Vinitaly and the City 2015, le novità e le 10 degustazioni da non perdere

20 marzo 2015

Dal 20 al 23 marzo la passione per il vino non resterà chiusa tra le mura di Vinitaly a Verona Fiere. Le degustazioni infatti si spostano per la prima volta nel centro storico della città veneta grazie all’iniziativa Vinitaly and the City promossa dal comune. un'iniziativa che trasforma le piazze di verona in un'enoteca a cielo aperto dove degustare e conoscere i produttori Per 4 giorni dalle 18 alle 23 le piazze e le strade di Verona si trasformeranno in un’enoteca a cielo aperto, in un itinerario all’insegna del gusto per conoscere i produttori e assaporare i loro prodotti, sia del settore del vino che del mondo food in generale. Gli oltre 30 stand dell’edizione 2015 saranno posizionati in alcuni dei luoghi più belli di Verona: piazza dei Signori, cortile del tribunale e cortile del mercato vecchio. Per accedere all’area di Vinitaly and the City sarà necessario un biglietto che costa 10 euro e garantisce un calice della Zafferano, partner tecnico di Vinitaly 2015, e 3 degustazioni, una per piazza. Se non fosse abbastanza, c’è la possibilità di un biglietto bis che permette una degustazione in più. Con entrambi è poi possibile acquistare i vini e i prodotti tipici direttamente dai produttori presenti.

PIAZZA DEI SIGNORI

piazza dei signori

Ente Spagnolo del Turismo: come accade a Vinitaly, anche il Fuorisalone è l’occasione giusta per degustare vini di qualità da tutto il mondo. Tra questi, l’etichette spagnole che saranno protagoniste dello stand curato dall’ente spagnolo del turismo di Milano. In particolare potremmo assaggiare il galiziano Doc Rías Baixas (20 marzo), il Doc Rioja dell’omonima regione (21 marzo) e gli andalusi Do Condado de Huelva e Do Jérez (22 – 23 marzo).

Radici Wines – vini della Puglia: a Vinitaly and the City troveremo le etichette pugliesi vincitrici di Radici del Sud 2014 presentati dalla guida Radici Wines che, in collaborazione con l’area politiche per lo sviluppo rurale delle regione Puglia, promuove i prodotti del particolare vitigno autoctono meridionale.

Consorzio Tutela Vino Bardolino Doc: un modo per conoscere la Rosé Revolution del Chiaretto, il nuovo stile di questo vino della riva veronese del lago di Garda, che sta valorizzando sempre più il colore rosa chiaro e i profumi della Corvina Veronese. Si parla di rivoluzione in rosa anche perché una cantina su tre di Bardolino e Chiaretto è gestita da una donna.

live wine

Corte Fornaledo: una tradizione e una passione familiare che risale al 1800 e che ha sede in un territorio importante, quello della Valpolicella classica. A Vinitaly and the City l’azienda proporrà i vini tipici di questa zona come l’Amareno della Valpolicella Classico Docg, il Valpolicella Ripasso Classico Superiore Doc o il Recioto della Valpolicella. Le etichette della corte Fornaledo condivideranno lo stand con l’azienda agricola molina, una struttura a impatto zero vicino al lago di Garda in cui si portano avanti i principi dell’agricoltura integrata.

Parchi del ducato: a Verona arriverà il paniere dei prodotti di alcune aree naturali italiane ovvero il parco fluviale del Taro, il parco dei Cento laghi, il parco boschi di Carrega, il parco dello Stirone e del Piacenziano, il parco del Trebbia e quattro riserve delle provincie di Piacenza e Parma. Tre le proposte vini biologici appartenenti alla Doc Colli Piacentini, etichette della Doc Colli di Parma, parmigiano reggiano Dop e tanto altro ancora.

La Strada del vino e dei Sapori del Trentino: una delle zone italiane più vocate per la coltivazione vitivinicola porterà a Vinitaly and the City una ventina di etichette. A queste ogni sera verranno abbinati prodotti tipici diversi, dall’insalata di spatzle (20 marzo) ai prodotti da forno (21 – 22 marzo) fino ai formaggi (23 marzo).

Vinocalabrese.it: il portale di comunicazione del vino regionale ha richiamato a Verona i produttori delle migliori etichette calabresi per far conoscere anche al Nord il meglio del mondo del vino di questa affascinante regione italiana.

CORTILE DEL TRIBUNALE

bicchieri di vino

Enoteca Regionale Emilia-Romagna: i vini della via Emilia, dal Sangiovese all’Albana, dal Pignoletto al Gutturnio, oltre a essere presenti con un grande stand all’interno del salone internazionale del vino, saranno protagonisti anche del Fuorisalone con assaggi e degustazioni per far conoscere l’incredibile varietà e qualità del territorio.

Vini della Regione Sicilia: a fianco dell’enoteca regionale Emilia-Romagna nel cortile di tribunale di Verona vedremo anche il meglio delle proposte vitivinicole della Sicilia, terra di grandi e affascinanti etichette.

CORTILE DEL MERCATO VECCHIO

Cortile-Mercato-vecchio-Gallery

Consorzio Tutela Vino Lessini Durello: circondati dagli antichi porticati del palazzo del mercato vecchio, che cosa c’è di meglio di godersi un calice di spumante di Lessini Durello Doc, proveniente dai territori a est di Verona, accompagnati dal sottofondo musicale della vicina City Music Lounge? Del resto, Vinitaly and the City si svolge nel momento giusto della giornata, le ore migliori per fare un brindisi con gli amici finalmente all’aria aperta nei primi giorni di primavera.

I commenti degli utenti