Il gioco degli abbinamenti: pizza e vino

31 marzo 2015

Nel maremagnum del vino italiano assaggiato qualche giorno fa al Vinitaly siamo andati alla ricerca dei migliori assaggi da abbinare alla pizza. Di spunti interessanti la kermesse enoica, andata in scena a Veronafiere, ce ne ha offerti tanti. Dopo molti sorsi e appunti, ecco una lista di vini provenienti da diverse regioni con tanto di etichetta, dai vini dei piccoli vignerons a quelli firmati dalle icone del vino naturale. Non dovete assolutamente rimanere fedeli ai produttori da noi suggeriti, potete però trovare interessanti gli abbinamenti in senso più generale, e usarli come fonte di ispirazione per nuove scoperte. Ecco la nostra selezione:

  1. pizza salamePizza e salame. Se siete amanti della pizza con salame o altri salumi, la Bonarda Vivace 2013, prodotta da Piccolo Bacco dei Quadroni, è il vino che fa per voi. Rosso dell’Oltrepò Pavese estremamente beverino, dal bouquet fruttato che ricorda il profumo di lamponi, fragoline e ciliegie nere. Dissetante. Regala un sorso piacevole, pulisce la bocca e la rinfresca. Anche il rosato calabrese Gaglioppo 2014 di A’ Vita è un compagno che non vi deluderà. Armonico, succoso, dall’elegante tannicità.
  2. Margherita Cooking for Art MilanoLa Margherita. Il Rosammare di Nino Barraco 2014, rosato di Nero d’Avola dalla costa marsalese, è la bottiglia da mettere a tavola quando protagonista è lei, la regina delle pizze: la margherita. Raffinato, suadente, leggero, beverino.
  3. pizzaMargherita con bufala. Sulla margherita condita con la mozzarella di bufala e i pomodorini, il Nebbiolo Colline Novaresi 2013 dell’Azienda Agricola Tiziano Mazzoni potrebbe essere un’ottima scelta. Vino di grande freschezza, generoso. Piacevoli sensazioni di frutti rossi, melograno, fragoline di bosco, violetta. Note leggere ferrose, di roccia evocazioni tipiche di questa tipologia di Nebbiolo. La variante senza pomodorini sarebbe ben valorizzata dal Colfòndo Prosecco Asolo Docg di Bele Casel, fruttato, minerale, leggermente sapido dall’acidità spiccata. Sempre rimanendo nell’areale delle Colline Novaresi, consigliamo un altro Nebbiolo 2013, lo Juvenia Coste della Sesia Doc di Antoniolo da servire con la pizza tonno e cipolla. Succoso, croccante, si apre al naso con note di ribes, ibiscus, violetta, fragoline di bosco.
  4. Pizza 4 formaggi4 formaggi. Con la pizza ai quattro formaggi stappando un Timorasso Colli Tortonesi Doc 2010 di Oltretorrente la bella figura a tavola è assicurata. Vino intenso, corposo, che sa di frutta a polpa gialla, di agrumi, di fiori gialli. Della stessa cantina segnaliamo anche il Barbera Superiore Doc 2012 se volete concedervi una pizza con il guanciale. Immediato, morbido, fresco, fruttato, esalta l’abbinamento lasciandovi la bocca pulita e rinfrescata.
  5. MarinaraMarinara. Chi appartiene al partito “marinara sempre e comunque” nelle Colline lucchesi può trovare il vino perfetto per godersi la pizza del cuore. Palistorti Rosso di Valgiano 2012 è un blend di Sangiovese, uve autoctone, Merlot e Syrah che regala sentori di frutti di bosco, erbe aromatiche e piacevoli sfumature saline. Molto fresco, tannini morbidi.
  6. CalzoneCalzone. Con il calzone pomodoro, mozzarella e funghi optate per il Bardolino Chiaretto 2014 di Giovanna Tantini. Rosato primaverile, delicato, per una bevuta senza pensieri, rinfrescante, agrumato e con note di fragoline appena raccolte.
  7. Focaccia oliveFocaccia. Spaziando alla famiglia delle focacce, quella con olive nere, rosmarino (e magari mozzarella di bufala) trova il compagno ideale nel Grecomusc’ 2013 di Cantine Lonardo. Grande esemplare dell’areale taurasino intenso, ricco, tagliente e rinfrescante. Fiori bianchi, erbe aromatiche, macchia mediterranea, frutti a polpa gialla, un calice tira l’altro per una bevuta dissetante.
  8. Pizza con verdurePizza con le verdure. Il Cerasuolo d’Abruzzo Doc 2014 di Emidio Pepe è il vino da versare nel calice se la pizza che avete appena sfornato, o ordinato, è alle verdure. Elegante, dalla veste fruttata e floreale, caratterizzato da una buona acidità e piacevole sapidità.
  9. AgrodolcePizza Salsiccia e friarielli. Un must con la pizza napoletana per eccellenza –  la salsiccia e friarelli –  potrebbe essere il Chianti Classico Docg Istine 2012. Elegante, floreale, fruttato, leggermente speziato con tannini morbidi e buona acidità. Anche il Rosso Vigliano 2013 di Paolo e Lorenzo Marchionni a Vigliano è una valida alternativa. Buona struttura, facile beva. Sprigiona gradevoli note di frutti rossi.
  10. Pizza fruttaPizza dolce o con frutta. Non abbiamo tralasciato il vino da abbinare alla pizza nelle versioni dolci, quelle da fine pasto, magari con la frutta. Perfetto per questa variante sempre più popolare è il Brachetto d’Aqui Docg 2014 di Convento Cappuccini. Sorso brioso floreale e sensuale, che sa di rosa e di frutti di bosco.

I commenti degli utenti