Vinitaly 2015, le novità e le 10 degustazioni da non perdere

17 marzo 2015

Dal 22 al 25 marzo Verona torna a ospitare Vinitaly, il salone internazionale del vino e dei distillati, uno degli eventi più importanti del 2015. A poco più di un mese di distanza da Expo, il capoluogo veneto richiamerà oltre 4000 espositori italiani e stranieri e più di 150mila visitatori pronti ad assaporare le migliori etichette al mondo e a partecipare a incontri e convegni con grandi esperti del settore.

Padiglione Emilia

Tra i partecipanti l’enoteca regionale Emilia-Romagna che nel padiglione 1 occuperà uno spazio di quasi 4000 mq e ci porterà in un viaggio unico tra le etichette della regione, dall’Albana al Gutturnio, percorrendo idealmente la via Emilia, la strada costruita nel 187 a. C. che percorre la regione da Sud a Nord. Altra strada che sarà protagonista a Vinitaly è quella del vino della provincia di Messina, un progetto che vuole far conoscere i territori, le cantine, le attrazioni naturalistiche e culturali della zona.

é abruzzo

Vinitaly 2015 sarà poi il palcoscenico dell’anteprima dell’associazione È Abruzzo che unisce viticoltori, caseifici, aziende di oli e salumi e tante altre realtà della regione con un unico scopo: valorizzare il territorio attraverso la promozione di quei prodotti e di quei talenti che rendono unico l’Abruzzo. la 49esima edizione prevede incontri sul biologico, quote femminili anche nel settore food e concorsi Tra le novità di questa edizione (la 49esima per essere precisi), la forte presenza di discussioni sul biologico, biodinamico e artigianale e di quote femminili anche nel settore food con il ristorante d’autore gestito da quattro cuoche dell’associazione IE cucinE italianE che si alterneranno nei quattro giorni della manifestazione. Cambia poi il nome dello spazio dedicato ai buyer per la degustazione, da Taste Italy a Vinitaly Tasting e Vinitaly International Academy ha organizzato un corso di specializzazione sul vino italiano. Altre importanti novità ci aspettano. Per la prima volta il concorso per il miglior packaging (che si svolgerà il 19 marzo, prima di Vinitaly) interesserà anche i liquori, i distillati diversi dall’uva come gin, whisky e rum e gli oli extravergine di oliva. La 22esima edizione del concorso enologico internazionale sarà posticipata ad aprile, più precisamente dal 12 al 16 e i vincitori saranno protagonisti a Expo con degustazioni uniche all’interno del programma del padiglione Italia.

vinitaly

Nota bene: per aumentare la presenza degli operatori specializzati, quest’anno a Vinitaly ci sarà un maggior filtro all’ingresso per favorire i visitatori veramente interessati alla cultura del vino a discapito di chi cerca solo brindisi a gratis. A proposito di appuntamenti, incontri e degustazioni, anche quest’anno, sia il programma dell’evento vero e proprio ospitato da VeronaFiere che l’elenco di appuntamenti di Vinitaly and the city, è ricchissimo. Noi abbiamo guardato e riguardato la lista degli incontri ed ecco che cosa ci siamo segnati in agenda:

