How to: come congelare le verdure

7 maggio 2015

Li usiamo come fossero sinonimi, in realtà tra surgelare e congelare corre una differenza fondamentale: nel primo caso si raggiungono temperature molto più basse, che gelano il prodotto in breve tempo, lasciando intatte le strutture cellulari; conservare le verdure nel freezer permette di gustarle fresche anche quando non si trovano nell'orto la congelazione è la versione casalinga di tale processo, efficace e comodissima per conservare gli alimenti, ma con qualche intralcio, in particolare la formazione di cristalli di ghiaccio più consistenti. Fatta questa precisazione, possiamo continuare a usare i due termini come vogliamo e, soprattutto, a congelare di tutto. Il freezer ci salva in molte occasioni: avete presente la gioia di quando ritrovate in un angolo del cassetto un piatto che non ricordavate più di aver congelato? Conservare in questo modo le verdure ci permetterà di gustarle fresche anche quando non le troviamo (nell’orto o al supermercato), di non sprecare niente e di fare il lavoro (di lavaggio, pulizia, precottura) una volta per tutte. Ecco alcuni accorgimenti per conservare nel surgelatore le verdure.

  1. carciofiCarciofi. Visto che non riuscite a rassegnarvi alle buste pronte di carciofi a spicchi, fate il lavoro sporco: ne sarete grati quando assaggerete. Per congelare i carciofi senza intaccare le loro proprietà bisogna pulirli per bene (tagliare circa 3 centimetri di punta, rimuovere le foglie esterne più dure, raschiare il gambo con un pelapatate, eliminare la cosiddetta barba); per evitare l’ossidazione, i carciofi così puliti vanno messi a bagno in una soluzione di acqua e limone; dopo averli sbollentati per pochi minuti in acqua bollente, possono essere scolati, asciugati perfettamente e riposti in buste da surgelatore, pronti da scongelare per i migliori pranzi della domenica.
  2. Funghi tagliatiFunghi. Se siete stati così fortunati da trovare un’immensa quantità di funghi ma non siete abbastanza generosi da regalarli agli amici, il surgelatore diventa indispensabile. Possono essere agevolmente congelati i porcini e  tutti i funghi coltivati. Per prima cosa il fungo deve essere mondato con attenzione: gambo e testa vanno separati, la parte generalmente ricoperta di terra va rimossa; anche nella parte superiore, le parti terrose vanno raschiate con il coltello, per poi completare l’operazione tamponando il fungo con un panno inumidito.  A questo punto, possiamo lasciare i funghi interi o tagliarli a fettine, in entrambi i casi dobbiamo sbollentarli per 2 o 3 minuti in un tegame con un po’ d’acqua, asciugarli e inserirli nelle buste per surgelatore, da cui avremo tolto tutta l’aria prima di sigillarle.
  3. asparagiAsparagi. Anche gli asparagi possono essere congelati dopo aver passato qualche minuto in acqua bollente; si consiglia tuttavia di surgelarli crudi, per non intaccare in nessun modo le proprietà organolettiche. E’ sufficiente lavarli accuratamente, asciugarli con un panno e riporli nei sacchetti appositi.
  4. melanzaneMelanzane. Le melanzane possono essere cotte per 4 o 5 minuti in acqua bollente con poco limone, per poi scolarle e versarle in una capiente ciotola di acqua e ghiaccio; fermata in questo modo la cottura, le fettine vanno asciugate bene e coperte con la pellicola, pronte per il surgelatore. Per conservare la sola polpa, la melanzana va cotta intera in forno, avendo prima praticato vari buchi sulla sua superficie; dopo circa 45 minuti (il tempo varia a seconda della grandezza), la melanzana deve essere incisa per estrarre la polpa, da conservare poi in un contenitore ermetico.
  5. cavolfioreCavolfiori e broccoli. La raccomandazione è quella di non congelare prodotti eccessivamente maturi, per non ritrovarli molli e sfatti. I cavolfiori e i broccoli vanno tagliati in pezzetti della stessa dimensione, di solito si tagliano le cime. Dopo averli sbollentati per pochi minuti e passati in acqua e ghiaccio, basterà dividerli nelle porzioni desiderate e congelare con bustine o altri contenitori ermetici.
  6. Pomodori maturiPomodori. Per conservare a lungo il loro gusto, i pomodori freschi si possono esser cotti interi in acqua bollente per qualche minuto: in questo modo la pelle sarà rimossa in maniera molto agevole; la polpa va poi tagliata a pezzetti, filtrata per eliminare i semi, riposta nelle buste da surgelatore o in altri contenitori ermetici. Se volete invece surgelarli interi, lavateli con cura, asciugateli, disponeteli ordinatamente su una teglia e passateli in freezer; quando si saranno ben ghiacciati, dopo circa mezz’ora, potete chiuderli nelle bustine e sigillare.
  7. peperoni ingredientePeperoni. Una volta lavati, aperti e puliti, potete tagliare i peperoni nel formato che preferite: dadini, strisce, grandi spicchi. Dopo aver foderato una teglia con carta da forno, vi adagerete i peperoni in maniera ordinata, facendo in modo che restino separati; nel freezer per circa mezz’ora si surgeleranno così individualmente e saranno pronti da inserire, in porzioni, nei sacchetti. Se preferite congelarli già grigliati, si raccomanda di togliere il liquido di cottura.
  8. 01_Carbonara_Zucchine_Step01Zucchine. Potete tagliare le zucchine a rondelle, a fiammifero, a cubetti, ma sicuramente dovete prima lavarle per bene e asciugarle; a questo punto basterà riporle nei sacchetti e surgelare. Ma se volete davvero rendere felici i vostri commensali,  congelate le zucchine ripiene: tratte fuori dal freezer, saranno pronte per esser cotte in umido con molti aromi.
  9. SpinaciSpinaci. Gli spinaci che più si prestano a essere congelati sono quelli a foglia liscia, da lavare accuratamente e poi scottare in acqua calda. Prima di riporli in un contenitore per freezer, le foglie devono essere lasciate a lungo in un colino, in modo da eliminare per quanto possibile l’acqua che lentamente è rilasciata. Quando devono essere cucinati, possono essere usati immediatamente, senza prima scongelarli.
  10. fagioliniFagiolini. Possiamo conservare per tutto l’anno i fagiolini raccolti in estate sia crudi che cotti; nel primo caso, basterà sciacquarli per bene (magari lasciandoli in ammollo in acqua e bicarbonato), asciugarli con molta cura e dividerli nelle bustine da freezer; per conservare i fagiolini cotti, possiamo bollirli, farli raffreddare per bene e anche in questo caso sigillarli nelle bustine cercando di togliere quanta più aria possibile.
  11. Minestrone - aggiungete acquaMinestrone di verdure. Se volete avvantaggiarvi su tutta la linea e congelare direttamente il minestrone, dopo averlo preparato con tutte le verdure di cui disponete, potete farlo raffreddare e chiuderlo in contenitori ermetici. Per servirlo, vi basterà scongelarlo sul fuoco, aggiungere un filo d’olio, la pasta (se volete) e magari qualche erbetta aromatica fresca.

I commenti degli utenti