Le 8 peggiori paure alimentari

21 febbraio 2015

Quando si tratta di paure alimentari, gli italiani assumono atteggiamenti contrastanti. Agli ottimisti che hanno una bassissima percezione dei rischi nascosti in quel che mangiano e spesso neppure si domandano se quello che hanno nel piatto potrebbe fargli male, si contrappongono gli allarmisti che vedono pericoli a ogni forchettata. agli ottimisti con poca percezione dei rischi si contrappongono gli allarmisti C’è chi, con un po’ di incoscienza, attraversa il pianeta e rischia la vita per il solo piacere di mangiare sashimi di fugu – il pesce palla i cui intestino e fegato contengono un veleno così potente da uccidere un uomo in pochi minuti; c’è chi gioca con la sorte cucinando i funghi trovati durante una passeggiata nei boschi senza prima averli fatti controllare da un esperto; ma c’è anche chi ha paura di prendere la salmonella maneggiando le uova e chi, terrorizzato all’idea della mucca pazza, da anni non mangia più nessun tipo di carne.

mela

In linea di massima le paure alimentari riflettono le fobie della società in cui viviamo: paura dell’altro, di ciò che non conosciamo, del diverso. A prevalere è sicuramente una dimensione individuale legata a esperienze personali e spesso sono timori unici e totalmente irrazionali, ma alcune paure assumono forme collettive: ne sono un esempio i casi eclatanti dei polli alla diossina e di unabomber. Senza voler trattare le vere e proprie patologie che affliggono una società sempre più ortoressica, abbiamo provato a capire quali paure alimentari affliggono il nostro Paese.

  1. pesticidiContaminazioni. Pesticidi, ormoni, antibiotici: le contaminazioni all’origine, in particolare nella carne, sono una delle paure più diffuse
  2. soffocareSoffocare. In genere riguarda tutti i cibi solidi e duri, spaziando dai pomodori crudi ai cetrioli, che si percepiscono come difficili da deglutire e alimentano la paura di morire soffocati.
  3. Lumache del Mercato EsquilinoConsistenze. Una paura che scivola verso il fastidio. I cibi viscidi e mollicci, come le lumache o alcuni funghi e alghe, scatenano una repulsione che sfocia spesso in paura.
  4. sushiAvvelenamento. Che sia dovuta al sushi o alle cozze, alla carne cruda o alle ostriche, poco importa: la paura di morire avvelenati mangiando prodotti deteriorati è sempre fortissima e spesso genera vere e proprie psicosi.
  5. insieme di conserveA casa. La paura del botulino accompagna ogni anno la preparazione di conserve, marmellate e sughi fatti in casa come provviste per l’inverno.
  6. Uovo rottoSalmonella. L’uovo è uno degli alimenti più temuti e demonizzati per la paura, anche solo toccandolo, di contrarre la salmonella. In questo senso vengono in aiuto i preparati già pastorizzati nel banco frigo, come ad esempio gli albumi in bottiglia o in tetrapak.
  7. ogmOGM. Gli organismi geneticamente modificati, spesso chiamati cibi trasgenici, suscitano spesso sospetto, a volte talmente forte da sfociare in paura. Il dibattito sui pro e i contro degli OGM è ancora in corso.
  8. tritaIntossicazioni. Latte non pastorizzato, formaggi di latte crudo, ma anche carni macinate e frutta con il guscio sono tra gli alimenti ritenuti più a rischio intossicazione. Anche l’errata conservazione di alcuni cibi (crudi o cotti), rischia di causare un’intossicazione alimentare.

Quali sono le vostre peggiori paure alimentari?

I commenti degli utenti