Expo 2015: il temporary restaurant stellato di Identità Golose

1 aprile 2015

Un temporary restaurant stellato della durata di sei mesi. Sarà quello ospitato negli spazi di Identità Expo in occasione della prossima esposizione mondiale di Milano (1 maggio – 31 ottobre), e organizzato dallo staff di Identità Golose, capitanato da Paolo Marchi. La formula in realtà è molto semplice, “il difficile – dice Paolo Marchi – è stato organizzare la presenza dei più grandi chef italiani e di un nutrito gruppo di internazionali conciliando impegni e agende di ognuno. Non solo, perché si è trattato di un grandissimo lavoro organizzativo: la ‘macchina’ Expo obbliga a dei controlli burocratici molti precisi nell’approvvigionamento”.

Oldani, Berton e Cracco per Expo 2015

Oldani, Berton e Cracco per Expo 2015

 “La grande opportunità che l’Expo ci dà – continua Marchi – è intanto dimostrare all’esterno, cioè al pubblico di non addetti ai lavori, cosa succede ad un congresso di alta cucina come Identità Golose e i temi che ogni anno vi vengono affrontati. Poi, sicuramente, ci troviamo in una dimensione straordinaria, unica: quindi l’obiettivo nostro e di tutti è che venga fuori un sistema Italia più forte a livello di ristorazione e di prodotti”. Negli spazi di design firmati dallo Studio Cappellini, ogni giorno a pranzo e cena sarà possibile gustare un menù creato apposta dai diversi illustri chef Made in Italy e da alcuni loro colleghi provenienti da tutto il mondo: gli Italian & International Best Chefs. Proprio questa mattina a Expo Gate si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento, durante la quale sono stati svelati i nomi dei cuochi presenti per i primi due mesi: si tratterà in tutto di 26 guest-star chefs per 26 settimane.

Massimo Bottura

Massimo Bottura

La partenza venerdì primo maggio, con il numero uno in Italia e terzo nel ranking mondiale secondo The World’s 50 Best Restaurants: Massimo Bottura dell’Osteria Francescana di Modena (www.osteriafrancescana.it), che brillerà ai fornelli fino a domenica 3 maggio e poi, a seguire, avremo i migliori interpreti della cucina italiana (da Davide Oldani a Marco Stabile, neo eletto presidente JRE), ma anche grandi nomi internazionali come Toni Mantuano a Diego Muñoz (che prenderà il posto di Gastón Acurio all’Astrid y Gastón di Lima). E non crediate che finisca qui: perché, se fino ad adesso abbiamo parlato dei turni da mercoledì a domenica, all’interno della stessa settimana, nello spazio Contemporary Italian Chef, ci sara’ anche quello del lunedì + martedì. Qui, a pranzo e di nuovo per sei mesi si alterneranno 26 grandi chef tutti italiani.

Andrea Ribaldone

Andrea Ribaldone

“Infine – svela Paolo Marchi – ogni domenica avremo pranzi a quattro mani con lo chef che firma il menù dei cinque giorni e un suo collega star dell’enogastronomia di un paese ospite dell’Expo e ognuno cucinerà due piatti a testa”. A organizzare e mettere a disposizione una brigata di cucina di venti persone sarà per tutti i sei mesi l’executive chef Andrea Ribaldone de I due Buoi di Alessandria (www.iduebuoi.it), che si occuperà anche di ideare e preparare un menù ‘Identità Golose’, con piatti tipici della tradizione italiana che potranno essere degustati come alternativa del menù dello chef ospite. Il costo di ogni menù a pranzo e a cena, composto da quattro portate vini inclusi, sarà di 75 Euro.

Italian & International Best Chefs

Ugo Alciati

Ugo Alciati

  • 1-3 maggio: Massimo Bottura – Osteria Francescana, Modena
  • 6-10 maggio: Ugo Alciati – Da Guido, Serralunga d’Alba
  • 13-17 maggio: Marco Stabile – Ora d’Aria, Firenze
  • 20-24 maggio: Emanuele Scarello – Agli Amici, Udine
  • 27-31 maggio: chef straniero (ancora top secret)
  • 3-7 giugno: Moreno Cedroni – Madonnina del Pescatore, Senigallia
  • 10-14 giugno: Davide Oldani – D’O, Cornaredo
  • 17-21 giugno: Pino Cuttaia – La Madia, Licata
  • 24-28 giugno: Diego Muñoz – Astrid y Gastón, Lima

Anticipazioni di luglio: Rodrigo Oliveira del Mocotò di San Paolo del Brasile, Davide Scabin del Combal.Zero di Rivoli, Annie Feolde, Italo Bassi e Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze.

Contemporary Italian Chefs

Antonia Klugmann

Antonia Klugmann

  • 4- 5 maggio: Christian e Manuel Costardi – Cinzia, Vercelli
  • 11- 12 maggio: Norbert Niederkofler – St. Hubertus, San Cassiano
  • 18-19maggio: Antonia Klugmann, L’Argine a Vencò, Dolegna del Colle
  • 1-2 giugno: Andrea Berton, Ristorante Berton, Milano
  • 8-9 giugno: Fabrizio Ferrari – Il Porticciolo, Lecco
  • 15-16 giugno: Angelo Sabatelli – Angelo Sabatelli, Monopoli
  • 22-23 giugno: Cristina Bowerman – Glass Hostaria, Roma

I commenti degli utenti