How to: come congelare la carne

21 maggio 2015

Ne avete comprata troppa o vi hanno dato buca a cena; un figlio è diventato improvvisamente vegetariano, anche la sua fidanzata; sia voi che il vostro partner avete fatto lo stesso ordine in macelleria: ora avete 2 tacchini, 2 abbacchi, 20 salsicce e 8 bistecche. scrivete la data di congelamento sulle confezioni e dividete la carne in porzioni adeguate Ecco alcune situazioni in cui il freezer si rivela il migliore amico dell’uomo. Ricordate tuttavia che il congelatore vi aiuta, ma non può farlo per sempre: la carne, con le dovute distinzioni, non può in ogni caso essere mantenuta troppo a lungo. Se trovate del pollo che avete congelato al primo compleanno del figlio trentenne, forse è troppo tardi. Come indicazioni generali, premuratevi di dividere la carne in porzioni adeguate, in modo da poterle usare più agevolmente; scrivete il nome su un’etichetta, per evitare di ritrovarvi le animelle quando cercate le fettine di vitella; scrivete anche la data di congelamento sulle confezioni: la vostra memoria non è così affidabile. Ricordatevi di dare alla carne un tempo adeguato per scongelare senza subire eccessivi traumi. Ecco poi nel dettaglio alcuni consigli per congelare i principali tagli di carne.

  1. polloPollo. Inserire il pollo nel surgelatore dopo averlo pulito e preparato, ci agevolerà notevolmente in cucina. Quindi prendete la carne e sciacquatela per bene; asciugate, eviscerate e fiammeggiate (passare il pollo sulla fiamma ci aiuterà a rimuovere residui di peli o penne). Se desiderate congelare il pollo intero, a questo punto sarà pronto per essere avvolto nella pellicola o riposto nelle bustine da freezer; se invece preferite trovarvi le porzioni già pronte, dividete in ali, alette, cosce, sovraccosce, petto e avvolgete ogni singola parte nella pellicola.
  2. tacchinoTacchino. Anzitutto bisogna evitare il rischio rappresentato dai batteri; per farlo, facciamoci aiutare dagli imballaggi originari, quelli in cui abbiamo acquistato la carne: nella maggior parte dei casi dovrebbero essere studiati appositamente per scongiurare la diffusione di agenti patogeni. Se perciò vogliamo congelare il tacchino intero, dovremo premurarci solo di trovargli spazio nel freezer. Se preferite le porzioni, vale quanto scritto per il pollo.
  3. Carne di maialeMaiale. La carne di maiale non si presta a essere congelata per lunghissimi periodi: si consiglia di usarla entro pochi mesi; può tuttavia essere riposta nel freezer sia cruda che cotta. Nel primo caso, bisognerà dividerla in porzioni, rimuovere le parti eccessivamente grasse, riporle nelle bustine da freezer; nel secondo caso, la carne sarà usata direttamente sul fuoco. Le salsicce, dato l’elevato contenuto di grasso, possono essere congelate per periodi molto brevi e fatte scongelare completamente prima di cucinarle; ma poi, siate sinceri: vi sono mai avanzate?
  4. carne di manzoManzo. Per quel che riguarda il manzo, si consiglia, ove possibile, di rimuovere le ossa e di congelare porzioni non eccessivamente grandi. Anche in questo caso, le parti più grasse vanno eliminate, scongiurando così il maggior rischio di ossidazione. Decidete un giorno prima se cucinarlo, in modo da lasciarlo scongelare lentamente in frigo, in circa 12 ore.
  5. carne di vitelloVitello. La carne di vitello può esser conservata per circa 5 o 6 mesi, non lasciatela in freezer per troppo tempo. Potete avvolgere la carne in pellicola o in fogli d’alluminio, premurandovi sempre di sigillarli bene. Per evitare alla carne traumi eccessivi, quando decidete di cucinarla potete lasciarla a lungo in frigo, facendola scongelare lentamente, anche per 24 ore.
  6. agnelloAgnello. Se lo avete ordinato per Pasqua ma i vostri commensali hanno disertato il pranzo, non temete: potreste anche arrischiarvi a tenerlo congelato fino al prossimo anno. La carne va avvolta con cura nella pellicola, mentre tutte le ossa sporgenti devono essere protette da carta alluminio. Anche in questo caso, si consiglia di far scongelare tutta la carne uniformemente, con un passaggio in frigo di almeno 24 ore.
  7. anatraAnatra. La carne d’anatra va spennata, pulita con attenzione e sciacquata a lungo; una volta asciugata, può essere avvolta con la pellicola e riposta nel surgelatore. Bisogna fare attenzione alle differenze tra anatre d’allevamento e anatre selvatiche; le prime non andrebbero lasciate nel surgelatore per più di 3-4 mesi; gli esemplari selvatici possono essere conservati più a lungo, fino a 8.
  8. carne di coniglioConiglio. Per quanto sia brutto dirlo, conigli e lepri vanno spellati e tagliati a pezzetti. Una volta puliti e sciacquati a lungo, i bocconcini possono essere inseriti nelle bustine e poi riposti nel congelatore per non più di 6-7 mesi. Altrimenti potete disporre la carne in un piatto e foderarlo interamente con la pellicola, in modo da evitare ogni contatto con l’aria.
  9. trippaFrattaglie. Anche le frattaglie possono essere congelate, per tempi brevi e dopo averle accuratamente lavate; è preferibile lasciarle in ammollo per qualche ora. Asciugatele minuziosamente e riponetele nei sacchetti intere o dopo averle affettate.
  10. tritaCarne tritata. La carne tritata può essere congelata e conservata anche per mesi, ma solo in un caso: assicuratevi che sia stata macinata il giorno stesso in cui la riponete nel surgelatore, deve essere freschissima. Sarà sufficiente inserirla in un contenitore ermetico, ben sigillato. Prima di usarla, lasciatela ammorbidire per qualche ora in frigo. Poi, sbizzarritevi col vostro ragù migliore.

I commenti degli utenti