, ma il congelatore permette una vera spesa intelligente. Soprattutto se lavorate e avete poco tempo, potete comprare tutto ciò di cui avete bisogno e congelarlo ancora fresco. Sarà un sollievo sapere che in qualsiasi momento avrete il pranzo o la cena a portata di mano.

I commenti degli utenti