Forno Pubblico: a Milano con Miele alla scoperta della panificazione

6 maggio 2015

È l’alimento immancabile sulla tavola, perfetta sintesi di storia, famiglia e società: il pane è il simbolo per antonomasia della condivisione, della nutrizione e dello stare insieme. Per questo Miele, nome di fama internazionale nel settore degli elettrodomestici, ha deciso di celebrarlo con un’importante iniziativa: il Forno Pubblico, un viaggio da maggio a ottobre 2015 alla scoperta della pianificazione, tramite l’incontro tra tecnologie, materia prima, storia e società.

Forno Pubblico: il progetto

Forno Pubblico

Il pane è il cardine dell’alimentazione, nonché il fulcro attorno al quale ruotano la famiglia e la società. Rimanda alla convivialità, alla condivisione, alla passione della preparazione: dal mescolarsi degli ingredienti all’impasto con le mani, dal piacere dell’attesa della lievitazione alla cottura. Ed è un concetto al plurale: prima dell’avvento delle cucine moderne, il pane veniva infatti preparato in casa per poi essere cotto nei forni pubblici, diventando così portavoce della comunità. È da questa storia che prende le mosse il Forno Pubblico di Miele: recuperare il significato del pane che unisce, del luogo della cottura come veicolo di scambio e di incontro, per quella che è la base della dieta mediterranea.

Dal mese di maggio a ottobre, la Miele Gallery di Milano diventa luogo di incontro e di condivisione sociale, per imparare tutti i segreti del pane, dalle farine agli lieviti. Il tutto tramite un ventaglio di iniziative, distribuite su tre are tematiche: la materia prima e il territorio, le tradizioni e le tecniche e, naturalmente, l’aspetto sociale e aggregativo della panificazione.

Il percorso parte proprio dalla storia e dalla cultura del pane, con il viaggio Bread Culture. In collaborazione con Slow Food, si analizzeranno le origini del pane, gli ingredienti, la trasformazione della materia prima, le consuetudini legate a questo alimento.

Si prosegue con la rivisitazione di un pratica del passato, quella del timbro. Ai tempi dei forni pubblici, era usanza per ogni famiglia disporre di un blocco di legno decorato, con cui marchiare il proprio pane. Questo oggetto verrà reinterpretato con le nuove tecnologie, come le frese e le stampanti in 3D. Ma anche con il sapere di food designer, chef e panettieri, pronti a comunicare la loro Bread Experience.

Il terzo percorso si incentra, invece, sugli elementi sociali e aggregativi del pane. Grazie a Bread Community, infatti, Miele incentiverà il pane e il forno come luogo fisico di scambio di persone, grazie anche alla partecipazione di startup e giovani realtà imprenditoriali, nonché blogger e nutrizionisti, per condividere ed evolvere le idee e le culture del pane. Spazio anche alle nuove sfide moderne, come le necessità di celiaci e intolleranti al glutine.

Tutte le iniziative sono rese possibile dalla grande linea dei forni Miele e, non ultimo, comprenderanno show cooking, incontri informali e workshop a tema. E vi è spazio anche per il divertimento e la conoscenza, con aperitivi e musica dal vivo. Per partecipare a una delle tante iniziative in programma è sufficiente collegarsi al sito ufficiale del progetto, Fornopubblico.com, ed effettuare la comoda iscrizione online dopo aver scelto l’incontro o il workshop di propria preferenza.

Non solo pane: il forno a vapore Miele

forno_vapore

Miele è da sempre impegnata nella produzione di elettrodomestici all’avanguardia, per tutte le necessità in cucina. Per questo, oltre al Forno Pubblico, la società ha lanciato una serie di interessanti programmi per scoprire le caratteristiche del suo nuovo forno a vapore. Grazie alla capacità di poter cucinare più ricette contemporaneamente, tramite una disposizione su tre livelli, la tecnologia impiegata da Miele permette di mantenere inalterate le proprietà nutritive di ogni pietanza, esaltando colori, sapore e consistenza. Inoltre, la cottura al vapore permette di ridurre il ricorso ai condimenti.

L’utilizzo del vapore è uno dei principali metodi per approfittare di una cucina sana e benefica, per questo Miele ha deciso di proporre questa modalità con una serie di eventi a tema. In collaborazione con Marco Bianchi, divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi, una serie di eventi per informarsi sull’alimentazione corretta, per conoscere i vantaggi di una nutrizione che pensi sia al benessere che al gusto. Per partecipare o ricevere informazioni sui prossimi incontri in programma, è sufficiente collegarsi al sito dedicato A Casa di Marco.

I commenti degli utenti