Igles Corelli riapre Atman a Lamporecchio

18 maggio 2015

Lascia Pescia con i fiori, Villa Garzoni e Pinocchio, per approdare a Lamporecchio, patria dei brigidini e non lontano da Vinci, il paese del grande Leonardo: una favola e un genio famosi nel mondo accompagnano lo chef Igles Corelli nella sua nuova avventura sempre nel pistoiese. igles corelli riapre oggi il suo ristorante all'interno di villa rospigliosi a lamporecchio Domani, 19 maggio, finalmente riapre il ristorante Atman all’interno di Villa Rospigliosi (via Borghetto, 1), una delle più belle dimore storiche toscane progettata dal Bernini per volontà di Papa Clemente IX, e così tra antichi affreschi e opere d’arte moderne si fonderà la cucina del grande chef. L’essenza dell’uomo , la grande conoscenza sulle cotture e la sapienza nel reperire le migliori materie prime, da anni caratterizzano la cucina di Igles Corelli, pluristellato chef, che però riesce a far sognare con i suoi piatti restando sempre con i piedi per terra.

villa rospigliosi

villa rospigliosi

Da sempre attento ai presidi, al biologico, al pesce pescato in mare aperto e alla carne da alimentazione naturale, Igles è un cultore dei prodotti italiani, o meglio il Garibaldi della cucina italiana, capace di esaltare e trasformare ogni perla alimentare che il nostro Belpaese produce. Ad accostare il grande chef una grande brigata, perché tante menti e braccia insieme fanno unico un piatto: Marco Cahssai, sous chef che affianca Corelli da più di 8 anni, Ronald Bukri di scuola loprioriana, Jean-Marc Casado e la sua pasticceria atipica tra dolcezza e sapidità e la pastry chef Ilaria di Marzio che fonderà nelle sue creazioni Ducasse, Perbellini e Robuchon.

igles corelli

Cambia la location, rimane la grande passione in cucina, l’attenzione eccellente e discreta della sala; la carta dei vini si arricchirà ancora di più, tra oltre 500 etichette dei migliori produttori d’Italia, Francia e Germania, e una grande selezione di champagne. Il nuovo Atman sarà aperto a cena dal martedì al sabato e la domenica a pranzo.

I commenti degli utenti