Giro del mondo in 18 spiedini

28 maggio 2015

Intanto non si può usare il singolare: non si accende la griglia per fare uno spiedino, uno solo, guardarlo triste nel piatto e finirlo prima ancora di essersi seduti a tavola; gli spiedini devono essere molti, magari diversi, sorprendenti, insaporiti con ogni tipo di salsa. A rigore, lo spiedino può comprendere qualunque ingrediente: col termine ci si riferisce infatti al bastoncino di legno o acciaio in cui i vari alimenti sono infilzati. Prendete allora l’amico meno simpatico del gruppo e mettetelo alla griglia. Ecco 18 spiedini dal mondo da assaggiare.

  1. spiedini di gambero e mangoSpiedini di gamberi e mango. Chi non crede che l’Australia abbia una sua cultura gastronomica, può provare a ricredersi con questi spiedini in cui grossi gamberi appena scottati sono alternati a polpose fette di mango. Per dare ai crostacei un gusto inconfondibile, marinateli con olio, limone, sale, pepe, coriandolo; se vi piace il piccante, anche qualche spolverata di peperoncino in polvere.
  2. chicken satayChicken Satay. Ricetta thailandese in cui il pollo è immerso in una elaborata marinatura, a base di salsa di arachidi, salsa di soia, cipolla, aglio, curcuma, coriandolo, pepe, succo di limone, zucchero di canna. Sulla griglia, bisogna poi irrorare gli spiedini con latte di cocco.
  3. chuanrChuanr. Anche agli spiedini la gastronomia cinese ha conferito la consueta minuzia: la carne di agnello o capra deve essere tagliata in bocconcini precisi e arrostita su carbone, con fiocchi di peperone, cumino e sesamo. Alla ricetta originaria si sono aggiunte molte varianti: dalla carne di pollo e maiale, alle versioni spettacolose per turisti, con insetti e rettili.
  4. yakitoriYakitori. Se non amate troppo il sushi, quando vi trascinano al ristorante giapponese ordinate questi gustosi spiedini di pollo in cui la carne è fatta marinare con salsa di soia, sakè e zucchero. Se poi i vostri amici amano tanto il sushi da volerlo mangiare proprio in Giappone, scoprirete di poter ordinare, a prezzi diversi secondo la prelibatezza, yakitori composti da differenti tagli di pollo: coscia, ala, cartilagine, fegato e via discorrendo.
  5. tofu spiediniAtsuage tofu. Se al ristorante giapponese abbiamo accontentato gli amanti del sushi e chi non riesce a rinunciare alla carne, rischiavano di rimanere insoddisfatti i vegetariani. Ecco invece un’altra ricetta nipponica a base di tofu tagliato a cubetti e fritto in olio di sesamo. Gli spiedini sono poi guarniti con porro tagliato fine e zenzero grattugiato.
  6. frigaruiFrigarui: sono ricchi spiedini romeni in cui si alternano bocconi di carne (maiale, montone, manzo, pollo) e verdure (peperoni, pomodori, cipolle, funghi). Le spezie, come gli ingredienti principali, sono tante e variegate: rosmarino, maggiorana, alloro, santoreggia, aglio, pepe.
  7. saslykSaslyk. Si usano spiedi molto grandi, davanti ai quali molti di voi avranno la nefasta tentazione di far la battuta: “Si dovrebbero chiamare spiedoni”. Sono un piatto tipico russo, particolarmente diffuso in Polonia e in tutti i paesi dell’Ex Unione Sovietica. La carne usata è generalmente quella di montone, fatta marinare per 2 giorni in acqua minerale con tanto sale e tanta cipolla.
  8. pinchos morunosPinchos morunos. Tanta paprika, tanto peperoncino: chi non sopporta il piccante passi direttamente al punto 11. In gran parte della Spagna si fa così: la carne di pollo e maiale è insaporita con una miscela di spezie che, oltre alle già citate, comprende: cannella, pepe di Cayenna, origano, coriandolo, cumino, noce moscata. Per stemperare un po’, perché evidentemente gli Spagnoli si sono resi conto, sono spesso serviti con tè alla menta.
