Le 10 migliori pizzerie di Firenze: la classifica

17 febbraio 2015

Non è stato facile stilare questa classifica, in una città, Firenze, che ultimamente sta cambiando i gusti in fatto di pizza, e dove negli ultimi tempi hanno aperto tante nuove pizzerie, molte anche di un certo livello. non solo più bassa e sottile: grazie anche ai pizzaioli campani, la pizza a firenze è salita di livello e ha guadagnato in qualità Non più solo bassa e sottile come la maggior parte dei fiorentini era abituata a mangiarla, grazie ai pizzaioli napoletani e campani di livello la pizza è ora anche in stile napoletano di qualità. Pizzerie tradizionali, circoli, pizze a taglio di ottima fattura e con qualche posto a sedere, sono i luoghi dove almeno una volta a settimana si va a mangiare la pizza; addirittura, per trovarla buona, ora i fiorentini sono disposti a percorrere anche alcuni km fuori città, e a passare giornate al telefono per accaparrarsi un posto se arriva un pizzaiolo di fama come Franco Pepe o Ciro Salvo, ospite in qualche pizzeria fiorentina. Così dopo assaggi, consultazioni e accaniti dibattiti con appassionati di pizza, vi proponiamo la nostra classifica delle 10 migliori pizzerie di Firenze. Si parla sia di pizza bassa che alta, ai quattro lati della città e non solo.