  1. 3 bicchieri 2015I 3 bicchieri 2015 al Vinitaly: domenica 22 marzo ore 11.30 – Sala Argento-Palaexpo, ingresso A2 (piano -1). In collaborazione con il Gambero Rosso, a Vinitaly sono presentate le etichette premiate da Vini d’Italia 2015, una guida realizzata grazie al contributo di più di 70 esperti, curata da Gianni Fabrizio, Marco Sabellico, Giuseppe Carrus ed Eleonora Guerini. Il volume, arrivato alla 28esima edizione, valuta più di 20mila vini. L’evento è su invito.
  2. Franciacorta e le ricette degli Expo WorldsRecipes Contributor: domenica 22 marzo alle ore 11, Area eventi Franciacorta Palaexpo Lombardia stand B/C 16. La food influencer Paola Sucato e il sommelier Nicola Bonera presentano i finger food creati da 3 food blogger aderenti all’iniziativa Expo Worldsrecipes in abbinamento al Franciacorta.
  3. riesling kabinettRiesling Kabinett: domenica 22 marzo ore 15 – Sala Iris-Palaexpo, ingresso A1 (piano -1). Avete mai sentito parlare di Kabinett? Vinitaly potrebbe essere un’ottima occasione per scoprire o conoscere meglio questa categoria di vino proveniente dalla Germania. Durante l’incontro si potranno degustare 9 etichette appartenenti a diverse annate e a diversi produttori, alcuni dei quali davvero molto interessanti. La degustazione costa € 20.
  4. Grandi spumanti italiani metodo classico da vitigni autoctoni: domenica 22 marzo ore 15 – Sala C-1° piano Pad. 10. Tra le iniziative di “Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori) in rosa”, questo incontro con 6 produttrici provenienti da tutta Italia che racconteranno il loro percorso e il loro impegno a favore del territorio e dei vitigni autoctoni. Tra questi, da non perdere la degustazione dello spumante metodo classico affinato a 60 metri di profondità, nel mare della Liguria.
  5. Il vino si ascolta: degustazione senza l’aiuto della vista. Lunedì 23 marzo ore 10.30 – Sala B-1° piano Pad. 10. Una degustazione davvero particolare organizzata dall’Onav (Organizzazione nazionale assaggiatori di vino) per capire come i sensi possano influenzare la nostra percezione. Per questo i partecipanti verranno bendati prima di procedere alla degustazione. L’evento è su prenotazione, da segnalare in anticipo a segreteria@onav.it
  6. Smaragd, l’ansa dorata del Danubio. I più grandi vini dell’Austria: lunedì 23 ore 11 – Sala Iris-Palaexpo, ingresso A1 (piano -1). Con il giornalista Gian Luca Mazzella scopriremo i prodotti della regione di Wachau, lungo il Danubio, a nord-ovest di Vienna, territorio di origine di grandi vini bianchi. Oltre a sapere qualcosa in più su questa area e su questa tradizione, potremo testare 8 etichette.
  7. bicchieri di vinoVini dal Sud del Mondo: Nuova Zelanda. Lunedì 23 marzo ore 13.30 – VinInternational Hall. Vinitaly è anche questo, la possibilità di entrare a contatto con grandi etichette da tutto il mondo senza doversi spostare dall’Italia e da Verona. In questo appuntamento si potranno degustare 4 prodotti provenienti dalla Nuova Zelanda, terra interessante per la produzione vitivinicola.
  8. Champagne: il fascino dei Blanc De Blancs. Lunedì 23 marzo ore 15 – Sala Orchidea – Palaexpo, ingresso A1-piano. Restiamo all’estero e facciamo virtualmente visita ai nostri cugini francesi e al loro iconico champagne. Il famoso esperto di terroir François Gilbert ci accompagna nella degustazione di 8 etichette d’oltralpe.
  9. The good, the bad and the ugly of artisanal wines: martedì 24 marzo ore 11 – Sala Argento – Palaexpo, ingresso A2-piano -1. Quando si ha in mente la birra artigianale, si pensa sempre a un prodotto di qualità, ma è così anche nel mondo del vino? A questa domanda cercano di rispondere a Vinitaly alcuni interessanti esperti internazionali (Pedro Ballesteros Torres, Costantino Charrère, Monty Waldin, Robert Joseph, Ian D’Agata, Olivier Humbrecht). Alla fine della conferenza si potranno degustare 8 prodotti italiani e non. Nota: l’evento è gratuito ma il numero dei posti è limitato.
  10. vinitaly 3Vin Santo da meditazione (tra sacro e profano): martedì 24 marzo ore 15.30 – Sala Orchidea-Palaexpo, ingresso A1 piano -1. Il vin santo, un prodotto unico, tipico italiano, nato da una tradizione antica, inserito da Luigi Veronelli nelle etichette da meditazione. Questa degustazione sarà un viaggio tra i vin santi di varie zone d’Italia, in primis la Toscana, regione in cui questo prodotto è più diffuso. L’evento costa € 20.

I commenti degli utenti