5 uova di Pasqua da 10 a 50 euro

16 marzo 2015

Avvolti in involucri colorati, le uova di Pasqua iniziano a far venire l’acquolina in bocca a grandi e piccini. Gusci di cioccolato fondente, al latte, alle nocciole, custodiscono al loro interno i più disparati gadget. E pensare che fino a qualche decennio fa la vera sorpresa era l’uovo stesso, intrecciato in nastri di pasta lievitata con maestria e ingegno, secondo una tradizione che ancora continua in molti paesi, dalla Sicilia alla Sardegna, fino al famoso casatiello napoletano. la tradizione di regalare le uova si perde nella notte dei tempi e continua ancora oggi Dopotutto la tradizione di regalare le uova si perde nella notte dei tempi e abbraccia i riti pagani degli antichi Egizi, Persiani, Cinesi e Greci – che se li scambiavano perlopiù in corrispondenza della primavera – fino a raggiungere la tradizione cristiana. Pur venate di una primordiale magia, le uova hanno sempre rappresentato la vita, la rinascita della natura e, nel caso più specifico, dell’uomo. Presenti ancora oggi in tutte le culture, in Italia non esiste Pasqua senza uova di cioccolato. I più ingegnosi si dilettano a prepararle in casa, altri le acquistano presso pasticcerie artigianali, ma la maggior parte fa affidamento ai supermercati, in cui la scelta è variegata e la spesa oscilla da pochi euro fino ad arrivare a più di 50. Di seguito abbiamo selezionato 5 marchi facilmente reperibili nella GDO, il cui prezzo va all’incirca dai 10 ai 50 euro, con dovute differenze di qualità e gusti.

  1. domoriDomori Uovo di cioccolato fondente (150 g – 30.50 €). Caramello, tabacco, noci, papaya, funghi e datteri. Tutti questi sentori si palesano al gusto nel momento in cui il palato incontra la preziosa rarità del venezuelano cacao Criollo. Un’esperienza da assaporare adagio, per scoprire tutti gli aromi che sa sprigionare. Per intenditori.
  2. kinderKinder Gran Sorpresa (150 g – 10 € circa). Uno dei prodotti più amati dai bambini, attratti sicuramente dalle sorprese ispirate ai cartoni animati. Cioccolata al latte all’esterno e bianca all’interno: una combinazione che attira lo sguardo e non dispiace al palato, anche se rimane decisamente dolce e lontana dai canoni del cioccolato puro. Per chi vuole rimanere bambino.
  3. noccior_latte_lindt_grande_confezioneLindt Noccior Latte (350 g – 23.50 €). Nocciole del Piemonte Igp ridotte in granella solleticano il palato per poi avvolgerlo nel velluto aromatico del cacao. I frutti di questa preziosa pianta sono amalgamati al burro di cacao, sciogliendosi in bocca e donando la piacevole sensazione dell’inafferrabilità del sapore. Per i fan delle nocciole.
  4. caffarelCaffarel Uovo di cioccolato bianco con pistacchi e mandorle (350 g – 28.50 €). Pioniera della cultura cioccolatiera, la casa torinese incastona nella sfoglia di cacao bianco finissimo e delicato (proveniente dai paesi centro-sudamericani e africani) le gemme di frutta secca del territorio italiano. La mente e il corpo riconoscono già al primo assaggio la consistenza croccante delle mandorle pugliesi e il sapore carico e resinoso dei pistacchi di Bronte (Dop e presidio Slow Food) che trasportano verso quella vulcanica terra siciliana con prepotente passione. Per i gourmet golosi.
  5. venchiVenchi Uovo di cioccolato bianco e frutta secca salata (540 g – 49 €). La grande arte piemontese di lavorazione del cacao si consolida in questo guscio di cioccolato bianco delicato e buono, ripieno come uno scrigno di un tris di mandorle, nocciole e pistacchi. Il gusto dolce del cacao è contrastato dalla sapidità della frutta secca, che esplode in bocca in mille sfumature che viaggiano dal caramello agli agrumi, dalla legnosità boschiva allo zucchero di canna, con un sentore floreale appena accennato. Per viaggiare rimanendo fermi.

I commenti degli utenti