  1. roccoRocco e I Suoi Fratelli (piazza Ravenna, 10). Diladdarno si trova questo locale semplice e con il forno a legna, ideale per gli amanti della pizza fina. Pizze classiche oppure particolari, ognuna con il suo nome speciale e il suo perché: si omaggia il sud con la Gioia di Calabria, poi c’è la Stai lontano da me con salame piccante, gorgonzola, aglio e cipolla, la Napoli o la Rustica.
  2. pipistrelloIl Pipistrello (via Senese, 160). Per chi ama la pizza bassa, questo è il posto adatto; se poi la volete alta alla napoletana basta chiederla, e non si lesina di certo sulla scelta, visto che il menu è composto da ben 2 pagine di pizze, tra classiche, ai formaggi, vegetariane, calzoni, comprese le pizze giganti. Da segnalare il calzone con caprino, ricotta e spinaci, la pizza con i fiori di zucca e i formaggi misti e quella con salsicce e fagioli all’uccelletto. Al Pipistrello propongono anche le pizze dolci: merita un assaggio la variante con arancio, crema e caramello. Durante la stagione estiva c’è una bella veranda dove gustare le pizze.
  3. cucineria la mattonaiaCucineria La Mattonaia (via della Mattonaia, 19/r). Una delle novità in fatto di pizza a Firenze. Il locale possiede un autentico forno a legna e l’impasto della pizza è ottenuto da un lungo processo di lievitazione naturale. Qui trovate anche una pizzaiola donna, Arla Cavini. Tra le pizze di stampo partenopeo ci sono la margherita Dop, quella con salsiccia e stracchino, la vegetariana che è guarnitissima di verdure e la Bufalina. Oltre alla pizza, il menu propone anche anche la pasta fatta in casa, piatti di mare e di terra.
  4. pizzaiuoloIl Pizzaiuolo (via De’ Macci, 113). Dal nome della pizzeria già si capisce con chi si ha a che fare: qui si viene per la pizza napoletana di quelle alte e saporite. Meritano più di un assaggio la margherita, il calzone alla scarola con olive, mozzarella e capperi, il covaccino con burrata di Corato e pomodorini, la pizza fritta con ricotta fior di latte, salame Napoli pomodoro e pepe. Ottime anche le pizze più classiche.
  5. pizzamanPizzaman (via Baracca, 148 a/b). Uno dice Pizzaman e già pensa all’imperante serie di locali sparsi per tutta la città: in effetti ce ne sono diversi a Firenze, ma quello di via Baracca, nella parte nord, si distingue per la cortesia, per la buona pizza alta con salsiccia e friarelli e la caprese. Il vero valore aggiunto è l’impasto per la pizza senza glutine per chi ha problemi di celiachia.
  6. firenze novaFirenze Nova (via Benedetto Dei, 122). Gestita dai fratelli Di Giacomo, questa pizzeria vanta da sempre l’uso di mozzarella di bufala campana e una lievitazione dell’impasto di almeno 24 ore. Tra le specialità annovera la Cavese con spinaci, mozzarella, ricotta, olive, salamino e pomodori, o la Vesuviana con pesto, mozzarella di bufala e pomodori ciliegini. I Di Giacomo hanno messo anche una succursale a Campi Bisenzio in via Palagetta, 47.
  7. lo spelaLo Spela (via di Poneta, 44 – Il Ferrone, Greve in Chianti). Paolo Pannacci si è laureato all’Università della Pizza di Vighizzolo d’Este e si è lanciato in un percorso tutto suo davvero interessante nel mondo della pizza. Da una parte ci sono le pizze normali e dall’altra il percorso gourmet, spesso abbinato a birre diverse, fatto con farine per l’impasto particolari, che permettono accostamenti insoliti e di pregio per la pizza. L’ideale è essere in tanti per gustare al meglio le pizze gourmet servite a spicchi, che variano secondo l’estro del pizzaiolo. Se vi capita, assaggiate la Margherita Vegana con farina di canapa, mozzarella di riso, pesti, pomodoro datterino concassé e origano di canapa. Ottima anche la Regina Margherita, fatta con farina macinata a pietra, mozzarella di bufala DOP e pelati biologici. Davvero squisita La Chiantigiana con impasta al farro 100% biologico, cipolla cotta, fiordilatte, tagliata di Grigio del Casentino e ristretto al Chianti.
  8. mamma napoliMamma Napoli (piazza Mercato Centrale, 17). Se metti insieme un forno a legna, la pizza napoletana e il pizzaiolo emergente Raffaele Menna, arrivato in finale a Cooking For Art, succedono grandi cose. Nella piazza del Mercato Centrale, si sfornano pizze napoletane come la marinara, la margherita, i calzoni e pizze più bizzarre come Il Veliero.
  9. pizzeria sud firenzeSud al Mercato Centrale (Mercato Centrale di San Lorenzo, primo piano). Meglio conosciuta come la pizza di Romualdo Rizzuti, il pizzaiolo campano, che prima di lanciarsi in questa avventura ha lavorato in altri locali in città. Una lunghissima lievitazione è il segreto dell’impasto, prima di passare poi alla pallinatura per dividerlo e poi alla delicata e abile fase della stesura della pizza: da lì si apre il mondo del condimento. Poche pizze, margherita, marinara e Napoli sempre presenti;  poi c’è la pizza jolly, che ogni tanto cambia ingredienti.
  10. palazzo-pretorioPalazzo Pretorio (via del Giglio, 26 – San Donato in Poggio). Riuscire a smuovere i fiorentini dalla città non è semplice, eppure Giovanni Santarpia c’è riuscito, perché fa la pizza più buona di Firenze e provincia, rigorosamente napoletana, con ingredienti di prima qualità e un impasto molto attento. Se siete indecisi su cosa prendere, potete ordinare una pizza metà in un modo e metà in un altro. I cavalli di battaglia qui sono la margherita, la Zucca gialla e pancetta e la Salsiccia e friarelli. Ogni tanto il pizzaiolo sperimenta qualcosa di nuovo come la Porri, pinoli, lardo e cavolo nero o la Crema di cipolle e pecorino a scaglie. Giovanni fa anche il panuozzo, che è una vera rarità in zona e merita un assaggio. In estate si mangia nella verde terrazza con vista mozzafiato, sotto pergole di viti e circondati da lavande e gelsomini.

Quali abbiamo dimenticato? Quali sono le vostre preferite?

Clicca qui per visualizzare la mappa

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti