MasterChef 4: le pagelle della 9ª serata

13 febbraio 2015

Non si canta nella cucina di MasterChef 4 per la serata della sfida sanremese. Si dipinge, in compagnia di Frida Kahlo. Due puntate al fulmicotone quelle andate in onda sull’ammiraglia Sky, tra unioni di famiglia e vittime celebri. Più temibile del giudizio dei tre padroni di casa, però, vi è solo la pagella di Agrodolce: quali i promossi, quali i bocciati e chi rimandato a settembre?

  1. federica masterchefFederica: parte in quarta grazie alla presenza del fratello e affila le unghie alla Mystery per produrre il suo piatto migliore, almeno a detta di Bastianich, convinto sia un ottimo punto d’arrivo. “Ma che arrivo, sarà un punto di partenza, no? Arrivo porta male: che sfiga!“. Detto, fatto: la sfortuna si è profeticamente palesata al successivo Invention Test. Federica non riesce a mantenere alte le aspettative dei giudici ed è eliminata. Maledetta sfortuna, maledetta faraona. Voto 5.
  2. cracco masterchefCarlo Cracco: posizione bassa ma non di certo per demerito. Lo chef salta infatti la prova in esterna per festeggiare l’arrivo del nuovo figlio. Nonostante la presenza ridotta, però, il cuoco più twittato regala comunque momenti di grande divertimento. Agli annali passerà il sipario con la mamma di Paolo, con quel “gli tiro dietro il cestino”, colpevole di aver fatto una spesa a dir poco scarna per il devoto figlio. Voto 5.5.
  3. maria masterchefMaria: dopo due settimane di performance d’alto livello, Maria purtroppo cade. Rimane vittima dei voli pindarici di Stefano, inciampa sulla quaglia e finisce al duello finale del Pressure Test senza passare dal via. E proprio con Stefano ha occasione della rivincita – “gli devo fare un c*lo così” – nella sfida delle paste, tuttavia è costretta a lasciare la cucina di MasterChef. Un’uscita certamente prematura rispetto ad altri rimasti in gara, non fosse altro per l’ormai cult della granseola addentata e dell’ostrica della salvezza magistralmente eseguita. Nota di colore con il fidanzato, che comanda a bacchetta da perfetta condottiera bergamasca. Voto 6.
  4. arianna masterchefArianna: saremo forse monotoni, ma repetita iuvant. Arianna televisivamente funziona alla grande. Dal “tesorino, non prendere iniziative” per il marito al “ma chi l’ha mai vista” per l’alzavola, passando per il mistero del fornello e delle cipolle bruciate. Passa indenne la Mystery, non cade nel tranello di Stefano all’Invention e al Pressure Test, pur dimenticandosi il caffè per Cracco, supera in scioltezza le gufate degli avversari, conquistandosi la balconata con un muffin esemplare. Peccato per quel maiale stoppaccioso. Voto 6.5.
  5. paolo masterchefPaolo: divertente con la madre, irresistibile nell’innocenza con cui riesce a confondere un tacchino per una faraona, tigre in gabbia con animo slave nel cedere ufficiosamente il ruolo di leader a un onnipresente Nicolò. Sembra sempre pronto a vacillare, eppure il catechista ha evidentemente più di un santo in Paradiso. Santi che corrono in soccorso anche di Arianna al Pressure, con un “prego, prego tanto!” ormai diventato cult. Voto 7.
  6. barbieri masterchefBruno Barbieri: tornato in gran forma, sembra più accomodante nei confronti di Nicolò, con cui scherza simpaticamente in compagnia della mamma. E per la gioia degli spettatori, sfodera gran parte del repertorio: dal mappazzone all’inedito mappazzoncino, passando al “roba stopposa in bocca” per la faraona di Federica, è un Barbieri in crescendo fino all’esplosione finale. Quella del “ma fanno ca**re!” per i semi d’anguria. Nemmeno le scuderie del Quirinale lo spaventano, non possiamo che prostrarci adoranti. Voto 7.5.
  7. francisco mendez masterchefFrancisco Mendez: la vera rivelazione della serata, direttamente dalla rambla di Barcellona al prime-time di Sky Uno. “Muy mal, muy mal, limpiar!”, ripete sconsolato nel vedere il caos primordiale nelle cucine delle due squadre. “Esto muy mal, muy mal la cabeza” per descrivere la rischiosa disposizione di Paolo. Il culmine con l’onomatopeico crack per la polenta cementificata di Nicolò, descritta senza mezzi termini con un “Esto duro, esto mañana… al dentista!”. È amore incondizionato, il nostro. Voto 8.
  8. nicolò masterchefNicolò: in grande rimonta Nicolò, prima con la svolta ornitologica della sfida dei volatili, poi con la vittoria dell’esterna artistica, contro ogni previsione poiché squadra in minoranza numerica. E sebbene abbia rischiato alla Mystery, stupisce proprio in esterna con l’incredibile lucidità di aver tutto sotto controllo. La tecnica quasi asfissiante di incitare Paolo – “vai Paolo, vai Paolo, grande Paolo” – si rivela inoltre strategica e vincente. Voto 8+.
  9. stefano masterchefStefano: galeotta fu la mamma. Vince la Mystery Box senza nemmeno sudare, gioca sapientemente le carte del vantaggio all’Invention mietendo vittime a suon di faraone, tacchini e germani reali. È questa la determinazione che vogliamo vedere in Stefano, anche se con l’esterna torna forse in fase remissiva. Avrebbe forse dovuto impuntarsi su quel pollo, mentre al Pressure Test perde lucidità per quel maledetto continental breakfast. La sfida con Maria è sul filo del rasoio, ma riesce a spuntarla. Voto 8.5.
  10. bastianich masterchefJoe Bastianich: fresco canterino dal palco di Sanremo, dove avremmo però preferito un “Vuoi che muoro?” con tanto d’orchestra, Bastianich è in perfetta forma. Dal “secco come deserto di Sahara, è come mangiare polvere” per la faraona di Federica, alla strenua difesa del tacchino statunitense perché “chef Barbieri ci ca*a sopra”, passando per l’elogio della romanità con un “mortacci tuoi” contro l’imperdonabile assenza della cipolla nella gricia di Stefano. Voto 9.
  11. amelia masterchefAmelia: per la seconda settimana consecutiva, in vetta alla classifica di Agrodolce non può esserci che Amelia. La migliore delle sue puntate di MasterChef, per i piatti fra i migliori mai cucinati a MasterChef. Tra il germano reale preparato in modo magistrale e la sfida impossibile della colazione internazionale perfettamente eseguita, Amelia è sempre più sul pezzo. Poco male per la sconfitta in esterna – d’altronde, al Pressure vi è più che abituata – Amelia è sempre più diretta alla finale. Bravissima. Voto 9.5.

Non contenti della nostra pagella di metà quadrimestre? Spazio alle vostre posizioni nei commenti.

I commenti degli utenti