  9. spiedini portoghesiSpiedini di carne agli agrumi. I portoghesi sfruttano il gusto vivo degli agrumi per insaporire i classici spiedini di carne. I bocconcini sono di pollo e vitello, alternati a pezzetti di salsiccia; una volta sistemata sullo spiedo, la carne va infarinata e passata in padella con un po’ di burro e il succo di arance e limoni. Da servire con un rametto di rosmarino.
  10. espetadaEspetada. Specialità tipica dell’isola di Madeira, consiste in un grosso spiedo pendente da un gancio e provvisto di tutto ciò che può rendervi felici. Per la carne si usa soprattutto bovino, da alternare saltuariamente con chorizo e maiale; oltre all’aglio è indispensabile ricoprire i bocconcini con foglie di alloro. Nel piatto sottostante troverete patate, verdure e salse di ogni tipo.
  11. sosatiesSosaties. Sono i classici spiedini sudafricani; si possono comporre con molti ingredienti, ma le ricette più diffuse prevedono carne di agnello e montone, peperoni, cipolle, albicocche disidratate o prugne. Prima di essere infilzata, la carne va fatta marinare nel succo di tamarindo, condito con molte spezie.
  12. khorovatsKhorovats. Orgoglio della cucina armena, protagonista di un festival internazionale che si svolge a Akhtala. La carne utilizzata è preferibilmente di montone o agnello, ma si può usare anche il maiale. Rigide norme scandiscono la cottura: la carne è prima tostata su carbone con la propria pelle, poi infilzata con l’osso; la distanza tra il fuoco e gli spiedini deve essere di 12 centimetri.
  13. shish kebabShish Kebab. Tra i tantissimi modi di servire il kebab, la regione turca di Andana propone spiedini a base di carne sminuzzata a mano (nel misto, anche grasso di coda d’agnello), condita con molto peperoncino e peperone dolce.
  14. shish taoukShish Taouk. Specialità diffusa in Israele, Giordania, Siria, Iraq, risulta particolarmente amata in Libano. Il pollo, prima di essere infilzato, è marinato con yogurt e limone, a cui talvolta si aggiunge passata di pomodoro e molto aglio. È accompagnato con tabbouleh e hummus.
  15. souvlakiSouvlaki. I greci più pignoli distinguono il kalamaki, la versione originale, dalle numerose riletture. Per il kalamaki si usano bocconcini di carne di due centimetri, lasciati a marinare per una notte in olio e limone e conditi con molte spezie. Il souvlaki (con cui si intende in generale lo spiedino) è poi diventato un diffusissimo cibo da strada, aperto a ogni rivisitazione: per la carne, si spazia dal maiale all’agnello, ma sono diffuse anche ricette di pesce, soprattutto col pesce spada. Può infine essere impiattato e servito con salse, contorni di verdure, riso e pita: Pita Souvlaki e Souvlaki Merìda.
  16. koftaKofta. Si tratta di speziatissime polpette mediorientali da cuocere sullo spiedo e servire bollenti; per la carne, si privilegia l’agnello; tra le spezie, cumino, timo, aglio, menta, peperoncino. Da servire con una rinfrescante e acidula salsa allo yogurt.
  17. spiedini tandooriSpiedini di pollo Tandoori. È la versione da spiedo della nota ricetta indiana: il pollo deve essere tagliato a cubetti regolari e marinato in olio, limone, zenzero, aglio e miscela per tandoori. Al momento di infilarli nello spiedo di bambù, i bocconcini vanno alternati con ananas e cipolla.
  18. corn dogsCorn dogs. Emblema della cucina americana, sono unti al punto giusto, facilissimi da mangiare e incredibilmente ghiotti. Bisogna prendere dei grossi wurstel, passarli in una densa pastella, infilzarli in uno spiedo, coprirli di farina: saranno pronti per essere immersi nell’olio bollente e fritti. Da servire con tutte le salse che riuscite a farvi venire in mente.

I commenti degli utenti