Epatite A: bloccata la raccolta delle cozze in Campania

10 marzo 2015

Bloccata la raccolta delle cozze in Campania. Nello specifico a Bacoli (Napoli), a causa della probabile presenza del virus dell’epatite A e Norovirus (della famiglia dei Caliciviridae che causano gastroenteriti acute) nelle confezioni provenienti dallo stabilimento IRSVEM con numero di riconoscimento CE IT 2 CDM. bloccata la raccolta di cozze in campania: Il Ministero della Salute ha lanciato l’allarme con un comunicato Il Ministero della Salute ha lanciato l’allarme con un comunicato e le autorità sanitarie della Campania si sono allertate per procedere al ritiro dei lotti contaminati. La positività è stata riscontrata anche su altri campioni prelevati nell’allevamento di molluschicoltura di origine (il Mitilimontese Soc. Coop. Mitilicoltura) e, per questo motivo, il Ministero della Salute ha chiesto alla Regione Campania una lista di distribuzione dei prodotti che provengono da quell’allevamento per avere tutte le informazioni riguardo alla tracciabilità dei lotti coinvolti. Nella nota diffusa dal Ministero si legge: “Considerata la gravità del rischio per la salute umana correlata alla presenza dei due patogeni si raccomanda di non consumare il prodotto mitili con le seguenti caratteristiche: Prodotto: mitili in retine – Produttore: IRSVEM numero di riconoscimento CE IT 2 CDM sito a Bacoli (Napoli) – Rischio: Presenza di virus dell’epatite A e Norovirus – Paese di origine: Italia”.

I commenti degli utenti