Vietato l’ingresso ai bambini: impazza la polemica

30 gennaio 2015

“Vietato l’ingresso ai bambini a piedi o in carrozzina” è questa la scritta di un cartello shock comparsa fuori dall’Osteria del Sole, storico locale di Bologna. Come riporta l’edizione emiliana del Resto del Carlino, la foto del suddetto cartello è comparsa sul gruppo Facebook “Family Friendly: Bologna”, nato appositamente per individuare i posti della città a misura di bambino:

divieto per bambini

Il cartello ha subito suscitato indignazione ma Nicola Spolaore, il titolare del locale, ha tenuto a sottolineare che “il termine carrozzina è riferito a quella dei neonati e non dei disabili, questo deve essere molto chiaro” ha dichiarato a il Resto del Carlino, spiegando poi le motivazioni che lo hanno spinto a mettere l’annuncio: “Quel cartello è rivolto a tutti i genitori che non sanno distinguere un luna park o un fast food da un’osteria e hanno la brillante idea di portare qui i bambini. Noi non serviamo né da mangiare né bevande analcoliche, quindi questo è un posto riservato agli adulti”.

Bimbi brunch

E a quanto pare, i clienti abituali del locale sanno benissimo che l’Osteria del Sole non è un luogo adatto ai bambini: lo spazio è stretto e c’è sempre tanta gente che lo affolla motivo per il quale potrebbe addirittura diventare pericoloso per i più piccoli: “Quelli che si lamentano di questo divieto conoscono un’osteria adatta ai bambini? – continua Spolaore –. Un locale come questo presenta dei problemi logistici evidenti per i bambini che vogliono correre e giocare, perché rischiano di farsi male a causa del poco spazio e la folla che si crea, specialmente il fine settimana. Il cartello, quindi, serve a tutelarli.”

Cosa ne pensate? Fa indignare anche voi?

I commenti degli utenti