COQUIS: L’Ateneo italiano della Cucina presenta i nuovi corsi

10 giugno 2015

Domani, giovedì 11 giugno, COQUIS, l’Ateneo Italiano della Cucina apre le sue porte dalle 17 alle 21, e presenta il programma per il prossimo corso accademico. L’appuntamento è in via Flaminia 575 a Roma. domani coquis presenta i corsi dell'anno 2015/2016 con grosse novità per gli studenti Di cosa si tratta? Per quanto riguarda i corsi del 2015/2016, COQUIS promuove e assiste alla nascita del primo corso triennale di livello universitario in Italia: l’European Bachelor of Science, la formazione perfetta per chi voglia approfondire la sua passione per la gastronomia, trasformandola in un’opportunità concreta di lavoro. Il corso prevederà la combinazione tra preparazione tecnica e scientifica con creatività culinaria.

Coquis

Gli studenti, al termine del loro percorso formativo dei primi tre anni, otterranno un titolo di studio equiparabile alla laurea triennale, il Bachelor Degree; in seguito potranno ampliare e approfondire le conoscenze con una Specializzazione in Scienza e Arte Culinaria, riconosciuto come titolo di studio sia in Italia sia all’estero. Per non trascurare nessun settore dell’enogastronomia il corso di Laurea Internazionale di Coquis si affianca nella formazione alla FIS, Fondazione Italiana Sommelier, in modo da offrire un percorso formativo adeguato sulla convivenza del vino e dei distillati, dal servizio alla gestione della cantina.

Angelo troiani

Angelo Troiani

Sotto la supervisione di Angelo Troiani, chef stellato e direttore didattico di Coquis, l’Ateneo si avvale della collaborazione dell’Universita di Tor Vergata per il funzionamento del Master di I livello in Cultura dell’alimentazione e delle tradizioni enogastronomiche e con la Business School de Il Sole24ore per il Master in Management dell’enogastronomia.Coquis si augura che il titolo di studio possa essere equiparato a tutti gli effetti anche in Italia a una laurea magistrale Questa innovativa opportunità apre le porte a tutti gli studenti che intendano proseguire la loro formazione, dopo la frequenza dell’istituto alberghiero o una scuola superiore, nella direzione della cucina, oltre alla possibilità di recuperare crediti universitari; lasciando al singolo la scelta di fermarsi negli studi dopo il primo traguardo triennale o proseguire nella specializzazione. Con questa iniziativa l’Ateneo della Cucina Italiana, Coquis, si augura che presto il titolo di studio possa essere equiparato a tutti gli effetti anche in Italia a una laurea magistrale, così come avviene nel resto dei paesi europei. Il piacere della tavola si ammanta di nuovi valori, studio, passione e dedizione sui quali fondare la formazione per costruire il proprio futuro di lavoratori nel settore enogastronomico edotti e consapevolmente coscienti dei valori che si possono trasmette in un piatto e in un bicchiere.

I commenti degli utenti