Passione birra: torna la Settimana della Birra Artigianale

24 febbraio 2015

L’idea potrebbe essere riassunta in due parole: festival diffuso. Perchè gli elementi del festival ci sono tutti, ma questo si estende su tutto il territorio nazionale, dalle Dolomiti alla Sicilia, senza tralasciare nessun angolo del Paese: parliamo della Settimana della Birra Artigianale che tornerà a vivacizzare pub, ristoranti, birrifici e beer shop dal 2 all’8 marzo. Giunta alla quinta edizione, l’evento nasce da un idea di Andrea Turco, che dalle pagine di Cronache di Birra, con tutta probabilità il blog più autorevole e aggiornato sul mondo della birra di qualità, da anni sostiene questo settore, facendo informazione e cultura sulla materia. Noi lo abbiamo raggiunto per farci raccontare qualcosa in più su questa manifestazione.

andrea-turco

andrea turco, fondatore di cronache di birra

Partiamo dal principio, Andrea: quando e come nasce Cronache di Birra?
Il blog nasce ormai 7 anni fa. Sono uno sviluppatore informatico e mi capita di lavorare all’aggiornamento di blog tematici. Già da qualche tempo era iniziata la mia passione per la birra di qualità; un amico mi aveva consigliato un piccolo pub a Trastevere dove non venivano servite le solite birre ma c’era una ricerca scrupolosa su prodotti che venivano sia dall’Italia che dall’estero. Quel locale era il Ma che siete venuti a fà. Il primo assaggio davanti al bancone di Manuele Colonna mi ha aperto un mondo nuovo e intrigante. Da lì è nata la fame di informazioni; cercavo su Internet, ma trovavo pochi siti o blog e quelli che già allora erano on-line trattavano perlopiù realtà territoriali. Ho pensato: sarebbe bello che ci fosse un blog per la birra. E allora ne ho costruito uno io, che è aggiornato quotidianamente e cerca di offrire notizie sul mondo brassicolo italiano e internazionale“.

settimana birra

E la Settimana della Birra Artigianale, invece?
Nasce 5 anni fa in versione ridotta. Avevo pensato a un’iniziativa di respiro nazionale, ma alla prima edizione parteciparono poco più di 100 unità. In 4 anni siamo arrivati ad oltre 500 aderenti; da nord a sud, passando per il centro e anche le isole, tutta l’italia brassicola è rappresentata e il successo di pubblico è sempre crescente. L’idea mi è venuta da uno spunto d’oltreoceano: negli Stati Uniti, ci sono molti eventi simili, organizzati a volte nei singoli stati, a volte su tutto il territorio nazionale; lo stesso avviene in Australia. Mi sembravano belle iniziative e il movimento nel nostro Paese era ormai maturo“.

Birra

Di cosa si tratta esattamente?
Diciamo che è un evento diffuso, un contenitore di varie iniziative portate avanti da centinaia di aderenti, associazioni di promozione locale, birrifici, pub, beer shop, ristoranti e tutti gli attori che hanno a che fare col mondo brassicolo. In 7 giorni ci saranno promozioni, sconti, degustazioni, cene con abbinamenti, cotte pubbliche, eventi e momenti di approfondimento. È un modo per offrire agli appassionati le risposte alle curiosità, ma anche per attirare un pubblico nuovo: credo sia necessario fare cultura, perché la birra artigianale vive, ormai da qualche anno, sul’onda dell’entusiasmo; se si vuole che questo duri nel tempo e che si consolidi, bisogna passare dal concetto di moda al concetto di cultura, cercando di innescare un meccanismo di consapevolezza e conoscenza della materia“.

settimanabirra

Quanti sono stati gli eventi lo scorso anno? Ne ricordi qualcuno in particolare?
Nella passata edizione sono stati proposti 376 eventi e 345 promozioni. L’obiettivo per il 2015 è di registrare numeri ancora più alti. Solo per fare qualche nome, Andrea Maiocchi di Brewfist, Luigi Schigi D’Amelio di Extraomnes, Gino Perissutti di Foglie d’Erba, Simone Del Cortivo di Birrone, Leonardo Di Vincenzo di Birra del Borgo, Agostino Arioli di Birrificio Italiano, durante quella settimana, sono stati ospiti di pub e ristoranti in giro per l’Italia per raccontare il loro lavoro e la loro passione. Come degustazione, al ristorante Epiro, a Roma, forse è andata in scena quella più esclusiva: un menù disegnato sulle introvabili birre belga De Cam. Molto interessante invece è stato l’esperimento di Eataly Bari che ha promosso le birre dei birrifici artigianali pugliesi“.

Mentre chiudiamo il pezzo, il contatore degli aderenti sul sito è a quota 420 e manca ancora una settimana, ossia il momento in cui, come ci ha detto Andrea, si ha un’impennata nella proposta di incontri, eventi nell’evento, degustazioni e molto altro. Per scoprire tutto ciò che succederà durante la Settimana della Birra Artigianale nella vostra regione, tenetevi aggiornati sul sito dedicato.

I commenti degli utenti