Mangiare gratis al Noma di Tokyo? Si può fare

16 gennaio 2015

Pensavate che fosse impossibile riuscire a mangiare al già sold-out ristorante pop-up del Noma in Giappone? Potrete degustare i migliori piatti di René Redzepi in un appuntamento romantico con una blogger di San Francisco, senza quasi tirare fuori un centesimo. la blogger stephanie robesky mette in palio un biglietto per accompagnarla a una cena al pop-up del noma a tokyo Stephanie Robesky, 38 anni, nel suo blog Nerdgirl, racconta che è riuscita a comprare 2 biglietti per una cena al pop-up del Noma al 37esimo piano del Mandarin Oriental Hotel di Tokyo, ma sfortunatamente non ha nemmeno un cavaliere da invitare. La cena sarà il festeggiamento del suo trentanovesimo compleanno e visto che sarà single e sola soletta, è la sua occasione per scovare il principe azzurro che conosca l’etiquette nipponica. Incredibile ma vero, Robesky pagherà sia la cena che gli abbinamenti di vino del suo fortunato accompagnatore (stiamo parlando di quasi 550 dollari), il quale dovrà solamente preoccuparsi di prenotare un biglietto d’aereo e la camera d’albergo.

stephanie

Quali sono i requisiti? Uomo, seriamente single, tra i 28 e i 46 anni che viva nelle vicinanze di San Francisco, che sia “bello da vedere” e “che sappia usare coltello e forchetta”, sapendo che potrà assaggiare scampi con formiche e funghi ricoperti di cioccolato. i requisiti: il candidato deve essere uomo, single, tra i 28 e i 46 anni e che viva a san francisco Tutti sanno che riuscire a prenotare al Noma, il miglior ristorante al mondo secondo la World’s 50 Best Restaurants, è un’impresa quasi impossibile, contando che quasi 60.000 persone hanno provato a ottenere la prenotazione al pop-up di Tokyo. “Ho pensato che sarebbe stato spiritoso. Vorrei filtrare le persone che hanno interessi simili ai miei, qualcuno che sappia cosa sia il Noma e che sia interessato al cibo “, ha raccontato Robesky a ABC News. “Qualcuno che sia così entusiasta da viaggiare fino all’altro capo del mondo in un battibaleno”. Al momento ci sono già un centinaio di candidati (addirittura dal Lussemburgo e da Taiwan) e la notizia ha persino incuriosito lo chef del Noma René Redzepi che ha twittato la storia sul suo profilo.

mandarin oriental

Sapevo che si sarebbero presentati candidati fuori dal comune: è stata una pazzia! Alcune ragazze si sono proposte dicendo: Dimentica questi ragazzi, andiamoci da amiche perché sembri cool. Ho ricevuto richieste da CEO di grandi aziende, e anche quella di un ragazzo ha detto che lavora per Instagram”, racconta Stephanie Robesky “Si tratta di una vasta gamma di persone che fanno cose diverse e che normalmente non avrei la possibilità di incontrare. Voglio un 2015 divertente, e indipendentemente da come andrà a finire – se non si trasforma in un rapporto – ho pensato che sarebbe bello da fare, diverso dal solito, o almeno una buona storia da raccontare!” Il vincitore sarà eletto domani, il 17 gennaio, speriamo sia amore a prima vista.

I commenti degli utenti