Francia: è reato lo spreco alimentare

27 maggio 2015

Tra qualche giorno, in Francia, i supermercati della grandi catene non potranno più buttare via i prodotti alimentari invenduti ma avranno l’obbligo di donarli. Se non lo faranno potranno vedersi commissionata una multa da 400 eurole grandi catene avranno l'obbligo di donare i prodotti alimentari invenduti L’Assemblea nazionale francese, infatti, ha approvato all’unanimità una legge che preveda il reato di spreco alimentare. Promotore di questa legge è stato il deputato ed ex ministro all’Alimentazione Guillaume Garot del partito socialista che da tempo si era speso in questa battaglia. In uno dei tre emendamenti alla Legge sulla transizione energetica si stabilisce che i supermercati con una superficie di almeno 400 metri quadrati, entro il primo luglio 2016 (data in cui diverrà operativa la legge) dovranno prendere accordi con le associazioni di beneficenza alle quali dovranno donare il cibo non più buono per la vendita.

spreco di cibo

Il cibo recuperato verrà donato ai senzatetto e ai poveri; inoltre potrà essere utilizzato per mangimi animali e per la produzione di compost in agricoltura. Il Governo Francese, in questo modo, spera di diminuire fortemente gli sprechi di cibi che attualmente vanno dalle 2 alle 6 tonnellate  all’anno. Una legge che farebbe molto bene anche all’Italia visto che le cose nel nostro Belpaese non vanno poi così diversamente.

I commenti degli utenti